Maggio 24, 2024
Paddock News 24
FormulaE

Formula E | Berlino E-Prix – Gara 1: Evans vince davanti a Bird, primo podio per Maserati

Mitch Evans vince l’E-Prix di Berlino di Formula E davanti a Sam Bird regalando alla Jaguar la prima doppietta, terzo Gunther per il primo storico podio della Maserati in un E-Prix spettacolare.

La Formula E è tornata questo weekend facendo tappa a Berlino con un doppio E-Prix. Envision e Jaguar si confermano in forma: dopo la vittoria di Evans davanti a Cassidy e Bird in Brasile, la Pole è andata a Buemi. Al suo fianco in griglia di partenza ci sarà proprio l’inglese della Jaguar.

Envision Buemi Formula E Berlino E-Prix
Foto: Envision Racing via Twitter

Nelle qualifiche, alle spalle di Buemi e Bird, Vandoorne e Ticktum hanno conquistato la seconda fila, davanti a Dennis e Cassidy. Sette Camara e Gunther precedono Evans e Vergne davanti all’altra Maserati con Mortara. Difficoltà per Porsche: Wehrlein quindicesimo e Da Costa diciannovesimo.


Leggi l’intervista fatta ad Edoardo Mortara: Formula E | Mortara e la difficoltà con le Gen 3: “È difficile trovare il limite quando non hai la piena fiducia nella vettura”


Cronaca della gara

Segui in diretta l’E-Prix di Berlino di Formula E. La cronaca inizierà alle 14.55, la pagina si aggiorna automaticamente ogni 90 secondi. Ricordiamo che la gara è visibile in chiaro su Mediaset 20.

14:55 – Buon sabato pomeriggio, questo è l’E-Prix di Berlino dall’Aeroporto di Tempelhof!

14:58 – Cinque minuti allo spegnimento dei semafori.

15:00 – 40 sono i giri da percorrere, l’attack mode è in curva 6.

15:02 – Scorrono le grafiche con le posizioni di partenza, in griglia ci sono solo le vetture.

15:03 – Ecco il burnout, prossimo aggiornamento allo start!

Partenza: Ottima partenza di Vandoorne che tenta l’attacco su Bird mentre Buemi difende la prima posizione, ma straordinario Ticktum che all’esterno passa il trio prendendosi la testa della corsa!

G2: Vergne prova a recuperare posizioni dopo esser sceso in P14, nel mirino la McLaren di Rast. Dai box ricordano a Ticktum l’importanza della gestione dell’energia.

G3: Attack mode da un minuto per Ticktum, Buemi, Vandoorne e Di Grassi. Primo è quindi Bird, terzo Gunther.

G4: I due piloti appena citati vanno in attack mode, Ticktum riprende la testa della corsa davanti a Buemi.

G5: Vandoorne attacca Gunther e conquista la quinta piazza. Ancora attack mode per Ticktum e Buemi che scendono in P3 e P4, questa volta però con tre minuti a disposizione.

G6: Bird e Dennis continuano a marcare i due davanti: terzo il pilota Jaguar, sesto già all’attacco (per ora vano) su Gunther il pilota Andretti.

G7: Ecco che Dennis prende la P5 su Gunther, finisce l’attack mode di Ticktum e Buemi.

G8: Mortara attacca Sette Camara e prende la settima posizione, il brasiliano scivola decimo alle spalle di Evans e Vergne. Buona mossa anche di Bird che attacca Buemi e conquista la P2.

G9: Gestione perfetta dell’attack mode per Bird che passa Ticktum e diventa leader della corsa! Anche Vandoorne prende la posizione sull’inglese della NIO mentre a centro gruppo c’è un danno all’ala anteriore di Sette Camara.

G10: Lungo di Bird in curva 6, Vandoorne prende la testa della gara!

G11: Incidente in curva 1 tra Rast e Sette Camara, ala rotta anche per l’inglese. Mortara sale al comando dell’E-Prix superando Vandoorne, Bird lascia andare Evans per la P6.

G12: Safety Car! Che disdetta per Mortara e Vandoorne che avevano appena attivato l’attack mode, Dennis nuovo leader della gara.

G15: Rientrata ai box la SC, bandiera verde! Vandoorne avanza in quarta passando Ticktum, che scala in settima dopo aver subito l’attacco dei due Jaguar.

G16: Dennis va in attack mode e scende in quinta, avanti Evans prende la P3 sorpassando Vandoorne.

G17: Mortara rallenta davanti e il gruppo di testa è estremamente compatto: Bird prende la posizione su Vandoorne, Evans e Dennis attaccano e si portano alle spalle dell’italo-svizzero, che poi va in attack mode e rientra proprio alle spalle di Dennis.

