Maggio 23, 2024
Paddock News 24
IndyCar

IndyCar | GP Alabama – Barber 2023: McLaughlin vince davanti a Grosjean

Scott McLaughlin trionfa al Barber Motorsports Park dopo una gran lotta con Romain Grosjean, Power conquista il primo podio della sua stagione Indycar

Scott McLaughlin ha trionfato al GP dell’Alabama davanti a Romain Grosjean e Will Power. Il pilota Penske ha conquistato la quarta vittoria in IndyCar, la prima stagionale, dopo una corsa giocata sulle strategie al Barbera, e interrotta da una sola caution.

Grosjean, partito dalla pole, è stato il leader della strategia a 2 soste, mentre McLaughlin è emerso come il leader delle tre soste dopo un problema alle sospensioni poateriori per Newgarden, a seguito di un contatto al via.

Malgrado la Safety car al giro 39 abbia quasi equalizzato le due strategie, alla fine McLaughlin è riuscito a sfruttare meglio le gomme nel finale, e dopo un gran sorpasso di Grosjean nell’outlap della #3 Penske, il campionissimo delle V8 Supercars si è rifatto, riprendendosi la 1ª posizione pochi giri dopo.Per Grosjean c’è stata anche molta sfortuna, con un glitch nel sistema di Push to Pass che è passato da 99 a 0 secondi rimanenti.

McLaughlin è il quarto vincitore in quattro gare diverse in questa stagione, e si lancia per il Mese di Maggio che culminerà il 28 con la 107ª edizione della 500 miglia di Indianapolis.

Primo podio stagionale anche per Will Power, il campione in carica, dopo un avvio molto difficile della stagione.

Classifica GP Alabama 2023

IndyCar barber alabama grosjean mclaughlin classifica

Primi giri

Grosjean scatta benissimo, ma dietro O’Ward prende Palou e cerca l’attacco sul francese, che non riesce e gli fa anche perdere a posizione su Palou.

Palou passa all’attacco  su Grosjean al giro 3, con il pilota Andretti che si difende di nuovo.

Tra i piloti che hanno fatto maggiori progressi troviamo Herta, dalla 14ª alla nona posizione sulle rosse.

Le Firestone option non durano molto però, dopo solo 10 girii primi 4 sono sui tempi di McLaughlin, 5° e primo con le nere, assieme al compagno Newgarden.

Prime soste per Rosenqvist e il Team Penske

Al giro 14 Rosenqvist e Newgarden sono i primi ai box, seguiti il giro dopo da Rossi. I 3 vanno su 3 soste, e il giro dopo anche McLaughlin si aggiunge al gruppetto. I due Penske sono su gomme rosse, e girano quindi 1 secondo piuù veloce di Grosjean.

Grosjean, Palou, O’Ward e Dixon però non reagiscono, puntando a due soste.

Il gruppo a 3 soste, guidato da Newgarden, recupera però molto velocemente, girando anche 1,5 s più veloce e iniziando a superare i piloti nelle retrovie che non si sono ancora fermati.

Herta intanto è costretto a cedere posizioni per risparmiare gomme, ne beneficia Lundgaard, ora 6°.

I sorpassi rallentano Newgarden e compagnia, che però sono a 17 secondi dal leader. Ericcson nel fratttempo supera VeeKay per portarsi in 7ª piazza dietro Kirkwood.

Le strategie divergono IndyCar barber mclaughlin Grosjean

Herta alla fine si arrende al 27° giro e monta le dure, mentre Newgarden è ormai in 7ª posizione, a 16 secondi da Grosjean.

Dixon, e O’Ward si fermano al giro 29, e rientrano dietro a Malukas, con O’Ward che rientra appena davanti alla #9.

Il giro dopo rientrano anche Grosjean e Palou, c’è una lotta in pista tra Palou e O’Ward vinta dal messicano. Lundgaard, che pure ha cambiato le gomme, supera Dixon e insidia anche Palou. Grosjean, dopo essere rientrato davanti a Malukas, perde la posizione pochi giri dopo.

Newgarden intanto si ferma al 37° giro, dopo essere stato superato dal compagno McLaughlin. La #2 continua a soffrire a un problema a una sospensione posteriore.

Prima caution per un guasto alla #51 IndyCar barber mclaughlin Grosjean

La #51 di Stig Ray Robb si ferma in pista, e subito McLaughlin e Rossi si fermano ai box per anticipare una sosta, assieme ad altri piloti.

Al giro 39 giunge la caution, con Grosjean che torna in testa, davanti a McLaughlin (con il vantaggio di carburante) e Pato O’Ward. Newgarden è ora 7° dietro a Palou e Lundgaard.

Si riparte al giro 42, Dixon passa Newgarden, McLaughlin non riesce a prendere Grosjean. La #3 però ci ritenta al giro 44, ma il neozelandese viene respinto dalla difesa di Grosjean. Lundgaard però supera Palou, e si lancia all’attaco di O’Ward, che non riesce a tenere il passo dei primi 2.

Al giro 55 il gap tra Grosjean e McLaughlin è di 1 secondo, mentre O’Ward è a 8 secondi davanti a Lundgaard e Palou, mentre dietro Newgarden e Dixon guidano il gruippone.

Herta è il primo ad effettuare la seconda sosta al giro 60. Grosjean si ferma il giro dopo, assieme a O’Ward.

Gran lotta dietro con Newgarden che non ha più passo, Power, Rossi e Rosenqvist ne approfittano. Dixon si ferma al giro 62, Newgarden il giro dopo.

Super sorpasso di Grosjean su McLaughlin, che però restituisce il favore IndyCar Barber

McLaughlin spinge moltissimo, così come Grosjean nei suoi outlap, con la 3 Penske che rientra nel giro 64.

McLaughlin rientra davanti a Grosjean, la Andretti è incollata al Push to pass ma non riesce nel sorpasso alla curva 5. Grosjean però si inventa un sorpasso fantastico all’ultima curva sfruttando le gomme fredde di Mclaughlin, e malgrado un grosso snap in trazione.

Will Power è l’ultimo ad effettuare l’ultima sosta, e rientra con gomme rosse davanti a O’Ward, in 3ª posizione.

Grosjean però ha sfruttato tutto il push to pass, a differenza di McLaughlin, che sembra aver più ritmo, e inizia il controattacco. McLaughlin riesce infine nel sorpasso al giro 72, dopo un lieve lungo di Grosjean.

Power, nel frattempo, sfrutta le rosse per rosicchiare secondi al duo di testa, passando a 10 a 4 secondi di distacco con 10 giri alla fine. La #12 Penske però non ne ha abbastanza per superare Grosjean, visto il degrado delle option nel finale di gara.

McLaughlin vince e conquista la sua terza gara in carriera, davanti a Grosjean, Power, O’Ward, e Palou, con O’Ward che ha resistito all’assalto di Palou per tutto l’ultimo stint.

Lundgaard, Dixon Rossi, Rosenqvist e Ericcson completano la Top-10, con Armstrong primo dei rookie dopo una gran rimonta.

 


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

IndyCar | St Petersburg GP 2024 – Anteprima e Orari TV

Lorenzo P

IndyCar | Niente Indy 500 per Abel Motorsports: saranno 34 le vetture iscritte all’edizione 108

Lorenzo P

IndyCar | Presentato il format della gara ‘spettacolo’ del Thermal Club

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.