Maggio 22, 2024
Paddock News 24
IndyCar

500 Miglia di Indianapolis | Diretta Indy 500 2023: Newgarden vince in un finale caotico!

Segui in diretta la cronaca e i risultati della 500 miglia di Indianapolis 2023: Palou, VeeKay e Rosenqvist in prima fila!

Una delle corse più antiche del mondo, senza dubbio tra le più veloci, le più complesse, e la più ambita: è la 500 miglia di Indianapolis, che seguiremo con la nostra cronaca testuale in diretta fino alla bandiera a scacchi. La Indy 500 2023 ha fin qui avuto un’ottima premessa, con Chip Ganassi e McLaren le squadre più in forma, avendo piazzato tutti i propri piloti nelle prime file, ma ci sono anche sorprese come Ferrucci e AJ Foyt in quarta posizione, così come Pedersen in 11ª.

Non ci resta dunque nient’altro da fare se non vivere i 200 giri che ci separano dal traguardo, e dal nuovo vincitore del “Greatest spectacle of Racing”. La bandiera verde è prevista alle 18.45.


Leggi anche: La griglia di Partenza della Indy 500 2023

Gli orari TV della 500 miglia di Indianapolis 2023

IndyCar | 500 miglia di Indianapolis 2023 – Meteo e note pre-gara


Cronaca in diretta Indy 500 2023

L’articolo si aggiorna automaticamente ogni 60 secondi – Ultimi aggiornamenti in alto

Classifica Indy 500 2023

Classifica 500 miglia Indianapolis 2023
La classifica della 500 miglia di Indianapolis 2023, Credit: NTT IndyCar

22.30 – Il sempre discusso Santino Ferrucci continua la sua striscia di Top-10 alla Indy 500, e conquista il primo podio, dopo essere stato in lotta per la vittoria dall’inizio alla fine. Palou (straordinaria rimonta dalla P25), Rossi, Dixon, Dato, Daly, Herta, e VeeKay completano la Top-10.


“Ti guardano come un fallito se non la vinci (la Indy 500), e la volevo vincere così tanto, sapevo di avere i mezzi per farcela”. “Sapevo che non sarebbe stata facile, che saremmo andati agli ultimi giri come sempre succede”, queste le parole del vincitore.
Gran lavoro comunque anche per Ericsson, giunto a un passo dalla sua seconda vittoria. Newgarden è quasi entrato ai box per tagliargli la scia e evitare il controsorpasso.

Il due volte campione IndyCar Josef Newgarden trionfa alla 500 miglia di Indianapolis 2023, la 19ª vittoria per Penske, dopo essere partito dalla 17ª posizione

BANDIERA A SCACCHI: Newgarden riesce nel sorpasso in curva 3, e conquista la sua Prima Indy 500!

200/200 – Bandiera verde, Ericsson riparte bene.

22:11 – Si riaccendono i motori.

22:10 – La Direzione Gara sta ancora controllando la classifica però!

198/200 – Bandiera rossa. Ericsson aveva preso il comando davanti a Ferrucci nei pochissimi istanti di bandiera verde.

197/200 – Niente da fare! Incidente sulla linea di partenza, Pedersen e Carpenter coinvolti.

196/200 – Bandiera verde!

21:57 – I primi 6: Newgarden, Ericsson, Ferrucci, Rossi, Palou, Dixon.

21:54 – Riaccensione motori in corso. Il giro in corso è il 195, ci saranno forse 4 giri alla fine.

194/200 – Dunque, potrebbero esserci massimo 2 o 3 giri alla fine. Sarà una ripartenza davvero rischiosa.

193/200 – Si riparte, O’Ward perde dopo un gran sorpasso su Newgarden, e poi lo supera anche Ericsson. Poi contrattacca sullo svedese, perde il controllo e va a muro. Canapino inspiegabilmente coilpisce il messicano molto tempo dopo, mentre anche Pagenaud va a muro. Bandiera rossa.

192/200 – La bandiera verde non viene data perchè il gruppo era ancora troppo lento.

191/200 – La bandiera verde sarà data al termine di questo giro.

