Maggio 21, 2024
Paddock News 24
IndyCar

IndyCar | 500 Miglia di Indianapolis 2023 – Qualifiche – Palou orgoglioso: “Ora, però, testa alla gara”

Alex Palou ha regalato a Ganassi la terza partenza al palo consecutiva nell’Indianapolis 500, aggiungendo un’altra pietra miliare alla sua carriera in IndyCar

Alex Palou ha riscritto la storia dell’Indianapolis 500, il più atteso tra gli appuntamenti della stagione IndyCar.

IndyCar 500 Palou
Palou incredulo dopo la prestazione nelle qualifiche di Indianapolis – Official Twitter Account NTT IndyCar Series Credits

L’iberico ha concluso il run decisivo della Fast 6 con una velocità media, sulle quattro tornate, di 234.217 mph – pari a 376.936 km/h. La pole position dell’edizione numero 107 è stata dunque la più veloce nella storia della celebre gara dell’Indiana.

Per Ganassi – alla terza partenza al palo consecutiva, dopo quelle di Dixon nel 2021 e 2022 – le qualificazioni di Indianapolis, più in generale, sono state il sinonimo di una notevole prova di forza. In effetti, tutte e quattro le vetture dell’omonima scuderia hanno raggiunto la Top 12.

Leggi anche: 500 miglia di Indianapolis 2023 | La griglia di partenza: Alex Palou in pole position


Nello specifico, oltre al primato di Palou, è arrivato anche il sesto posto di Scott Dixon, l’ottavo di Takuma Sato e il decimo di Marcus Ericsson.

Il confronto con Rinus VeeKay

In Fast 6, Palou è stato il terzo a scendere in pista, subito dopo Dixon (a sua volta preceduto da O’Ward) e prima di VeeKay, Ferrucci e Rosenqvist.

Di fatto – nel confronto con VeeKay – dei quattro giri da compiere, per il classe 1997 quello fondamentale si è rivelato essere quello iniziale.


Leggi anche: IndyCar | 500 Miglia di Indianapolis 2023 – Guida al format delle qualifiche


Procedendo con la comparazione dei turni di Palou e dell’olandese classe 2000, l’alfiere Ganassi ha avuto una velocità migliore nella tornata uno, con 235.131 mph contro le 235.019 mph del concorrente.
Al contrario, nelle tre successive, il portacolori Ed Carpenter Racing ha sempre prevalso, con 234.399 vs. 234.403, 233.930 vs. 233.982 e 233.415 vs. 233.444. Eppure, proprio grazie alla differenza iniziale, la media oraria di VeeKay di 234.211 mph non è servita che per la seconda posizione. A conti fatti, comunque, un ottimo risultato.
Una prestazione che ha confermato la forza e l’adattamento del numero 21 sul tracciato di Indianapolis, in entrambe le configurazioni.

VeeKay e Indianapolis

In IndyCar dal 2020 (sempre con la scuderia Ed Carpenter Racing) VeeKay proprio sul tracciato stradale dell’Indiana ha ottenuto la prima Top 5 e il suo primo podio (nel 2020), nonché la prima vittoria, quest’ultima nel 2021.

IndyCar 500 Palou
VeeKay celebra con i meccanici la seconda piazza delle qualifiche – Rinus VeeKay Official Twitter Account Credits
La seconda piazza nelle prove ufficiali della Indy 500 del 2023 ha arricchito un ruolino di marcia molto positivo. In effetti, tra il 2020 e il 2022, il nativo di Hoofddorp si era già qualificato, rispettivamente, quarto, terzo e ancora terzo. In gara, però, VeeKay non è mai andato oltre l’ottavo posto (2021).
Insomma, una sfida di tale portata – per di più arricchita da un coriaceo Felix Rosenqvist, terzo alla fine, ma sempre protagonista sin dalle prime libere – ha regalato a Palou un’altra perla.

Le parole del poleman

Al di là della forza simbolica della partenza al palo ad Indianapolis, lo spagnolo, nella sua soddisfazione, ha comunque predicato calma.

Ovviamente – ha sottolineato Palou al portale Paddock Eye un risultato del genere è immenso, sia per me che per i ragazzi della squadra. Sapevamo che sarebbe stata dura, ma i meccanici e i tecnici della Honda hanno fatto un lavoro straordinario. La vettura è stata velocissima“.

L’iberico, però, ha poi aggiunto: “Sono orgoglioso del lavoro svolto fin qui per arrivare dove siamo. Sapevamo di dover essere aggressivi con l’assetto per ottenere un buon primo giro e potercela giocare. Il quarto giro è stato molto difficile da impostare e da percorrere, ma ce l’abbiamo fatta. Festeggeremo, ma poi ci prepareremo per la prossima settimana“.



Seguici anche su Telegram con il canale dedicato alla 500 Miglia di Indianapolis e all’IndyCar

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

IndyCar | PPG 375 / Texas 2023 – Malukas divertito: “Che splendida confusione”

Lorenzo P

IndyCar | Gran Premio di Long Beach 2023 – Kirkwood per la storia, gioia Andretti

Lorenzo P

IndyCar | La risposta del Team Penske alle squalifiche di Saint Petersburg

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.