Luglio 24, 2024
Paddock News 24
EndurancePN24

GT | Primi indizi della nuova GT3 di Mercedes-AMG

Mercedes-AMG sta gettando le basi per lo sviluppo della nuova vettura GT per le gare GT3. Intanto emergono i primi indizi.

È una delle vetture più attese nel panorama GT, nonché quella con la più grande responsabilità, ossia rimpiazzare la vincente Mercedes-AMG GT3.

L’erede della Mercedes AMG GT3 è una delle vetture più attese del panorama GT, Credit: Alessandro P per F1inGenerale

“L’obiettivo è sicuramente quello di avere in pista l’auto entro il 2026”, ha spiegato Thomas Jäger, direttore sportivo del progetto DTM di Mercedes-AMG, in un’intervista a Motorsport-Total. “Il piano è che guideremo ancora l’auto attuale nel 2024 e nel 2025. Poi vedremo cosa è possibile fare nel 2026. C’è una tempistica di sviluppo e un piano. Scopriremo come questo potrà essere implementato nelle prossime settimane.”

Resta però da vedere se sarà effettivamente possibile soddisfare tutti i team clienti entro l’inizio del 2026. Si tratterebbe di un obiettivo estremamente ambizioso, considerando che il periodo di sviluppo e test sarebbe già inferiore a due anni.


Leggi anche: GT | Mercedes annuncia la squadra AMG per il 2024


Motore turbo, guidabilità e versatilità

Pur non rivelando ancora su quale vettura stradale si baserà la nuova GT3, Jäger ha specificato che avrà il motore turbo che sostituirà l’attuale V8 aspirato da 6,2 litri. Attualmente Mercedes sta già utilizzando un motore turbo sulle vetture GT4, un V8 biturbo da 4 litri.

Da un punto di vista tecnico in Mercedes non vogliono stravolgere il concetto di un’auto vincente:

“L’ottima qualità di produzione, le dimensioni delle prese d’aria e l’aspetto, che somiglia più all’auto di serie che a un’auto da corsa. Come il suo predecessore, la vettura deve essere facile da usare, affidabile e avere bassi costi operativi.

Sulle prestazioni, il focus è posto sulla guidabilità e sulla versatilità poichè rivolta anche ai piloti gentleman:

“L’auto – sia sul bagnato che sull’asciutto, con freddo o caldo, in qualifica o sui long run – deve essere molto performante e costante. Abbiamo pneumatici con una spalla molto bassa e anche questo è un punto molto importante.”


Rimani sempre aggiornato sul mondo Endurance entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


*Immagine di copertina, credit: ADAC DTM

 

Articoli Correlati

IMSA | Petit Le Mans 2023 – Dopo 4 ore: Porsche al comando, titolo in bilico

Francesco Ghiloni

Formula E | Città del Messico E-Prix – Vittoria col brivido per Wehrlein e Porsche, il retroscena del post gara

Alessandro P

MotoGP | Trackhouse fa chiarezza sui possibili piloti per il 2025

Gioele Natoli

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.