Maggio 23, 2024
Paddock News 24
FormulaE

Formula E | Monaco E-Prix – Qualifiche: Fenestraz penalizzato, Hughes eredita la pole position

Jake Hughes ha sbancato le qualifiche dell’E-Prix di Monaco, nona tappa della Formula E, regalando alla McLaren, dopo la penalizzazione di Fenestraz, un risultato di enorme rilievo

Jake Hughes ha primeggiato nelle ‘infinite’ qualifiche dell’E-Prix di Monaco, regalando alla McLaren la prestigiosa pole position del nono appuntamento stagionale della Formula E.

In finale, il britannico se l’è vista con Sacha Fenestraz, che inizialmente lo aveva battuto. Il pilota della Nissan, però, è stato penalizzato per aver utilizzato più potenza dei 350kw consentiti dal regolamento.

Il francese è stato così arretrato di una posizione. Bene anche Nato, classificatosi terzo.

Le prove libere

Davanti a tutti, nelle due sessioni di libere, si erano classificati, rispettivamente, Mitch Evans e Maximilian Gunther. Nelle Prove Libere 1, il portacolori TCS Jaguar ha ottenuto il miglior tempo in 1’30″361. Nelle seconde libere, invece, il tedesco della Maserati ha migliorato il tempo della sessione precedente di oltre 1″, fino all’1’29″269.

Gruppo A

Il cielo sul Principato di Monaco è plumbeo.

Per le qualifiche, i primi a saggiare i 3.337 metri del tracciato e le sue 19 curve sono i concorrenti del Gruppo A.

I due alfieri TCS Jaguar segnano subito i loro riferimenti, Bird in 1’31″604, Evans in 1’30″956. Tra di loro, in successione, si inseriscono però Fenestraz, Frijns, Vandoorne, Ticktum, Nato, Rast, Lotterer.

A cinque minuti dalla fine – con Vergne e Vandoorne a guidare il gruppo – Evans ripassa in testa (1’30″432) e Bird si riporta quarto. I tempi continuano a migliorare e alla fine della sessione è Norman Nato (Nissan) a prendersi il primato – in 1’30″138 – su Fenestraz, Ticktum, Evans.

Non bene, invece, Wehrlein e Bird, settimo e decimo del loro gruppo.

Formula E Monaco Hughes
Classifica Gruppo A – Formula E Credits

Gruppo B

Il Gruppo B viene inaugurato da Hughes e Mortara. Più veloce di 28 millesimi l’alfiere NEOM McLaren (1’31″014). I riferimenti cronometrici volgono presto al 30″ alto, con Gunther capofila provvisorio in 1’30″638.

Le Maserati sembrano trovarsi a loro agio. Mortara (1’30″307) e Gunther (1’30″135) vanno in testa, sebbene poi tra loro si issino Sette Camara e Hughes, con i quattro racchiusi in 132 millesimi.

Al calare della bandiera a scacchi, del quartetto di capofila si migliora il solo Mortara, che passa terzo. Gunther è primo nel Gruppo B (1’30″135), davanti a Hughes, all’altra MSG Maserati di Mortara e a Sette Camara.

Altra elusione in casa Porsche, arrivata dal decimo posto di Felix da Costa. Indietro anche le Envision Racing, con Cassidy quinto – rallentato dal traffico – e Buemi ottavo.

Formula E Monaco Hughes
Classifica Gruppo B – Formula E Credits

Quarti di finale

I quarti cominciano con il confronto tra Ticktum e Fenestraz. I due se la giocano sul filo dei centesimi, ma Fenestraz è bravo a scavare un solco nel settore conclusivo della pista, fermando il cronometro sull’1’29″031, contro l’1’29″326 del londinese.

E’ poi il turno di Evans e Nato. Anche in questo caso, ad affermarsi è la Nissan. Nato è infatti abile a fare la differenza nel tratto di pista che dalla Nuova Chicane conduce fino al traguardo. 1’29″113 per lui, contro l’1’29″350 di Evans e passaggio del turno messo in ghiaccio.

Per il terzo duello, in pista scendono la Maserati di Mortara e la NEOM McLaren di Hughes. Il britannico della McLaren è più veloce per tutta la tornata e infligge all’avversario un distacco di 402 millesimi, concludendo in 1’29″082, contro l’1’29″484 di Mortara.

