Maggio 24, 2024
Paddock News 24
Endurance

24 ore del Nurburgring 2023 | Vittoria e record per la Ferrari 296 GT3 di Frikadelli Racing!

La Ferrari 296 GT3 #30 di Frikadelli Racing con Bamber/Pittard/Catsburg/Laser domina e vince la 24 ore del Nurburgring 2023, con un nuovo record di distanza in un edizione storica

Una storica edizione della 24 ore del Nurburgring, tenutasi completamente sull’asciutto, ha incoronato i protagonisti che forse nessuno si aspettava: per la prima volta nella loro rispettiva storia Ferrari e Frikadelli Racing Team vincono la maratona dell’Inferno Verde, e lo fanno con una 296 GT3 al debutto nella gara endurance più difficile al mondo. Questa è la prima vittoria di Frikadelli alla 24 ore del Nurburgring, la seconda assoluta per una 296 GT3 (la prima era sempre di Frikadelli nelle Qualifiers di un mese fa) e la prima 24 ore.

La ADAC 24h Rennen è stata appannaggio di marchi tedeschi dal 2002, quando vinse la Dodge Viper di ZakSpeed (anch’essa costruita da Oreca), ma in questa edizione la squadra di Abbelen, passata da Porsche a Ferrari in GT3 con il supporto di Rinaldi Racing, e l’equipaggio, formato dall’insolita combinazione di due piloti ufficiali GM come Earl Bamber e Nicky Catsburg, David Pittard (ufficiale Aston) e Felipe Fernandez Laser sono stati essenzialmente perfetti.

Assunta la leadership nella prima ora, superando durante le soste la Lamborghini #27 ABT (giunta 9ª malgrado una grossa foratura all’inizio del giro), l’unico inconveniente è stato una foratura lenta nella quinta ora. Fortunatamente la gomma ha ceduto con molto preavviso, e solo negli ultimi chilometri a Dottinger Hohe, permettendo una sosta rapida, grazie anche alla sostituzione in una singola clip dell’intero bodywork posteriore, una novità della 296 GT3.

Il passo della 296 di Frikadelli nella notte era assoluto, con la #30 che ha rapidamente recuperato il minuto perso per la foratura, assumendo il controllo della corsa da metà gara in poi.

Con 162 giri la #30 Frikadelli ha segnato una nuova distanza record di 4111 km, favorita dall’assenza di pioggia e dai pochi grossi incidenti. Il record precedente era di 159 giri.

[Classifica]

Ferrari 296 GT3 24 ore Nurburgring 2023
Immagini Nurburgring

ROWE a podio dalle retrovie

L’unica, degnissima opposizione alla marcia inarrestabile della squadra di Klaus Abbelen (e della compianta Regina del Ring Sabine Schmitz) è giunta dalla BMW #98 Rowe di Sheldon Van Der Linde, Maxime Martin, Dries Vanthoor e Marco Wittmann. La M4, scattata ultima nel gruppo SP9, è stata costretta a un’intensa rimonta, giungendo in seconda posizione dopo 9 ore. Da lì in poi il quartetto ha cercato di pressare il proprio vantaggio di due giri di carburante (dovuto alla foratura della #30), e negli ultimi 40 minuti ha provato con Vanthoor una rimonta partendo da 1 minuto di distacco, con gomme fresche e il pieno. Quest’ultimo assalto non è bastato, la #30 si è difesa bene lasciando pochissimo terreno nel finale, malgrado i problemi agli ammortizzatori posteriori, giunti ormai al limite.


Leggi anche:

24 ore del Nurburgring 2023 – Risultati dopo 10 ore: la Ferrari Frikadelli in lotta con la BMW Rowe

24 ore del Nurburgring 2023 – Risultati dopo 16 ore: sfida a tre Ferrari-BMW-Mercedes!

Risultati dopo 20 ore: continua la lotta a distanza Ferrari Frikadelli-BMW ROWE!


La gara degli altri: Mercedes a podio, disastro Audi

Le Mercedes AMG GT3 conquistano il podio con la #4 HRT Bilstein di Marciello/Mortara/Stolz/Ellis. La #4, partita in pole, non ha avuto il passo necessario nella prima fase di gara, anche se si è rivelata eccellente nella seconda metà. La #2 GetSpeed  di Christodolou/Gotz/Schiller conquista il quarto posto, dopo un calo nel finale, mentre la #6 Bilstein chiude all’ottavo posto. La #3 GetSpeed, tra le protagoniste della prima fase, ha subito un incidente con un doppiato durante la notte, causando un guasto agli ammortizzatori e il ritiro.

