Maggio 24, 2024
Paddock News 24
Breaking NewsF1JapaneseGPPN24

F1 | Che guaio in Williams: il telaio di Albon è di nuovo danneggiato!

Al primo giro del GP del Giappone Albon è finito fuori pista dopo un contatto con Ricciardo: i due hanno impattato contro un muro di gomme e il telaio della Williams è nuovamente danneggiato. Riusciranno a portare due vetture in Cina?

Un incubo che ancora non si è concluso per la Williams quello del telaio, perché dopo la gara a Suzuka quello della vettura di Albon è nuovamente danneggiato. Manca ancora il terzo telaio di sostituzione, la monoposto è stata quindi immediatamente spedita in fabbrica per ripristinare quello già presente sulla vettura.

Williams Albon telaio
La vettura di Albon incidentata a Suzuka – Fonte: @F1 (X)

 

James Vowles, TP della Williams, ha spiegato che non era loro intenzione arrivare a Suzuka senza la scocca di scorta, ma non è stato possibile concluderla. Il terzo telaio non sarà con noi almeno sino a Miami. La scocca è composta da migliaia e migliaia di pezzi che si cerca di mettere insieme allo stesso tempo, e per realizzare quella di sostituzione ci possono volere 8-10 settimane“.

Lo scandalo in Australia

I problemi derivanti dalla mancanza del componente di sostituzione sono iniziati a Melbourne. Nelle FP1 all’Albert Park, infatti, Albon ha sbattuto violentemente contro le barriere. Il telaio si è distrutto, e non è stato possibile ripararlo durante il weekend.

Il team ha dunque schierato una sola vettura in pista, ma dati i risultati non soddisfacenti di Sargeant si è deciso di consegnare la vettura dello statunitense ad Alexander Albon. Con quest’azione il team puntava a massimizzare le possibilità di arrivare a punti, cosa che poi non è avvenuta: l’11° posto di Albon nel GP d’Australia ha alimentato le polemiche.


Leggi anche: F1 | GP Giappone – Un altro team, come Williams, non ha il terzo telaio a Suzuka


Il weekend in Giappone

Nel fine settimana di Suzuka a Sargeant è stata riconsegnata la macchina, quella con il telaio riparato. Le sessioni però non sono iniziate nel migliore dei modi, dato che nelle FP1 ha impattato contro le barriere. Nessuna conseguenza in termini di elementi danneggiati per lui, che può dunque continuare il weekend.

Durante le qualifiche Albon è riuscito ad ottenere la 14° posizione. All’inizio del GP, però, dopo curva 1 si è ritrovato appaiato a Ricciardo, i due si sono toccati e sono finiti contro la barriera costituita da pneumatici.

Albon ammette di aver temuto subito qualche danno alla vettura. “Quando ci sono finito contro [alle gomme], hanno fermato la macchina in modo violento. Ecco perché sono preoccupato. Non per me, ma per la macchina”.

Effettivamente il pilota Williams aveva ragione, poiché sulla sua vettura i meccanici hanno trovato un danno nella parte anteriore destra del telaio. Hanno così riportato tempestivamente la monoposto in Inghilterra, a Grove, dove è iniziata la corsa contro il tempo del team per ripararla.

L’obiettivo è riuscire a portare due monoposto al weekend in Cina, che si correrà a Shangai dal 19 al 21 aprile. Ci riusciranno o si ritroveranno a dover nuovamente scegliere quale pilota far correre?


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter

Fonte copertina: @williamsracing (IG)


Articoli Correlati

F1 | GP Giappone | Anteprima Pirelli – Venerdì si testa una nuova mescola

Victoria L.

MotoGP | KTM presenta la nuova livrea per la stagione 2024

Samuele Buccoliero

F1 | GP Las Vegas – McLaren, una domenica da dimenticare. Piastri: “ci meritavamo di più”

Simona Puleo

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.