Giugno 19, 2024
Paddock News 24
FormulaEPN24

Formula E | Incendio batteria a Valencia, cosa hanno scoperto le indagini e cosa cambierà nella sicurezza?

La Formula E e WAE hanno scoperto la causa dell’incendio della batteria nei test di Valencia. Per il futuro saranno adottate nuove specifiche per la sicurezza.

Nei test prestagionali di Formula E a Valencia, al di là della prestazione in pista, sono stati caratterizzati dall’incendio di una batteria. Il fornitore di batterie, la Williams Advanced Engineering (WAE), è pronto ad adottare degli accorgimenti tecnici per migliorare la sicurezza nella manutenzione delle batterie.

Il problema si è verificato nella giornata del 24 ottobre e si è innescato dal sistema di accumulo di energia ricaricabile (RESS) della DS E-Tense FE23 di Robert Shwartzman. L’auto è stata quindi portata in una zona di sicurezza e il RESS è stato rimosso dalla vettura.

Come svelato da The Race, i tecnici WAE e FIA hanno scoperto di non essere in grado di comunicare con il RESS tramite il sistema di gestione della batteria. Successivamente nel garage WAE si è verificato un guasto secondario, che ha innescato un arco elettrico e poi un incendio.

formula e batteria valencia
La DS Penske di Robert Shwartzman, da cui è partito l’incendio di Valencia, Credit: Formula E

Leggi anche: Formula E | Le ultime sul calendario 2024: Misano in pole, Portland possibile doppia tappa


Un contattore elettrico alla base dell’incendio

Le successive indagini hanno portato alla luce la causa dell’incendio: un contattore elettrico di alta tensione, generalmente utilizzato per accendere o spegnere un circuito elettrico. Da sottolineare che il RESS era sicuro dal rischio di alta tensione.

Un primo provvedimento da parte della Formula E riguarda l’installazione di nuovi contattori sull’intera dotazione di unità RESS utilizzate dai team. Ci sarà, inoltre, un controllo sulle temperature dei contattori e dei limiti di sicurezza. Oltre a questi sviluppi immediati, WAE ha comunicato ai team che verranno apportati miglioramenti alla protezione del sistema di gestione della batteria (BMS).

Sono previste modifiche più a lungo termine che includeranno test RESS e approvazione in fabbrica, inclusa una specifica soglia di superamento/fallimento della temperatura dei contattori.


Rimani sempre aggiornato sulla Formula E entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


*Immagine di copertina, credit: ABB FIA Formula E

Articoli Correlati

F1 | Le curiosità e le statistiche al termine del GP di Monaco

Antonia De Falco

F1 | GP Australia – Ferrari al top e Red Bull così così nelle libere: Marko fa chiarezza

Vanessa Cravotta

F1 | Ferrari, Vasseur: “Cosa rimane della mia prima stagione in rosso”

Francesca Anna T

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.