Maggio 22, 2024
Paddock News 24
FormulaEPN24

Formula E | Lola starebbe studiando un ritorno in grande stile

L’anno prossimo, in Formula E potrebbe esordire la Lola, storico marchio britannico in cerca di rilancio dopo il fallimento del 2012

La Lola potrebbe tornare a calcare i più grandi palcoscenici motoristici, gareggiando l’anno prossimo in Formula E. L’indiscrezione, raccolta da The Race, vorrebbe addirittura un test prenotato per i’inizio della prossima estate, con una Gen3. Dopo la registrazione ufficiale come costruttore della categoria, la Lola esordirebbe come fornitore di powertrain, in supporto ad una scuderia già iscritta al Campionato.

Storica casa britannica, fondata nel 1958 a Bromley da Eric Broadley, l’azienda negli anni è stata sinonimo di grandi vittorie. In particolare, nelle competizioni Endurance e in USAC/CART (tre le Indianapolis 500 vinte). All’attivo, ci sono anche diverse stagioni in Formula 1, dove ha raccolto tre podi e una pole position.

Nonostante una storia imprenditoriale e sportiva ricca di successi, l’epilogo non è stato dei migliori. La Lola, infatti, è fallita nel 2012. Tuttavia, dieci anni dopo, Till Bechtolsheimer (uomo d’affari britannico, nonché pilota IMSA) ne ha acquisito il marchio (e la proprietà intellettuale), oltre al suo centro di ricerca e sviluppo, con annessa la galleria del vento.

Una scommessa dalle grandi opportunità

A Bechtolsheimer l‘idea di competere in Formula E sarebbe sorta in seguito alla presenza, da spettatore, durante l’E-Prix di New York del 2022. Negli ultimi mesi, poi, la Lola ha effettuato importanti assunzioni, avendo acquisito i servizi di Mark Preston e Keith Smout, entrambi provenienti dalla compagine Techeetah.


Leggi anche: Formula E | Istituito il Trofeo dei Costruttori: sarà assegnato già da questa stagione


Preston e Smout rinforzeranno un organico nel quale già lavorano il Direttore tecnico Mark Tatham (ex progettista di McLaren e Williams) e il managing director Michael Wilson (già responsabile tecnico di HWA e Mercedes-Benz).

Sempre secondo The Race, Bechtolsheimer avrebbe presenziato anche agli E-Prix di Londra (2023) e a quello più recente di Città del Messico (2024). Nelle occasioni, si sarebbe presentato ai proprietari delle altre squadre. Per conto di Lola, per altro, Preston avrebbe già partecipato a diverse riunioni, comprese quelle della Formula E Teams and Manufacturers Association (FETAMA).

Formula E Lola
La Lola potrebbe tornare alle gare iscrivendosi alla Formula E, una categoria dalle grandi opportunità commerciali, tecnologiche e sportive – The Race/Spacesuit Media/Oscar Lumley Credits

Intervistato dal portale, il pilota e imprenditore britannico è apparso piuttosto reticente. Bechtolsheimer, in effetti, si è limitato a sottolineare come il suo impegno sia volto “a garantire che la Lola torni presto alle corse“. Poi, ha aggiunto che l’azienda sta “preparando qualcosa di veramente eccitante, che potrebbe essere comunicato a breve“.

Alcuni colloqui sarebbero già stati fissati

Al netto degli aspetti sportivi, la scelta della Formula E sarebbe pienamente in linea con la carriera professionale dell’attuale proprietario. Bechtolsheimer, infatti, si è specializzato nell’efficienza energetica e dunque una categoria totalmente elettrica sarebbe il miglior modo per mettere a frutto le competenze acquisite.

In più, ci sarebbe persino la possibilità di usufruire della licenza per una dodicesima squadra. Da quando l’Audi – tre anni fa – ha abbandonato la serie, si comunque è voluta mantenere aperta la possibilità che nuovi compagini possano competere. Tuttavia, come già scritto, l’impegno di Lola sarebbe più che altro volto a supportare un gruppo che è già parte integrante del Campionato.

Del resto, ci sarebbero già stati dei colloqui, con ERT, con MSG e con ABT Cupra. La stessa ABT, dopo il fallimento delle trattative con Porsche, ha confermato di essere alla ricerca di un propulsore che sostenga il passaggio alle Gen3 EVO.

Formula E Lola
L’ultimo grande successo internazionale della Lola, che potrebbe esordire in Formula E l’anno prossimo, è stato il Campionato CART del 2002, vinto da Cristiano da Matta alla guida della Lola B02/00 motorizzata Toyota del Newman/Haas Racing – Motorsport.com/Phillip Abbott/LAT PHOTOGRAPHIC Credits

Alla luce dei presupposti indicati, è indubbio che il 2024 sarà un anno di pianificazione e di valutazioni. Le intenzioni della dirigenza della Lola sono appunto quelle di riportare il marchio britannico nelle competizioni di più alto livello. Non ultimo, si consideri che i mercati sui quali la Formula E potrebbe inserirsi, di base, sembrano offrire grandi prospettive. Tanto in termini commerciali, quanto in termini tecnologici e sportivi.

Non resta allora che attendere l’evoluzione di una vicenda, con tutti i crismi per essere appassionante e, potenzialmente, ricca di spunti.


Rimani sempre aggiornato sulla Formula E entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Copertina: The Race Credits

Articoli Correlati

F1 | Un ministro di Singapore accusato di corruzione: il GP è a rischio?

Vanessa Cravotta

F1 | GP Singapore 2023 – Le previsioni meteo: tempo variabile

Victoria L.

F1 | GP Azerbaijan – Risultati qualifiche: colpo Leclerc, la pole è sua! Beffate le due Red Bull ( cronaca LIVE )

Michele Guacci

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.