190/200 – Siamo ancora sotto caution. Kirkwood affranto nell’intervista su NBC, ma è ok.

189/200 – Ancora sotto Caution, Hunter-Reay, Ilott, Kanaan e Canapino si fermano per l’ultima sosta. O’Ward, Ericsson, Newgarden, Rossi, Ferrucci, Palou, Daly, Dixon, VeeKay e Herta la Top-10.

21.33 – Giro 188 in corso, ci saranno quindi 12 giri di gara quando scatterà di nuovo la bandiera verde.

21.32 – La classifica con 13 giri alla fine:

21:30 – L’abbiamo vista brutta, ma i motori si riaccendono, siamo pronti al restart.

21:29 – Tutti gli strateghi sono al lavoro per progettare quelli che saranno gli ultimi 13 giri di gara.

187/200 – Siamo sotto bandiera rossa. Sembra che fortunatamente la ruota posteriore sinistra di Kirkwood sia atterrata lontano dagli spettatori, sul campo da golf. Entrambi i piloti sono fuori dalle auto.

185/200 – CAUTION! Rosenqvist perde il controllo, va a muro, lo prende Kirkwood che si ribalta!

184/200 – O’Ward supera Ericsson, questa potrebbe essere una mossa decisiva.

183/200 – O’Ward infila Rosenqvist! Gran sorpasso!

181/200 – O’Ward ai box.Rientra dietro a Rosenqvist, ma con gomme fresche e crediamo più carburante.

180/200 – Rossi quasi supera Newgarden per la P4 virtuale (forse). Al momento Ericcson è P7.

177/200 – Al comando ora troviamo Pato O’Ward, che si fermerà negli ultim giri. Rosenqvist pressa Ericsson.

173/200 – Al comando dopo le soste troviamo però Ericsson davanti a Rosenqvist, Ferrucci ora perde terreno!

172/200 – Solo un’ammonizione per l’incidente ai box.

171/200 – Ultima sosta anche per Newgarden, Ericsson, Kirkwood e Rosenqvist!

170/200 – Ferrucci rientra ai box. Una gomma finisce fuori controllo ma viene ripresa dai meccanici, ci sarà penalità?

169/200 – Problemi per Power, rientra lentamente ai box! Ha toccato leggermente il muro.

166/200 – Davanti non cambia molto, segnaliamo Kirkwood P4 dietro a Newgarde, e Palou P8.

163/200 – Ferrucci tira in 219 mph.

161/200 – Tantissimo traffico dietro, Canapino è andato al contatto con Malukas, che quasi prende il volo!

160/200 – Ferrucci in testa! Preso anche Ericsson. O’Ward, leader della strategia alternativa, è 12°.

159/200 – Ferrucci ora è secondo, ha preso Newgarden.

158/200 – Tante manovre dietro, che coinvolgono anche Canapino e McLaughlin.

157/200 – Bandiera Verde! Gran manovra di Ferrucci su Rossi e Rosenqvist, è terzo!

152/200 – O’Ward, Carpenter, Sato, Ilott, Power, Hunter-Reay, McLaughlin, VeeKay, Malukas, Castroneves, Canapino. Sono solo alcuni che ne hanno approfittato per pittare. Davanti, ancora Ericsson e Newgarden

151/200 – Anche Grosjean – così come Sting Ray Robb in precedenza – è stato tradito dallo sporco. Una volta persa aderenza, il francese non ha controllato la sbandata della sua vettura che è andata a sbattere. Sarà interessante valutare la possibile evoluzione tattica, condizionata da questa bandiera gialla

150/200 – Altra neutralizzazione. Fuori Grosejan che archivia nel peggiore dei modi una domenica complessa, per sè e per Andretti

148/200 – Via radio, intanto, O’Ward continua a confrontarsi col muretto per la gestione del carburante. Il messicano al momento è 5°

147/200 – Newgarden ancora in scia a Ericsson. Davanti a loro c’è Herta che attende di essere doppiato

143/200 – Alex Palou è 9° e attenzione, perché Newgarden sembra averne per scavalcare il numero 8