G18: Molta confusione davanti, Mortara ed Evans vanno in attack mode e scendono in P4 e P5, incidente per Lotterer che tampona Rast, a sua volta penalizzato di cinque secondi per l’incidente di prima.

G20: Incidente! Contatto tra Vandoorne e Ticktum, coinvolti anche Nato e Hughes. Safety Car in pista.

G21: Vandoorne tutt’altro che felice nei confronti di Ticktum che prova a spiegarsi ma non riceve attenzioni dal belga.

G22: Cassidy ha l’ala rotta ed effettua così un pit stop. Evans in testa alla gara davanti a Buemi, poi le Maserati di Gunther e Mortara, quindi Dennis, Wehrlein, Da Costa, Muller, Fenestraz a completare la Top10.

G23: Bandiera verde, ricomincia l’azione! Attack mode finale per Evans che ora è terzo negli scarichi di Gunther, in testa è tornato Buemi.

G24: Dura meno di un giro la leadership dello svizzero, Gunther attacca in curva uno e diventa primo, Bird attacca Evans ma deve mollare e per un soffio non viene tamponato da Dennis.

G25: Evans è il nuovo leader della gara davanti a Bird, le Jaguar hanno scalzato le due Maserati con Gunther davanti a Mortara.

G26: Buemi si riprende la posizione sul podio attaccando Mortara prima e Gunther poi. Fenestraz è salito nono davanti a Muller.

G27: Le due Maserati subiscono un attacco anche da Dennis che segna il giro veloce.

G28: Cambia ancora tutto davanti! Buemi passa le Jaguar e diventa primo, Dennis scende clamorosamente in settima posizione ed entra in battaglia pure Da Costa adesso quinto!

G29: Bird passa il compagno di squadra Evans e torna in seconda posizione, Wehrlein è in attack mode mentre Dennis si lamenta via radio.

G30: Mortara subisce l’attacco di Dennis che sale quindi in sesta, grandissima gara di Da Costa che da diciannovesimo è adesso quarto. Ma soprattutto ancora una novità al comando, Bird in testa alla gara!

G31: Contatto tra Dennis e Da Costa! Lunghissimo in staccata Dennis che ha perso il controllo in frenata nel tentativo di passare la Maserati e ha colpito di traverso il portoghese, ritiro per entrambi clamorosamente.

G33: Finalmente stabile la situazione in classifica: Bird primo davanti a Buemi, Evans, Gunther, Wehrlein e Lotterer. Poi Mortara, Vergne, Muller e Cassidy in zona punti.

G34: Buemi si avvicina a Bird e prova a sottrargli la prima posizione ma l’inglese resiste.

G36: Questa volta Bird cede all’attacco di Buemi: Envision di nuovo in testa!

G37: La direzione gara annuncia l’aggiunta di tre giri ai 40 previsti.

G38: I primi quattro sono incollati tra loro: Buemi, Bird, Evans e Gunther hanno creato un buon margine su Lotterer che tra l’altro dovrà scontare i cinque secondi di penalità.

G39: Bird prova ad attaccare Buemi ma non ne ha e al contrario viene sorpassato da Evans.

G40: Ottimo lavoro di Evans che prende la testa della gara con una bella mossa su Buemi in staccata di curva 1. Ultimo attack mode da attivare: è Wehrlein, P9, di un minuto.

G41: Evans è davvero scappato via, a Bird resta eventualmente la speranza della P2 ma deve fare attenzione anche alla possibile risalita di Gunther.

G42: Bird ci prova ancora su Buemi in curva 9 ma tiene duro il pilota ex DAMS.

G43: Ultimo giro! Bird affonda la staccata in curva 6 e passa la Envision di Buemi, è secondo!

Bandiera a scacchi: Evans taglia il traguardo e vince anche a Berlino! Podio per Bird e soprattutto per Gunther che ha passato Buemi al fotofinish regalando il primo podio alla Maserati!

Immagine

Questa la classifica del primo E-Prix di Berlino del weekend, appuntamento alla giornata di domani!


Rimani sempre aggiornato sulla Formula E entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

Formula E | Tokyo E-Prix – Debacle McLaren in Giappone, James: “Non siamo riusciti a garantire un pacchetto competitivo”

Alessandro P

Formula E | I nuovi pneumatici Hankook non convincono a pieno i piloti: “Vorremmo avere più grip”

Alessandro P

Formula E | Ufficiale: Colpo ABT Cupra, Lucas di Grassi torna nel team al fianco di Müller

Giada Di Somma

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.