Giugno 12, 2024
Paddock News 24
FormulaEPN24

Formula E | Shanghai E-Prix – TAG Heuer Porsche in chiaroscuro: la vittoria di Antonio Félix da Costa, un podio con Pascal Wehrlein ma tanti punti persi

Nell’E-Prix di Shanghai, la TAG Heuer Porsche ha ottenuto un successo, grazie all’assolo di Antonio Félix da Costa in Gara 2 ma in generale ha raccolto sostanzialmente poco, con delle ripercussioni sulle classifiche della Formula E

La seconda vittoria stagionale di Antonio Félix da Costa in Formula E, in Gara 2 a Shanghai e un fine settimana da protagonista, non hanno rafforzato la TAG Heuer Porsche. In Cina, le 99X Electric hanno sempre corso per il vertice. Il successo del nativo di Cascais – che sabato aveva perso la quinta posizione per una penalità di cinque secondi – ha fatto il paio col secondo posto in Gara 1 di Pascal Wehrlein.

Tuttavia, non sono mancate le ombre, forse superiori alle luci. In Gara 1, infatti, dopo esser stato lungamente in testa, Wehrlein ha perso il primato all’ultimo giro, sorpassato da Mitch Evans. Il tedesco, comunque, si è piazzato secondo, difesosi strenuamente nei confronti di Nick Cassidy. Domenica – tredicesimo al via – il numero 94 è stato di fatto estromesso da Sam Bird che gli ha forato la posteriore sinistra.

Dunque, quando mancano ancora due E-Prix doppi (Portland e Londra), Wehrlein, secondo con 142 punti, è scivolato a meno venticinque dal capofila Cassidy. Félix da Costa, con 84, è settimo. Tra le squadre, la TAG Heuer Porsche è seconda, con 226 punti, dietro alla Jaguar TCS Racing che ne ha raccolti, fin qui, 299. La casa di Stoccarda, però, guida tra i costruttori, con 337 punti, nove in più dei britannici.

I commenti sull’E-Prix di Shanghai

Ultimate le due gare dell’E-Prix di Shanghai, Florian Modlinger e i due piloti hanno analizzato quanto accaduto in Cina.

Nel commento sul sabato – prima che intervenisse la Direzione Gara – Modlinger aveva rimarcato come tra i primi sei ci fossero state tre 99X Electric (compresa quella di Jake Dennis, dell’Andretti Global). Queste le sue parole dopo Gara 1, con Wehrlein secondo: “È stata una grande giornata, molto soddisfacente. Abbiamo avuto ritmo e prestazioni“.


Leggi anche: Leggi anche: Formula E | Un altro costruttore ha confermato l’impegno con la Gen4 fino al 2030


Più ‘sfumato’ e approfondito, il riassunto della domenica. Il responsabile del programma Formula E della Porsche, nello specifico, ci ha tenuto a rimarcare la forza del progetto tecnico, ma anche la cesura rispetto a quello che sarebbe potuto arrivare. “Un pacchetto dominante, prestazioni forti. Questa è stata la cifra della nostra partecipazione a Shanghai“, ha sottolineato l’ingegnere bavarese.

Modlinger ha aggiunto: “Félix da Costa ha portato a casa una vittoria sensazionale, semplicemente fantastica. Sono entusiasta per lui. Compreso Misano, è stata la sua terza vittoria, in pista, stagionale. Mi dispiace per Wehrlein, senza punti in Gara 2. Ha recuperato fino alla top ten dopo essere partito tredicesimo, ma ha subito una foratura“.

E ancora: Inoltre, a Shanghai, abbiamo assistito a un grande lavoro di squadra. Il modo in cui i nostri due piloti si sono sostenuti a vicenda nella gara di sabato ha rappresentato lo spirito che incoraggiamo. Congratulazioni anche ad Andretti Global e a Norman Nato, che ha raccolto il suo miglior risultato stagionale. Grazie alla sua prestazione, siamo ancora più avanti nella classifica dei costruttori”.

Formula E Shanghai Costa
Pascal Wehrlein e Antonio Félix da Costa hanno raggiunto picchi diversi, nel contesto dell’E-Prix di Shanghai della Formula E, ma non è mancata la collaborazione reciproca, come in Gara 1 – Official TAG Heuer Porsche Formula E Team Website Credits

La voce dei piloti

Tra i piloti, molto ha influito l’andamento delle gare. Sull’evento del sabato, infatti, l’aver assunto il primato troppo presto è stato il motivo della vittoria sfumata. Questo, secondo la disamina effettuata da Wehrlein. Domenica, il tedesco è rimasto ancora più deluso.

Formula E Shanghai Costa
Dopo il secondo posto in Gara 1, nella Gara 2 di Shanghai, poi vinta dal compagno Antonio Félix da Costa, Pascal Wehrlein non ha potuto competere, a causa di una foratura che gli ha fatto perdere punti preziosi per il vertice della Formula E – Official TAG Heuer Porsche Formula E Team Website Credits

Questo il commento dell’ex pilota del DTM: Il bilanciamento della vettura non era ottimale nelle prove e nelle qualifiche. Anche l’aderenza non era buona. Dopo le qualifiche abbiamo trovato il problema e l’abbiamo risolto in tempo per gareggiare. In corsa, sono riuscito a recuperare alcune posizioni, prima che il posteriore della mia auto fosse colpito, con conseguente foratura. A quel punto, ho dovuto abbandonare la competizione”.


Leggi anche: Formula E | Shanghai E-Prix – In Cina, la TAG Heuer Porsche andrà per alzare il livello, Antonio Félix da Costa: “Vogliamo delle gare ricche di azione”


Perso un possibile podio in Gara 1 – e poi anche i punti per la penalizzazione – Félix da Costa s’è rifatto alla grande in Gara 2. L’ex alfiere del TEAM JOTA Porsche nel WEC ha impostato la corsa su un ritmo sostenuto, assumendo la testa ‘relativamente presto’, almeno rispetto ai canoni della Formula E.

Due vittorie nelle ultime tre gare. Una prestazione di squadra incredibile. Dopo aver vinto a Berlino, la prima posizione a Shanghai è stata una sensazione indescrivibile“, ha esclamato il lusitano.

Il numero 13 è ritornato sulle varie fasi della sua stagione. “Sono assolutamente felice e voglio ringraziare tutti coloro che hanno creduto in me e mi hanno sostenuto, anche nei momenti difficili“, ha detto. “Domenica, le mie qualifiche sono state ottime. In gara, la mia auto è stata brillante, dall’inizio alla fine. La nostra strategia ha funzionato perfettamente. Porteremo questo slancio nelle ultime quattro gare della stagione”.


Rimani sempre aggiornato sulla Formula E entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Copertina: Official TAG Heuer Porsche Formula E Team Website Credits

Articoli Correlati

WEC | Toyota pronta ad affrontare la 1812 km del Qatar, Kobayashi: “non mi sento ottimista”

Francesco Ghiloni

F1 | Guida al Bahrain International Circuit: storia, caratteristiche e guida alla pista

Francesco Ghiloni

MotoGP | Bagnaia e Bastianini svelano il programma Ducati per i test in Qatar

Samuele Buccoliero

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.