142/200 – La neutralizzazione ha stravolto la domenica di O’Ward e Rosenqvist. Ericsson sta guidando la gara, con Newgarden, Rosenqvist, Rossi e Ferrucci nella sua scia

139/200 – Rosenqvist è stato passato anche da Newgarden

138/200 – Confronto tra svedesi. Ericsson che era secondo dopo la sosta, scavalca il numero 6 per il primato

136/200 – Con 4 soste ciascuno, al momento è ritornato primo Rosenqvist. O’Ward è sprofondato sesto, pagando la scelta di rientrare in anticipo rispetto ai concorrenti

133/200 – Altro contatto in pit lane. Herta, dopo la sua sosta, colpisce Grosjean che stava andando verso la sua piazzola

132/200 – Cambio gomme e benzina anche per Felix Rosenqvist

131/200 – Kanaan va a rifornire e Palou sale ancora. Il catalano è 12°

129/200 – Il messicano O’Ward ai Box, mentre all’inizio della successiva tornata Ericsson scavalcs Newgarden

125/200 – Verso Curva 1, Rossi passa Herta per la sesta piazza

123/200 – Di nuovo Rosenqvist salta il compagno messicano. Intanto, molto più indietro, Palou è 16°, VeeKay 28°

122/200 – O’Ward guida, ma Rosenqvist è nei suoi scarichi

118/200 – Felix Rosenqvist e Pato O’Ward continuano a sorpassarsi e a rispondersi. I due sembrano voler trasformare il Catino dell’Indiana nel ‘loro giardino di casa’

113/200 – La neutralizzazione ha dato una buona mano ad Andretti. Herta in questo momento è in sesta posizione, mentre Kirkwood è decimo

111/200 – Rosenqvist strappa ancora ad O’Ward, sempre alla prima curva, il primato provvisorio

110/200 – Le Arrow McLaren di O’Ward e Rosenqvist stanno dando vita ad un confronto serratissimo, ricomiciando da dove avevano finito prima della bandiera gialla

107/200 – Ilott continua a scendere in classifica, scavalcato anche da Ferrucci, Newgarden, Ericsson, Herta. O’Ward in testa!

104/200 – Grandissima ripartenza per Ericsson che si è issato quinto. O’Ward ha preso la testa, mentre VeeKay ha dovuto scontare un drive-through per l’episodio che ha estromesso Palou dalla corsa

101/200 – Si ricomincia! Rosenqvist va primo subito e O’Ward lo imita, relegando Ilott al terzo posto. Nel gruppo c’è grande confusione e le vetture si appaiano, arrivando a competere su quattro diverse linee di guida

100/200 – La neutralizzazione è ancora in vigore. A condurre è passato Callum Ilott.

98/200 – L’ormai ex capofila Palou ha ripreso la pista, ma è solo 25° e si è dovuto rifermare ancora, cambiando il musetto. Durante le soste, si era rischiato il contatto anche tra Lundgaard e Harvey

Palou rallentato da VeeKay

96/200 – Incredibile quanto successo in corsia dei box. Nella concitazione di riprendere la pista – ma ancora in pit lane – VeeKay ha perso la sua Dallara in sovrasterzo e ha colpito Palou, schiacciandolo a sinistra contro il muretto. VeeKay – la cui piazzola è quella immediatamente dietro il numero 10 – al momento è 8°, ma potrebbero esserci delle conseguenze, se non altro per la bandella dell’ala danneggiata

94/200 – Tutti i primi della classifica ai box. Ma incredibile! Palou è fuori dai giochi

92/200 – Neutralizzazione. Sting Ray Robb ha terminato la sua domenica contro al muro. Il pilota Dale Coyne ha perso la vettura sullo sporco. Poco prima, Kanaan aveva dato spettacolo, approfittando della battaglia tra McLaughlin e Sato per infilandoli contemporaneamente, all’interno, passando sull’erba

91/200 – Le Arrow McLaren stanno dando vita ad un continuo scambio di posizioni. Rosenqvist ripassa primo

