Maggio 21, 2024
Paddock News 24
IndyCar

500 miglia di Indianapolis 2023 – Prove Libere, 2° giorno – Doppietta Chip Ganassi con Ericsson e Dixon

Chip Ganassi continua a segnare il passo nella seconda giornata di prove libere della 500 miglia di Indianapolis, con Ericsson che chiude davanti a Scott Dixon

La seconda giornata di prove libere per la 500 miglia di Indianapolis 2023 vede ancora le Dallara-Honda di Chip Ganassi al comando della classifica.

Stavolta Marcus Ericsson ha ottenuto la miglior prestazione in 229.607 mph, il vincitore in carica precede Scott Dixon in 229.186. Al terzo posto troviamo la Meyer Shank di Pagenaud in 228.681 mph, poi Will Power, Colton Herta e Daly in 228, quindi Sato, O’Ward, Palou e Rossi in 227.

[Classifica per settori]

500 miglia indianapolis prove libere classifica


Leggi anche:

500 miglia di Indianapolis 2023 – Sato in testa nel primo giorno di prove libere!

Gli orari e come seguirla in diretta TV e streaming la Indy 500 2023

IndyCar | Tutti gli iscritti alla 500 Miglia di Indianapolis del 2023


Le squadre hanno provato anche le prime simulazioni di qualifica, anche se un Fast Friday asciutto permetterà alle squadre di concentrare quel lavoro domani.

Nella graduatoria senza scie comunque primeggia Marcus Ericsson in 224.414 mph, davanti a Power in 224,283 e a Ferrucci sulla Dreyer&Reinbold in 224.277 miglie orarie. Ci sono anche McLaughlin, Dixon, VeeKay, Newgarden, Herta, Kirkwood e Carpenter in questa Top-10, con Penske, Andretti e Ed Carpenter ben rappresentate quindi.

In termini di bump day, è invece ancora difficile computare la squadra più lenta, e che quindi andrà a casa domenica non rientrando nei 33 qualificati. Katherine Legge era oggi la più lenta, ma RLL nel complesso non sembra essere messa male.

Firestone porta una mescola più morbida, ma c’è il blistering

Il lavoro di oggi si è concentrato anche sul passo gara, con le gomme Firestone di quest’anno che sono di una mescola più morbida.

I team hanno riportato del blistering sulla posteriore sinistra, malgrado una pista non troppo calda a soli 46°C.

 

Piccolo incidente tra O’Ward e Enerson

La giornata di oggi ha visto anche un piccolo incidente nei 3159 giri percorsi. Enerson è rientrato dentro l’apron di curva 1, mossa consentita in prova, ma non quando arrivano altre auto dalla pit lane, come in questo caso con Pato O’Ward, che certamente ha rischiato grosso, per poi lamentarsi nettamente poco dopo.

Un porblema di comunicazione tra spotter (Spender Pigot) e pilota ha causato questa situazione, con Pigot che ha poi chiesto a Enerson di non parlare insieme a lui.

Copertina: Immagini INDYCAR


Rimani sempre aggiornato sul mondo IndyCar e sulla 500 miglia di Indianapolis entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


 

Articoli Correlati

IndyCar | GP Road America – L’inarrestabile Palou: “Una vittoria di squadra”

Lorenzo P

IndyCar | Conferenza stampa fiume per Josef Newgarden dopo lo scandalo P2P: “ho deluso la squadra, ma non sono un bugiardo”

Francesco Ghiloni

IndyCar | Obiettivo 2024: sarà l’anno del riscatto in casa A. J. Foyt Racing?

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.