C’è spazio per altre 2 auto italiane in top-10, con la Ferrari #20 WTM che vince in Pro/AM (7ª assoluta), segnando anche il nuovo record in gara, in 8m08.006, con al volante Keilwitz. La Lamborghini ABT #27 chiude nona dopo una grossa foratura che le ha fatto perdere un sacco di tempo. Grazie al sorpasso di Mapelli su Marciello nelle prime fasi di gara la Huracan di ABT aveva guidato brevemente la corsa: il passo dopo la foratura è stato comunque sufficiente per una grande rimonta.

Grello costretta al ritiro dopo i problemi alle gomme posteriori

La gara della sette Porsche 992 GT3 R, al debutto sul Ring, è stata difficile, con forature e incidenti che hanno rallentato quasi tutte le vetture, e solamente la #96 Rutronik (che vedeva anche Matteo Cairoli al volante) è giunta in top-10. La Porsche #911 Manthey, che è sempre tra le favorite qui, è stata costretta al ritiro, tradita dai ripetuti problemi alle gomme posteriori, che hanno causato anche un incidente per Kevin Estre, autore di una grande rimonta nelle prime due ore.

La gara delle Audi R8 LMS ufficiali è stata pessima. Solo la #39 Land di Mies/Haase/Niederhauser è giunta al traguardo in top-10, 6ª e con un giro di ritardo. Per le altre, grossi errori, come la penalità da 4 minuti per la #1 Phoenix, comminata per non aver rispettato le bandiere mentre erano praticamente giunti in testa alla corsa dopo la rimonta di Vervisch, e numerosi e vistosi incidenti hanno segnato la corsa. Durante la notte sia la #1 che la #5 Phoenix sono uscite di pista scivolando su una chiazza d’olio, causando il ritiro, mentre anche la #22

Le categorie minori: addio alla Dacia Logan

Le 19 classi della 24 ore del Nurburgring hanno regalato tante emozioni, quest’anno le Porsche 992 Cup hanno chiuso subito dietro le prime 16 SP9 con il vincitore Kramer Racing. Per i fan questa è stata l’ultima occasione di vedere in gara la Opel Manta Foxtail, giutna a fine carriera dopo essere stata ricostruita completamente a seguito di un incendio. Purtroppo l’altra mascotte dell’evento, la Dacia Logan di Ollis Garage Racing, è stata coinvolta in un incidente con la Porsche Dinamic GT durante la notte. L’auto è stata completamente distrutta, con il pilota fortunatamente illeso, e non sarà possibile ricostruirla o ripararla.

Una coda tragica: muore un commissario di gara

Dobbiamo purtroppo segnalare anche la scomparsa di un commissario di gara durante questa 24 ore. Il 57enne, che si trovava a Schwalbenschwanz, ha subito un collasso durante la corsa, e malgrado i soccorsi immediati e il ricovero in terapia intensiva non c’è stato niente da fare.

“I pensieri di tutti gli organizzatori della 24 Ore del Nürburgring sono con la famiglia del defunto”, ha dichiarato il direttore di gara Walter Hornung. “Insieme ai parenti, piangiamo la perdita di un membro impegnato e amabile della famiglia del Nordschleife“.

Per organizzare la corsa sui 25347 metri del Nurburgring ogni anno quasi 2000 volontari partecipano come commissari di gara.

Classifica 24 ore del Nurburgring 2023 Ferrari 296 GT3

classifica 24 ore del Nurburgring 2023

Rimani sempre aggiornato sul mondo Endurance entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: Telegram – TikTok – Instagram – Facebook – Twitter


Copertina: ADAC 24h Rennen

Articoli Correlati

GT World Challenge Europe | Le entry list stagionali 2023: 40 auto al via in Sprint Cup!

Francesco Ghiloni

WEC | 6 ore di Spa 2023 – Calado chiede il peso minimo medio dei piloti in Hypercar

Francesco Ghiloni

ELMS | Segui in diretta streaming la 4 ore del Paul Ricard

Francesco Ghiloni

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.