89/200 – Subito dietro i primissimi, da segnalare la buona ottava piazza di Newgarden. La gara è ancora lunga, ma sembrerebbe uno spiraglio di luce per il pilota Penske, dopo le qualifiche molto difficili per lui

85/200 – Ritiro anche per R.C. Enerson

82/200 – O’Ward ancora. E’ primo. All’esterno su Rosenvist in curva 1. Il giro si chiude col sorpasso di Ferrucci su VeeKay per la terza piazza virtuale

79/200 – Uno svedese al comando. Rosenqvist scavalca il compagno O’Ward in Curva 1. Poco dopo la regia ci ripropone – sempre alla stessa curva – un gran sovrasterzo controllato da Castroneves.

Il brasiliano, al momento, è 30°

76/200 – Ferrucci attacca e sopravanza Palou alla penultima curva

72/200 – Il poleman Palou è scivolato quarto, con oltre 1″ dalla vetta. Vetta che è al momento tra le mani di O’Ward, con Rosenqvist a meno di tre decimi

68/200Il terzo stint di gara si apre con il grande sorpasso all’interno di Curva 1 di O’Ward su VeeKay. VeeKay che con l’overcut aveva passato Palou. Il messicano si mette in testa, sopravanzato anche il compagno svedese

66/200 – Si fermano Rosenqvist, Rossi e Newgarden

64/200 – Box per VeeKay e Sato

Giro 61/200 – Il pilota Ganassi Palou e Ferrucci di nuovo insieme ai box per la seconda sosta. Rientra anche Dixon, nelle retrovie. Tornano in pista 23° e 24°

Giro 60/200 – Prosegue la domenica difficile di Andretti. Al momento, il migliore dei loro è Kirkwood, 13°

Giro 58/200 – Termina qui la gara di Katherine Legge

Primo quarto di Indy 500

Giro 55/200 – Ricapitoliamo la classifica della Top 10, trascorso 1/4 di gara abbondante. Palou guida davanti a VeeKay, poi Rosenqvist, Rossi, Ferrucci, O’Ward, Power, Ericsson, Newgarden, Sato. Subito dopo, Kanaan e McLaughlin. Il primi tre sono racchiusi in meno di un secondo

Giro 48/200 – Palou torna a condurre, passando all’interno il più diretto concorrente e concludendo la manovra in Curva 1

Giro 47/200 – Alle spalle di VeeKay e Palou, ci sono Rosenqvist e Rossi. Ferrucci ha perso una posizione ed è quinto, poi O’Wrad, Power, Ericsson, Newgarden, Sato

Giro 42/200 – VeeKay intanto ha ripreso la testa su Palou. Prosegue il confronto tra i due piloti ‘europei’

Pericolo ai box

Giro 41/200 – La Legge è sprofondata, dopo la lunghissima sosta, perdendo 5 giri dai primi

Giro 36/200 – Da segnalare, nel corso delle prime soste, la brutta e pericolosa sbandata in corsia box della Legge. Fortunatamente per lei – e per l’incolumità degli addetti ai lavori – la situazione si è risolta con il probabile spiattellamento delle gomme che l’hanno costretta a rientrare dopo un paio di tornate

Giro 35/200 – Ai box Rossi, O’Ward, Kirkwood, Power. Primo va Lundgaard. Nel rientrare in pista Rosenqvist deve sfidare Rossi

Giro 32/200 – VeeKay ripara ai box e riprende la pista dietro Palou. In testa va Rossi

Giro 30/200 – Il capofila Palou, Ferrucci, Ilott, Enerson sono tutti in pit lane. Il catalano rientra nel ‘traffico’, in posizione 25

Giro 29/200 – Anche Pedersene Castroneves si sono fermati per la loro sosta

Giro 28/200 – Dixon ha perso un giro. Fermata anche per Grosjean

Dixon estromesso dai giochi

Giro 27/200 – L’anteriore sinistra di Dixon vibra notevolmente e il neozelandese è costretto ai box

Giro 25/200 – Davanti, con VeeKay e Palou, corrono Rossi e Ferrucci. Dixon sprofonda e passato anche da Newgarden è 13°

