Maggio 24, 2024
Paddock News 24
FormulaEPN24

Formula E | Giacarta E-Prix – Jaguar in chiaroscuro, Evans terzo in Gara 2: “Dobbiamo guardare avanti”

Jaguar TCS è tornata da Giacarta con il terzo posto di Evans in Gara 2, ma anche con un altro incidente tra i suoi piloti, un episodio che la compagine britannica di Formula E aveva già vissuto in India

L’E-Prix di Giacarta di Formula E ha regalato a Jaguar TCS Racing solamente un podio, il terzo posto di Mitch Evans in Gara 2.


Leggi anche: Formula E | Giacarta E-Prix – Gara 2: Vince Gunther, primo trionfo di Maserati!


Prima della tappa indonesiana, Evans era reduce – nelle precedenti quattro corse – da due vittorie, un secondo e un quarto posto. Per altro, la Jaguar I-Type 6 ha ormai raggiunto delle ottime prestazioni velocistiche.

Il confronto in vetta con Porsche era una realtà, tant’è che Cassidy e Envision si erano presi la testa nelle rispettive classifiche.

Difficoltà

Invece, Jaguar in Indonesia ha vissuto momenti non facili. Momenti che si sono tramutati in imbarazzo, quando Bird ha tamponato Evans nel finale di Gara 1, spedendolo contro le barriere. La stessa dinamica si era già verificata in India.

Che la situazione potesse essere difficile, al sabato, TCS lo ha desunto sin dalle qualifiche. Evans undicesimo, Bird sedicesimo e la sensazione di una Gara 1 complessa, viste le poche possibilità di sorpasso e i ‘soli’ 36 giri che avrebbero reso la competizione meno tattica del solito.

Infatti, al momento del contatto, Evans e Bird stavano correndo in ottava e nona posizione. Pochi punti, che però avrebbero fornito comunque un importante aiuto, soprattutto per la graduatoria costruttori.

L’incidente di Gara 1 ha lasciato l’amaro in bocca. Il responsabile James Barclay ha già annunciato provvedimenti, se non altro per comprendere come la relazione tra i piloti possa inficiare sul lavoro della squadra.

Il riscatto di Evans in Gara 2

In Gara 2sulla distanza dei 38 giri – Jaguar TCS ha invece parzialmente recuperato. Fondamentali, ancora una volta, le qualifiche, con Evans terzo.

Il neozelandese ha lottato nelle posizioni di vertice, giocandosela, pur senza mai avere il ritmo di Gunther e di Jake Dennis. Il gradino più basso del podio – visto il vuoto fatto da Gunther e Dennis nella seconda parte dell’evento – è stato alla fine il miglior risultato possibile.

Molto meno memorabile, la domenica di Sam Bird. Quattordicesimo in mattinata, il britannico ha accusato un problema tecnico prima partenza. Un guasto, che lo ha estromesso immediatamente dal confronto.

Sam Bird alla guida della I-Type 6 – Alastair Staley / LAT Images courtesy of Jaguar TCS Racing Credits

“Questo fine settimana abbiamo faticato tantissimo. Il podio di Evans è stato per la squadra l’unico aspetto positivo, visti gli sforzi. Lavoreremo tutti duramente in vista di Portland“, queste le parole di Bird.

Da parte sua, Mitch Evans si è detto comunque ‘soddisfatto’. “Dopo Gara 1, tornare a casa con un trofeo e un sorriso è stato già un grande sollievo, oltreché una bella sensazione“, ha detto il classe 1994.

Il neozelandese ha precisato: “Ci mancava molto ritmo in gara e non avevamo la stessa energia di Max Gunther e Jake Dennis, ma sono comunque riuscito a gestire chi mi precedeva e a salire sul podio. Non vedo l’ora di correre per la prima volta all’E-Prix di Portland“.

Anche il responsabile James Barclay ha posto l’accento sull’importanza del podio. “Abbiamo lavorato instancabilmente per migliorare l’assetto della vettura e la gestione degli pneumatici durante il fine settimana. In Gara 2, Evans ha fornito una prestazione eccezionale sia in qualifica che in gara. Sono momenti come questi che sostengono le classifiche e il confronto in campionato. Sono molto orgoglioso della squadra“.


Rimani sempre aggiornato sulla Formula E entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Copertina: Official Jaguar TCS Racing Website Credits

Articoli Correlati

F1 | Galà FIA 2023: Baku protagonista del FIA Prize Giving 2023: orario e dove vederlo.

Alice Mattei

F1 | GP Azerbaijan – Russell: “Fatto il giro veloce solo perchè ero in una brutta posizione”

Mariangela P.

F1 | Pronto il rinnovo per entrambi i piloti Ferrari, Vasseur: “Arriveranno nel 2024”

Sara Bonaduce

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.