Maggio 21, 2024
Paddock News 24
EnduranceWEC

WEC | Le classifiche dopo la 6 ore di Spa [Round 3/8]

Il terzo weekend del WEC 2024 è giunto al termine: vediamo assieme le classifiche Hypercar e LMGT3 dopo la 6 ore di Spa

La 6 ore di Spa del WEC è stata la prima gara di una nuova era del Mondiale Endurance, con 9 costruttori ora in Hypercar, l’avvento delle LMGT3 e l’addio delle LMP2. Andiamo a vedere le classifiche del WEC  2024 dopo un round pieno di colpi di scena in tutte le classi.

WEC | 6 ore di Spa – Sintesi e risultati: Trionfo della Porsche JOTA #12 in una gara caotica
Photo Julien Delfosse / DPPI

Hypercar: Porsche continua a tenere la testa della classifica

Come negli scorsi anni il mondiale Hypercar Costruttori sarà assegnato in base ai punti segnati dalla migliore vettura della casa. Ogni casa costruttrice può nominare un massimo di 2 vetture in grado di segnare punti per la classifica costruttori. Le eventuali auto eccedenti lottano per il Trofeo Team, e sono trasparenti per la classifica iridata costruttori.

La Classifica Hypercar Costruttori dopo la 6 ore di Spa

Difficilmente si poteva immaginare una 6 ore di Spa più caotica, e ancora più difficilmente si potevano prevedere questi risultati, ma dopo 8 ore la Porsche #12 JOTA di Will Stevens e Callum Ilott ha vinto, la prima Hypercar privata a trionfare nel WEC.

Porsche, grazie all’inatteso secondo posto della #6 Penske continua a estendere il suo dominio sugli altri marchi, allontanandosi da Toyota e Ferrari con quest’ultima che ha guadagnato in questa tappa sulla casa nipponica e con Lamborghini, Cadillac e Isotta Fraschini che sono rimaste a bocca asciutta.


Leggi anche:

WEC | Presentata la Alpine Alpenglow Hy4, il prototipo a idrogeno “laboratorio” della casa francese

Nella classifica riservata ai team privati, la Porsche #12 JOTA allunga dopo la vittoria a Spa, con 11 punti sulla #83 AF Corse, mentre per Proton è sfumata una possibile vittoria overall e nella classifica team, con Andlauer e Jani

wec classifica hypercar spa

In classifica piloti, la situazioni è più complicata per i team italiani di AF Corse e Lamborghini, con la casa del toro che ancora non è riuscita a raccogliere dei punti. c’è da dire però che gli equipaggi di Ferrari AF Corse hanno recuperato dalla decima e diciannovesima posizione, andando poi all’attacco delle Porsche ufficiali e quindi da menzionare l’ottimo passo e la gestione gara.

L’equipaggio #12 Porsche composto da Will Stevens, Callum Ilott e Norman Nato nonostante il loro 0 di Imola, continuano a essere davanti alla Toyota #7 (Conway/Kobayashi/De Vries) e alla Ferrari #50 (Fuoco/Molina/Nielsen) e al diretto inseguimento dell’equipaggio #6 della Porsche (Estre/Lotterer/Vanthoor)

Photo Joao Filipe / DPPI

LMGT3: continuano le gare imprevedibili

Andando avanti con le classifiche del WEC, la Porsche #92 Manthey PureRacing di Malykhin/Sturm/Bachòer continua a tenere la testa della categoria delle LMGT3, seguita poi dalla BMW #31 del team WRT, e al terzo posto dalla Aston Martin #27 del Heart of Racing Team nonostante il loro doppio 0 in questa tappa. Ritiro e 0 in classifica anche per la BMW #46 di Martin/Rossi/Al Harthy, che è stata una delle prime auto a ritirarsi, nel primo grosso incidente della corsa.

Sale invece inaspettatamente nella parte alta della classifica la Porsche #91 di Manthey EMA grazie alla vittoria in una rocambolesca gara dopo il loro doppio risultato negativo nelle precedenti gare. Anche la Lamborghini #60 Iron Lynx, che ha perso la gara nel finale per la necessità di un ulteriore sosta, guadagna i primi punti con il terzo posto, così come la McLaren #59 United di Cottingham/Costa/Saucy, a lungo leader della corsa.

Questa nuova classe ha mantenuto le aspettative che si erano create durante la pausa invernale, andando a offrire a piloti e spettatori, grande azione in pista con sorpassi magnifici e manovre mozzafiato che vanno a riflettere la grande competitività delle macchine e dei piloti, in una classe pensata per i piloti amatori più competitivi, affiancati da due professionisti. Tutto questo si può notare da quanto le vetture nelle prime posizioni siano vicine fra di loro.

Prossimo appuntamento per la leggendaria 24h di Le Mans il 15-16 Giugno! Appuntamento da non perdere!


Rimani sempre aggiornato sul mondo Endurance entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Foto di copertina: Photo Joao Filipe / DPPI

 

Articoli Correlati

24 Ore di Le Mans 2023 | I punti chiave del weekend

Antonio Etienne Villa

DTM | “Alcuni costruttori hanno chiesto modifiche per Zandvoort”, i piani di ADAC per la tappa olandese

Alessandro P

DTM | Entry list e calendario della prima stagione ADAC

Alessandro P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.