Giro 19/200 – Ferrucci e Rossi in azione su Dixon

Giro 16/200 – Ennesimo scambio di posizioni tra VeeKay e Palou in una fase di gara di studio

18:55 – Ancora VeeKay su Palou, Rosenqvist e Dixon si tengono in scia

18:52 – Palou e VeeKay si scambiano di nuovo la posizione. I piloti iniziano a risparmiare carburante

18:50 – VeeKay passa davanti, Palou si accoda

18:49 – Rahal riesce a partire ma deve recuperare dei giri

18:48 – Bandiera verde, Palou mantiene la prima posizione

18:47 – Si lavora incessantemente sulla vettura di Rahal che in questa gara utilizza un motore Chevrolet

18:42 – Primi problemi per Graham Rahal in partenza del giro di formazione

18:40 – Motori accesi!

Verso la Indianapolis 500, edizione numero 107

18:37 – Inno dell’Indiana, a breve l’accensione dei motori

18:31 – Ultimi preparativi per i piloti che sono pronti a salire in macchina

18:26 – È ora il momento di Star-Spangled Banner, l’inno nazionale americano, cantato da Jewel

18:23 – “God bless America” è la prima canzone patriottica in lista.

18:21 – È ora il momento di “Taps”, in memoria dei caduti.

18:19 – La preghiera dell’Arcivescovo di Indianapolis inizia le cerimonie pre-gara

18:17 –

18:09 – Grande ovazione per Tony Kanaan. Dopo 390 gare, appenderà il casco al chiodo definitivamente stasera. Chip Ganassi potrebbe però aiutarlo all’ultima vittoria (la seconda qui).

18:00 – Introduzioni dei piloti fatte, è ormai tempo di pura concentrazione.

17.44 – Cielo praticamente coperto al 100%, ma scarse chance di pioggia.

17.30 – Buongiorno dall’Indianapolis Motor Speedway! Ci aspettano le cerimonie pre-gara, questo il programma:

  • 17:47 – Inizio introduzioni piloti
  • 18:18 – Preghiera
  • 18:24 – Inno Nazionale
  • 18:36 – Back Home Again in Indiana
  • 18:38 – Driver Start Your Engines (Roger Penske dal podio)
  • 18:45 – Bandiera Verde. Adam Driver, noto attore, sarà lo starter cerimoniale

Palou sempre in lotta negli ultimi anni

Prevedere la Indy 500 è estremamente difficile, ma ci sono alcuni dati significativi:

  • Dopo l’introduzione dell’Universal Aerokit sulla Dallara DW-12 nel 2018 nessuno ha vinto da dietro la 4ª fila
  • La pit window è circa ogni 30-35 giri, serviranno circa 5 pit stop per arrivare alla fine, o 6 con una strategia aggressiva.
  • Le gomme quest’anno sono più morbide e potrebbero causare dei rallentamenti a fine stint a causa del blistering.
  • Il record di velocità media in gara è di Helio Castroneves, durante la sua quinta vittoria nel 2021: in quell’edizione i duecento giri previsti furono percorsi in 2h47m19.3846, alla media di oltre 305 km/h. Per eguagliare questo primato serviranno pochissime caution, furono solo due quell’anno.
  • Alex Palou, il poleman, contese la vittoria proprio a Castroneves in quella edizione, ed era peraltro in lizza anche lo scorso anno. Chip Ganassi Racing è risultata sempre tra i top team al Brickyard dopo l’introduzione dell’Aeroscreen.


Segui gli ultimi aggiornamenti sull’IndyCar anche sul nostro canale Telegram

Seguici sui social: Telegram – TikTok – Instagram – Facebook – Twitter


Copertina: INDYCAR

Articoli Correlati

IndyCar | GP of Long Beach – Qualifiche: brilla Felix Rosenqvist, autore di una fantastica pole position

Lorenzo P

500 miglia di Indianapolis 2023 – Sato in testa nel primo giorno di prove libere!

Francesco Ghiloni

IndyCar | Ufficiale: Sting Ray Robb sarà nuovo il nuovo portacolori di Foyt nel 2024

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.