Maggio 18, 2024
Paddock News 24
EndurancePN24WEC

24 Ore di Le Mans 2023 | Rockenfeller non sorpreso dalle prestazioni della NASCAR Garage 56: “Sapevo cosa aspettarmi, siamo piuttosto veloci”

La vettura NASCAR Garage 56 si è dimostrata la vera sorpresa delle prime sessioni in pista per la 24 Ore di Le Mans. Un risultato che nel team attendevano con ansia.

Nella 24 Ore di Le Mans 2023, oltre al grande numero di partecipanti nella classe Hypercar, gli occhi dei fan sono tutti per la vettura NASCAR Chevrolet Camaro ZL1 del trio Button-Johnson-Rockenfeller. Nelle prime sessioni di prove libere e in qualifica, la vettura si è dimostrata velocissima rispetto alla classe GTE AM.

In particolare, Mike Rockenfeller ha battuto di quasi quattro secondi il giro più veloce in classe GTE-AM fatto segnare dalla Ferrari 488 GTE Evo #83 di Alessio Rovera del team Richard Mille AF Corse. Lo stesso Rockenfeller ha evidenziato come la vettura riesca ad avere un buon comportamento in pista, oltre ad essere molto divertente da guidare.

È grande, è cattiva, è potente, è rumorosa. Sì, ci sono alcuni punti in cui forse facciamo più fatica di una macchina GT. Avevamo sempre il timore di essere troppo lenti nelle curve Porsche. In realtà non lo siamo. Siamo piuttosto veloci. Onestamente, l’auto è semplicemente fantastica. È divertente da guidare.”

24 le mans rockenfeller nascar
La NASCAR Chevrolet Camaro ZL1 del trio Button-Johnson-Rockenfeller alla 24 Ore di Le Mans, Credit: Hendrick Motorsports

Leggi anche: 24 ore di Le Mans 2023 | Risultati Hyperpole: prima fila Ferrari


La prestazione mostrata in pista, per il campione DTM, non è un qualcosa di inatteso.

Non sono molto sorpreso ad essere onesto, perché ho lavorato a stretto contatto con il team tutto il tempo”, ha sottolineato a Sportscar365. “Quindi sapevo più o meno cosa aspettarmi. Forse non ne eravamo sicuri, perché il simulatore è pur sempre un simulatore. Non conosciamo il modello esatto della pista e il grip. Quindi hai sempre un po’ di incertezza, ma nel complesso non conosci gli ultimi due secondi di una pista del genere se non hai avuto la possibilità di provare la vettura in pista.”

Sulle aspettative per il weekend il team ha lavorato duramente con l’obiettivo di essere vicino alla classe GTE-AM come tempi sul giro:

Il nostro obiettivo era quello di essere vicini alle GT in termini di tempo sul giro. Penso che ci siamo riusciti, perché sicuramente in qualifica il distacco è maggiore che in gara.”


Rimani sempre aggiornato sul mondo Endurance entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

Classifica MotoGP, Moto2 e Moto3 dopo il GP d’Argentina

Simona Dominici

F1 | Il tempo di Ricciardo in F1 sta volgendo al termine?

Eleonora M.

DTM | Norisring – Beffa per Stolz in gara 1: pit stop non valido…per un curioso errore

Alessandro P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.