Il quarto conclusivo oppone Gunther a Sergio Sette Camara. Si torna ad un maggiore equilibrio, se non che il brasiliano è bravo a concludere in 1’29″273, estromettendo Gunther (1’29″636).

Formula E Monaco Hughes
Quarti di Finale – Formula E Credits

 

Semifinali

Le semifinali cominciano con il ‘derby’ in casa Nissan: è ‘Norman Nato vs. Sacha Fenestraz‘.

Le vetture si schierano con un certo ritardo, a causa di un’investigazione della Direzione Gara.

A richiamare l’attenzione dei giudici, un’infrazione di Sette Camara. Il brasiliano si è infatti visto cancellare il tempo dei quarti cancellato per il mancato rispetto della proceduradi allineamento in corsia dei box.

Passa Gunther, dunque.

Quando finalmente le Nissan si sfidano, a tracciare la differenza è come al solito la seconda metà del tracciato. Fenestraz vola in finale, siglando un 1’28″773, contro l’1’29″236 di Nato.

Dall’altra parte del tabellone, l’1 vs 1 ‘Gunther – Hughes’ sorride decisamente a Jake Hughes che scende sotto al 29″, con 1’28″942. Per Gunther, l’1’29″450 non basta per giocarsi la partenza al palo, ma conclude una prima metà di giornata positiva.

Finale

La sfida per il primato delle qualifiche dell’E-Prix di Monaco è un confronto tra Nissan e NEOM McLaren.

Hughes attacca il tempo per primo e parrebbe virtualmente davanti, almeno fino al Portier, salvo poi crollare nel finale.

‘Fatale’ – per il britannico – l’avvalamento immediatamente precedente la Nuova Chicane, dopo il Tunnel.

Al momento di frenare – in pieno trasferimento di carico – Hughes perde la sua Gen 3 ed è bravo a limitare l’accenno di effetto pendolo, arrivando ‘solamente’ lungo.

Al quel punto il transaplino ne approfitta e scava un solco profondissimo. L’1’29″131 di Monaco regalerebbe a Fenestraz – e alla Nissan – la seconda partenza al palo stagionale.

Per Hughes, comunque, l’1’31″616 sarebbe valso un buon piazzamento. Un piazzamento, che a posteriori si sarebbe trasformato, però, in una gioia ancora più grande.

Formula E Monaco Hughes
Hughes, in uscita dal Lowes di Monaco, alla guida della McLaren Formula E – Marco Talluto per F1inGenerale Credits

Il colpo di scena

A qualifiche appena ultimate, Fenestraz viene posto immediatamente sotto investigazione. La motivazione ufficiale: una “infrazione di natura tecnica“.

Effettuate le verifiche, il francese si vede così annullare il proprio giro di finale per “un utilizzo di potenza superiore al limite normativo di 350kW“.

A Monaco, Jake Hughes ottiene così la sua seconda partenza al palo stagionale in Formula  E, dopo quella di Gara 2 in Arabia Saudita.

Le parole di Fenestraz

Abbiamo fatto un buon lavoro – aveva dichiarato Fenestraz  ‘a caldo’, prima ancora di essere penalizzato – e siamo contenti, visto che siamo reduci da alcune gare difficili. Ho continuato a spingere anche quando l’ingegnere via radio mi ha notificato l’errore di Hughes”.

Formula E Monaco Hughes
Fenestraz alla guida della ‘sua’ Nissan e-4ORCE 04 si accinge ad affrontare il Portier – Marco Talluto per F1inGenerale Credits

Il classe 1999 ha poi aggiunto: “Sono soddisfatto per la squadra, ora ci concentreremo sulla gara“.

La classifica ufficiale

Di seguito, la griglia di partenza dell’E-Prix di Monaco 2023.

Formula E Monaco Fenestraz
La Griglia di partenza dell’E-Prix di Monaco – Formula E Credits

Rimani sempre aggiornato sulla Formula E entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

Formula E | San Paolo E-Prix – Orari TV e anteprima della tappa in Brasile

Giada Di Somma

Formula E | Cassidy sull’aumento dei circuiti permanenti in calendario: “Bisogna fare compromessi”

Giada Di Somma

Formula E | Stop alla prima giornata di test a Valencia: un incendio divampa in uno dei garage

Alice Mattei

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.