Giugno 21, 2024
Paddock News 24
IndyCarPN24

IndyCar | Come l’ibrido darà più potenza alle vetture, modificando la sensibilità dei piloti sull’acceleratore

Con l’arrivo dell’ibrido, la potenza delle vetture dell’IndyCar è destinata a crescere, ridefinendo il modo di affrontare le curve di bassa e media velocità

Le vetture IndyCar 2024 – una volta montato l’ibridoavranno più potenza rispetto al recente passato. Un aspetto, quest’ultimo, che si tradurrà sia nella gestione dei sorpassi, che nella definizione delle strategie.

L’ingresso della nuova tecnologia, programmato per le gare successive alla Indy 500, aumenterà sensibilmente il numero dei cavalli vapore (CV). I V6 2.2 litri biturbo Honda e Ilmor-Chevrolet, infatti, partono da una base di 725/750 CV, in configurazione da ovali corti e piste stradali. A questi, il sistema che recupera energia ne aggiungerebbe altri 60, utilizzabili premendo un pulsante sul volante.

Inoltre, con la conferma del push-to-pass basato sul turbo, ci sarebbe un contributo di ulteriori 50 CV. In caso di necessità, i piloti potranno scegliere di sfruttare l’aumento di cavalli, ricorrendo al turbo o all’ERS, in modo indipendente o combinato. In totale, le Dallara turbo ibride – alla massima potenza – potrebbero sfiorare gli 850 CV. Per la prima volta dall’era CART/Champ Car negli anni 2000, le vetture Indy tornerebbero a superare la soglia degli 800 CV.

I pareri di Kyle Kirkwood e Will Power

Sui possibili cambiamenti in termini di gudabilità delle monoposto, RACER ha intervistato Kyle Kirkwood e Will Power. Kirkwood, in particolare, ha tuttavia leggermente ridimensionato questo nuovo ‘mito della potenza’, limitandolo ad alcuni fasi specifiche.

Bisogna essere in potenza da qualifica con il dispiegamento di energia e il push-to-pass attivo“, ha dichiarato l’alfiere Andretti Global. “Non è che il sistema ibrido possa contenere abbastanza energia per correre un intero rettilineo a tavoletta. Richiederebbe una batteria troppo grande. Ma per brevi periodi, come in uscita di curva, si parla di circa 850 cavalli“.


Leggi anche: IndyCar | Ufficiale: svelate le livree Arrow McLaren per il 2024


Da parte sua, il portacolori del Team Penske (due stagioni complete in Champ Car alle spalle, tra il 2006 e il 2007), ha spiegato in che modalità le prestazioni saranno migliori. Il sistema aiuta molto nell’uscita delle curve“, ha spiegato Power. “È un ottimo complemento alla formula del nostro motore, che ha una bassa cilindrata e una bassa coppia. In combinazione con il push-to-pass e con i turbocompressori, però, ci sarà una potenza notevole quando tutto sarà attivato“.

Nello specifico, l’MGU sarà spesso utilizzato come un dispositivo di riempimento della coppia in uscita dalle curve più lente, quando i V6 turbo sono sul fondo della loro gamma di giri e non ne garantiscono molta. Al contrario, grazie alla capacità del meccanismo di recupero di fornire coppia istantanea agli pneumatici posteriori, i piloti IndyCar accelereranno in modo più deciso. Così facendo, per esempio, raggiungeranno più rapidamente la velocità massima – con l’unità ERS attivata – in uscita dal tornante della curva 11 di Long Beach, dalla Keyhole di Mid-Ohio e in tutte le altre curve del calendario in cui si deve ‘giocare’ con il pedale del gas.

IndyCar Ibrido Vetture
Con l’ibrido, le vetture IndyCar saranno guidate in maniera diversa, specialmente nelle curve lente – RACER/Phillip Abbott/Motorsport Images

Power ha aggiunto: “Anche il solo uso dell’MGU è davvero ottimale, in quanto fornisce molta coppia ai bassi regimi, quando la si desidera davvero in uscita di curva. In queste condizioni, 60 cavalli in più sono un sacco di potenza, perché sono istantanei. Analizzando la gestione della coppia e della potenza in curva, si può notare come l’MGU apporterà di per sé già un notevole cambiamento“.


Segui il nostro canale Telegram dedicato all’IndyCar
Seguici sui social: Telegram – TikTok – Instagram – Facebook – Twitter


Copertina: LWOS/Chris Owens/Penske Entertainment Credits

Articoli Correlati

IndyCar | Grand Prix of Portland – Palou vince e si laurea campione per la seconda volta

Alessandro P

MotoGP | Aprilia, Massimo Rivola ammette: “Non penso che siamo pronti a lottare con Ducati”

Sara Bonaduce

F1 | Charles Leclerc aprirà una gelateria in Italia? Trapelano informazioni sul progetto LEC

Vanessa Cravotta

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.