Maggio 24, 2024
Paddock News 24
DTMEndurancePN24

DTM | Test Oschersleben – Mirko Bortolotti stampa il miglior tempo

Team e piloti del DTM stanno sfruttando a Oschersleben i primi giorni di test privati a loro disposizione. Il circuito situato nell’ex Germania Est sarà la sede della prima tappa del campionato 2024.

Per la stagione 2024, ADAC ha imposto un limite ai test di privati nell’ottica di ridurre i costi e favorire la competizione tra i team più e meno ricchi. Ciascun pilota ha a disposizione solo cinque giornate di prove nel corso della stagione. Dopo i due giorni di prove ufficiali a Hockenheim, alcuni team e piloti si sono trasferiti a Oschersleben per sfruttare le prime giornate di test privati sul circuito che ospiterà il round di apertura del DTM 2024.

DTM test Oschersleben
Il campione 2023, Thomas Preining (Porsche 911 GT3 R / Manthey EMA) impegnato durante i test di Oschersleben – Credits: Markus Toppmoller per Motorsport-Total

Lunedì 15 aprile sono stati soltanto in due a calcare il tracciato situato nell’ex Germania Est, ossia Thierry Vermeulen sulla Ferrati 296 di Emil Frey Racing e Ricardo Feller sull’Audi R8 LMS di ABT.

Martedì 16 sono stati ben undici piloti ad animare l’azione. La giornata si è architettata in due sessioni, una mattutina e una pomeridiana, di ben 4 ore e 45 minuti ciascuna. I protagonisti hanno trovato temperature piuttosto rigide, al di sotto dei 10°C, ma per lo meno il cielo ha dato tregua. Qualche goccia di pioggia è venuta giù soltanto nelle prima fasi della sessione pomeridiana, ma non ha infastidito i piloti e la giornata si è svolta su asfalto asciutto.

Balza all’occhio come le varie scuderie stanno adottando strategie differenti per sfruttare al meglio le residue giornate di test a loro disposizione. Ad esempio, il team Schubert ha impegnato tutti i suoi tre assi al martedì. ABT ha invece preferito dividere il lavoro dei propri piloti, con Ricardo Feller che è appunto sceso in pista al lunedì, mentre il dì successivo è toccato a Kelvin van der Linde. Questo per prevenire al meglio eventuali avversità di carattere meteorologico.

Martedì 16 si è vissuto una sorta di deja vù della stagione 2023. Il miglior tempo lo ha infatti piazzato il vice campione, Mirko Bortolotti (Lamborghini), in 1:22.182 davanti proprio al pilota che gli ha soffiato il titolo, Thomas Preining (Porsche).

Entrambi hanno realizzato il proprio miglior giro al mattino, ad un orario simile a quello in cui si disputano le qualifiche, e sono divisi da appena 65 millesimi. Bortolotti è stato anche lo stakanovista di giornata con ben 160 tornate concluse.


Leggi anche: DTM | Test Hockenheim 2024 – Critiche feroci contro ADAC, Biermaier: “Occasione utile alla stampa per scattare foto”


L’alfiere di casa Lamborghini non è comunque riuscito ad eguagliare il tempo realizzato al lunedì da Thierry Vermeulen. L’olandese ha infatti fermato il cronometro sull’1:22.163 sulla sua Ferrari 296 GT3. I piloti sono comunque ancora ben lontani dall’esprimere appieno tutto il potenziale a loro disposizione. Basti pensare che il miglior tempo del 2023, con cui Preining firmò la pole position di gara 2, è stato di 1:21.347.

Terza posizione per l’altra Huracan del team SSR, guidata da Nicki Thiim. Segue Maro Engel con la prima delle due Mercedes-AMG del team Winward.

In pista si è vista anche una terza Lamborghini, quella del team Grasser di Luca Engstler. Quando l’orologio segnava circa mezzogiorno, il giovane tedesco si è visto costretto a parcheggiare la sua Huracan a curva 10, causando così una bandiera rossa.

Per sua fortuna, il problema si è rivelato di lieve entità come dichiarato dallo stesso capo del team, Gottfried Grasser: “C’è stato un falso allarme sul display nell’abitacolo e, per motivi di sicurezza, si è spento”. Niente di così grave dunque, tant’è che Engstler ha potuto subito riprendere la pista ed è stato anche uno dei piloti più impegnati.

Per trovare la prima BMW M4 occorre scendere fino alla sesta piazza occupata Sheldon van der Linde, mentre Renè Rast e Marco Wittmann chiudono la classifica. Ancora problemi per il due volte campione dopo quelli riscontrati ad Hockenheim, quando dovette saltare interamente una sessione. Nella mattinata di martedì è infatti rimasto rintanato nei box per ben tre ore per ragioni apparentemente sconosciute.

L’azione in pista ad Oschersleben proseguirà anche nelle giornate a venire.

DTM Test Oschersleben – Classifica martedì 16 aprile

DTM test Oschersleben
Credits: PaddockNews24

[Credits immagine di copertina: Alexander Trienitz per Motorsport-Total]


Rimani sempre aggiornato sul mondo Endurance entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: Telegram – TikTok – Instagram – Facebook – Twitter


Articoli Correlati

F1 | GP Australia – Telemetrie FP1: Red Bull non perfetta nella simulazione qualifiche, Aston Martin e Ferrari vicine

Lorenzo Terranova

F1 | Perez polemico: “Quel che facciamo ad Abu Dhabi è una scocciatura”

Francesca Anna T

F1 | Faenza accoglie Lando Norris per la consegna del Trofeo Bandini 2023

Francesca Brusa

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.