Luglio 22, 2024
Paddock News 24
Breaking NewsExtremeE

Extreme H | L’Extreme E passa all’idrogeno, presentata la nuova vettura e il campionato

Con l’arrivo dell’idrogeno l’Extreme E diventerà Extreme H, la Pioneer 25 sarà la nuova vettura del campionato

Dal 2025 l’Extreme E diventerà Extreme H passando quindi all’idrogeno, la vettura che prenderà parte al campionato sarà la Pioneer 25.

Extreme H - Pioneer 25
Foto: Extreme H

La nuova Pioneer 25 sarà alimentata da celle a combustibile a idrogeno da 75kW ed è stata progettata e costruita dalla Spark Racing Technology. Il peso della Pioneer 25 è di 2200 kg, quindi più pesante della Odyssey 21 di 300kg. La potenza massima della nuova vettura sarà sempre di 400kW e andrà da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi. Con la Odyssey 21 condivide anche la capacità di poter superare pendenze oltre il 130%. Le celle combustibile a idrogeno saranno fornite dalla Symbio, azienda francese che nel 2023 ha visto l’acquisizione di una partecipazione paritaria da parte di Stellantis, Forvia e Michelin. I team avranno inoltre la possibilità di progettare e modificare la carrozzeria anteriore e posteriore della macchina e i fari.

Il primo test pubblico della vettura sarà nella prossima tappa dell’Extreme E in Scozia, per l’Hydro X Prix, il 13 e 14 luglio. Ci sarà un test anche in Sardegna a settembre.


Leggi anche: Formula E | Portland E-Prix – Orari TV e anteprima della penultima tappa stagionale


Oltre alla vettura è stato anche anticipato anche parte del calendario della Stagione 1 dell’Extreme H. La prima gara sarà in Arabia Saudita, la serie poi si sposterà in Regno Unito, in Germania, in Italia e negli Stati Uniti. Saranno quindi 5 località per un totale di 10 gare.

Inoltre è stata confermata anche la partnership tra Extreme H, FIA e Formula 1 con lo scopo di valutare gli sviluppi e le potenzialità dell’idrogeno nel futuro del motorsport. Per questo è stato creato l’Hydrogen Hub che monitorerà sia le celle montate sulle vetture sia la tecnologia a idrogeno usata durante l’evento. Ovviamente verrà monitorata anche la sicurezza della tecnologia.

Alejandro Agag, fondatore e CEO di Extreme H:

“Innanzitutto, qualsiasi competizione deve essere entusiasmante. Pensiamo di avere un’auto straordinaria con prestazioni notevoli. I tifosi possono aspettarsi le stesse emozioni con una tecnologia completamente nuova. Stiamo vivendo un’avventura e ci stiamo addentrando in acque inesplorate. L’importante però è partire ed è quello che faremo. Vogliamo essere noi a indicare la strada per il futuro della mobilità e dell’idrogeno. Questa evoluzione non solo promette gare più veloci e più intense, ma significa anche un impegno a esplorare il potenziale dell’idrogeno come fonte di energia sostenibile e performante, rivoluzionando la mobilità senza emissioni di carbonio su scala globale.”

Rimani sempre aggiornato sulla Formula E e Extreme E entrando nel canale Telegram specifico.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


 

Articoli Correlati

F1 | Il Red Bull Ring oltre le polemiche: prolungato il contratto fino al 2030

Martina Luraghi

F1 | UFFICIALE – Cardile entra in Aston Martin: arriva il comunicato.

Caterina Rizzo

Formula E | Ufficiale: Porsche gareggerà almeno fino al 2026, il Vicepresidente Laudenbach: “Vogliamo dare un contributo nel lungo periodo”

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.