Luglio 14, 2024
Paddock News 24
AustrianGPBreaking NewsF1PN24

F1 | Tsunoda ne combina una delle sue: multa salatissima al termine delle qualifiche d’Austria

In Austria la FIA ha deciso di punire Yuki Tsunoda con una multa di 40.000 euro per commenti inappropriati via radio.

Yuki Tsunoda costa caro alla Visa Cash App RB. Dopo la sanzione di 10.000 euro in Canada per essere arrivato in ritardo all’inno nazionale, il giapponese ci ricasca. Questa volta in Austria la multa è più salata e la motivazione è diversa: il pilota è stato punito per commenti inappropriati via radio durante le qualifiche.

Tsunoda multa Austria
Yuki Tsunoda in pista al Red Bull Ring (crediti: @visacashapprb)

L’episodio risale alla prima fase della sessione di qualifiche. Verso la fine della Q1, Tsunoda è stato superato in pitlane dalla Kick Sauber di Zhou Guanyu, al che il giapponese si è aperto in radio dicendo: “questi ragazzi sono dei c***o di ritardati”.

Le crude osservazioni del pilota #22 sono state portate all’attenzione dei commissari della FIA che hanno inflitto a Tsunoda una multa di 40.000 euro per aver violato il Codice Sportivo Internazionale della federazione. Metà della multa è sospesa per il resto del 2024, a condizione che non si verifichino altre infrazioni simili.


Leggi anche: F1 | Qualifica GP D’Austria – Investigato Verstappen: Ecco la decisione FIA


Nel verdetto, i commissari hanno sottolineato come Tsunoda si sia scusato durante l’udienza e come non si sia reso pienamente conto che il suo linguaggio era inappropriato. Eppure, i commissari hanno comunque ritenuto che avesse violato il codice.

Questo un estratto di ciò che si legge nel documento ufficiale: “Durante la Q1, quando l’auto 22 era in coda nella corsia di sorpasso, un’altra auto si è immessa nella corsia di sorpasso davanti a lui. A quel punto il pilota ha una dichiarazione via radio usando un linguaggio offensivo”.

“Durante l’udienza, il pilota si è scusato molto e ha spiegato che, poiché l’inglese non è la sua prima lingua, non era a conoscenza fino a dopo la sessione di quale fosse il significato delle parole utilizzate nella lingua inglese. Ma ha riconosciuto che questo non dovrebbe essere considerato come una scusa per ciò che ha fatto”.

Poiché Tsunoda è stato sincero, si è scusato e si è offerto di scusarsi in pubblico, i commissari hanno deciso di convertire metà della multa in una penalità sospesa. Come promesso, il pilota ha subito postato le sue scuse sul suo account Instagram, scrivendo la seguente dichiarazione:

“Volevo scusarmi molto per quello che ho detto alla radio oggi. Ovviamente non l’ho usato intenzionalmente e avevo completamente frainteso l’effettivo significato. Ora ho una migliore comprensione del significato della parola e mi scuso molto per quello che ho detto. Questo tipo di linguaggio non ha posto e non è tollerato e per questo mi dispiace”.

Il pilota giapponese partirà  dalla quattordicesima posizione in occasione del GP d’Austria.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti immagine di copertina: @visacashapprb

Articoli Correlati

IndyCar | Ufficiale: nuova coppia di piloti in Meyer Shank Racing per Detroit e Road America

Lorenzo P

IndyCar | Proseguono i colloqui per definire un sistema di charter

Lorenzo P

IGTC | 12 ore di Bathurst – Jules Gounon abbatte il record GT3 con una Mercedes AMG speciale

Francesco Ghiloni

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.