Giugno 21, 2024
Paddock News 24
FormulaEPN24

Formula E | Roma E-Prix – Per Porsche l’unica opzione è attaccare, Wehrlein: “Correrò senza fare calcoli”

TAG Heuer Porsche non potrà permettersi passi falsi, a partire dalle qualifiche, nella misura in cui l’E-Prix di Roma potrebbe rivelarsi decisivo nelle sorti del Campionato di Formula E

L’E-Prix di Roma, per TAG Heuer Porsche, rischia di assumere i connotati di un processo inappellabile, nel confronto al vertice della Formula E.

La compagine di Stoccarda arriverà in Italia dopo un E-Prix di Portland in chiaroscuro. Se da una parte, in Oregon, Antonio Felix da Costa ha conquistato il terzo posto – fondamentale in ottica classifica squadre – Pascal Wehrlein è di nuovo incappato in una gara tutta in salita. Diciottesimo al via, il tedesco è arrivato ottavo.

Formula E Roma Porsche
Antonio Felix da Costa con la divisa TAG Porsche – Official Porsche Motorsport Website Credits

A Roma – con la doppia gara – è chiaro come gli errori di guida, vedasi la voce ‘qualifiche’ o di assetto, rischino di moltiplicare le difficoltà, con pesanti ripercussioni in termini di punteggi.


Leggi anche: Formula E | Roma E-Prix: Come partecipare alla track walk e alla sessione autografi? Tutte le attività dell’E-Prix


Questione di punteggi

Negli Stati Uniti, Wehrlein ha perso nuovamente la testa della classifica generale – che pure aveva ripreso in Indonesia – ed è scivolato al terzo posto. Davanti a lui, oltre a Nick Cassidy, il nuovo capofila è divenuto Jake Dennis (Porsche, Avalanche Andretti) con 154 punti.

Il britannico è passato in testa al culmine di una serie positiva di cinque podi di fila, cominciata nella seconda gara di Berlino. Wehrlein ne ha raggranellati 138. Felix da Costa, sesto, ha finora guadagnato 93 punti, quattro in meno di Jean-Eric Vergne, il quinto della graduatoria.

Tag Heuer Porsche conduce invece tra le squadre, con 231 lunghezze, sei in più di Envision Racing.

L’evento romano prevederà anche una sessione di prove riservate agli esordienti – come già avvenuto a Berlino – in data venerdì 14 luglio. Sulla 99X Electric TAG Porsche salirà Ye Yifei – classe 2000 – già pilota nel WEC con la 963 LMDh del Team JOTA e che ha provato la vettura elettrica anche in Germania.

Nessuna pretattica

Il percorso di Roma è stato spesso indicato come uno dei più difficili e complessi del calendario. Curve veloci, curve lente, allunghi, poche vie di fuga. L’EUR, per la Formula E, sarà un ritorno alle ‘origini’.

Da questo punto di vista, molto si è dibattutto sulle tattiche di gara e sulla preparazione di un evento così importante.

A tal proposito, Florian Modlinger – responsabile del programma Porsche in Formula E – non ha usato tanti giri di parole. “Per noi sarà attacco totale“, ha dichiarato l’ingegnere bavarese. “La lotta per il titolo è così serrata che non si possono azzardare grandi escamotage tattici. Ogni punto è fondamentale e potrebbe decidere il campionato del mondo“.

Modlinger, al contempo, ha comunque ammesso di non aspettarsi che il campionato possa decidersi a Roma. “Ci sono ancora 58 punti in palio per i piloti nell’ultimo weekend a Londra. Non posso pensare che qualcuno faccia grandi passi in avanti dopo l’Italia, vista anche la sua complessità in termini di guida”.

Piloti pronti al confronto serrato

I piloti sono apparsi convinti e motivati. Oltre a ringraziare la squadra per tutto il supporto ricevuto, Antonio Felix da Costa ha specificato una nota tecnica di particolare rilievo. “Stiamo lavorando con i nostri ingegneri per trovare l’equilibrio perfetto per la vettura. Assettare la macchina nella maniera migliore costituirà la cifra del nostro impegno, in fase di preparazione. Dopodiché ci concentreremo sulle qualifiche. A Roma avranno un ruolo molto più importante che a Portland“.

Wehrlein è ritornato sul tema ‘classifica’. Il teutonico si è detto “non condizionato dagli alti e bassi” di questa sua stagione. Inoltre, l’ex pilota del DTM ha aggiunto: “Aver perso il vertice della classifica non mi ha preoccupato. Comincerò a preoccuparmi del calcolo dei punti a Londra. Prima di allora non ha senso, in quanto la situazione al vertice è ancora troppo serrata“.

Poi, sul rapporto con il tracciato italiano: “Roma è uno dei miei circuiti preferiti. Qui ho ottenuto il mio primo podio con la squadra, due anni fa. Non vedo l’ora di affrontare il circuito, così diverso da quello di Portland. Le sensazioni della vigilia sono buone“.


Rimani sempre aggiornato sulla Formula E entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Copertina: Official Porsche Motorsport Website Credits

Articoli Correlati

F1 | Ferrari: niente aggiornamenti per la SF-24 a Miami

Caterina Rizzo

MotoGP | Jorge Lorenzo rivela il suo favorito per il 2024: “È simile a come ero io”

Luigi Belfiore

F1 | GP Las Vegas – McLaren vuole chiudere in bellezza, Stella: “Ci sarà molto da imparare”

Francesca Brusa

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.