Luglio 19, 2024
Paddock News 24
IndyCarPN24

IndyCar | Honda Indy 200 at Mid-Ohio 2024 – Qualifiche: Alex Palou ottiene la prima pole position dell’era turbo ibrida

Le serrate qualifiche di Mid-Ohio hanno visto Alex Palou  conquistare la pole position, la sua terza nella stagione 2024 dell’IndyCar, nonché la prima in assoluto della nuova era ibrida

Alex Palou è stato il più rapido nelle qualifiche della Honda Indy 200 at Mid-Ohio, conquistando a Lexington la terza pole position personale nella stagione 2024 dell’IndyCar. L’alfiere del Chip Ganassi Racing si è dovuto confrontare con Pato O’Ward, poi secondo. Terzo, uno straordinario David Malukas e in quarta posizione Colton Herta, il migliore tra gli alfieri dell’Andretti Global.

Non certo memorabile la giornata di Scott Dixon, Will Power e Josef Newgarden, eliminati già nel Gruppo 2. I tre cominceranno la gara, rispettivamente, dalla tredicesima, quindicesima e diciassettesima posizione, una in meno rispetto al loro piazzamento effettivo delle qualifiche. In effetti, il pilota della Ganassi e i due del Team Penske si gioveranno della penalizzazione inferta a Felix Rosenqvist.

In particolare, lo svedese del Meyer Shank Racing (tredicesimo), insieme a Marcus Armstrong (quinto) e a Pietro Fittipaldi (ventitreesimo) hanno cambiato il motore (termico) senza autorizzazione. La Direzione ha perciò loro comminato una penalità di sei posizioni in griglia.

Le prove libere

Il venerdì di Mid-Ohio si è aperto con le prime libere, il cui miglior tempo è stato l’1’07″0650 di Alex Palou. Dietro allo spagnolo Alexander Rossi, in 1’07″5093 e il compagno Marcus Armstrong, in 1’07″5442. La sessione è stata ‘spezzettata’ da due bandiere rosse. La prima, a causa del motore rotto da Agustin Canapino. La seconda, per un testacoda di Jack Harvey.  Negli ultimi venti minuti, inoltre, c’è stata la pioggia.


Leggi anche: IndyCar | Ufficiale: Christian Lundgaard in Arrow McLaren nel 2025


Nelle seconde libere, il primato è andato a Pato O’Ward, in 01’05″9862. Il messicano ha chiuso in testa, con Grahal Rahal secondo, in 01’06″0439 e Colton Herta terzo, in 01’06″1639. Quarto, per il Meyer Shank Racing, David Malukas, che ha concluso il suo giro più rapido in 1’06″2076.

IndyCar Mid Ohio Qualifiche
Sin dalle libere dell’IndyCar a Mid-Ohio, ancora prima delle qualifiche, David Malukas si è messo in luce, per il Meyer Shank Racing – Paul Hurley/Official NTT IndyCar Series Website Credits

Il Gruppo 1

Il primo segmento delle qualifiche muove da una scelta quasi massimamente condivisa. Tutti sulle primary, (Rosenqvist su quelle usate) tranne Pietro Fittipaldi, sulle alternate. Dopo gli iniziali passaggi di rodaggio, i riferimenti del Gruppo 1 – a metà sessione – si assestano intorno al minuto e 06″. Scott McLaughlin, prima delle fermate, guida in 1’06″1490.

Sulle morbide, i giri si velocizzano. Palou si porta al vertice, fermandosi sull’1’05″4915. A tempo scaduto, inoltre, riescono a passare David Malukas, Alexander Rossi, McLaughlin, Christian Rasmussen e Marcus Ericsson.

Settimo del Gruppo 1, tredicesimo (penalizzato di sei posizioni) si è piazzato Felix Rosenqvist. Dietro allo svedese – rallentato da un errore all’ultima curva nel giro decisivo – Kyle Kirkwood, Nolan Siegel e Graham Rahal.

Il Gruppo 2

Inizialmente, al vertice del Gruppo 2 si alternano in diversi. I riferimenti che si pongono su un certo livello, ossia il minuto e 07″ basso, sono quelli di Scott Dixon, Colton Herta e Kyffin Simpson (l’unico sulle morbide). In pista, il run iniziale è soprattutto sulle dure, usate – nello specifico – per Sting Ray Robb. Quando mancano meno cinque minuti, al vertice si è portato Armstrong, sull’ 1’06″0414.

Il passaggio alle morbide legittima un netto abbassamento dei parziali. Romain Grosjean si porta al comando, salvo essere presto ‘scalzato’ da Christian Lundgaard e poi da Armstrong. Il neozelandese sarà in grado di passare la manche da primo, in 1’05″5044. Con lui, Herta, Lundgaard, O’Ward, Linus Lundqvist e Grosjean. Settimo, ottavo e nono del Gruppo 2 – dunque eliminati – Dixon, Will Power e Josef Newgarden.

Il secondo round

Il secondo round delle qualifiche di Mid-Ohio muove dal primo miglior giro di Palou, in 1’09″0147. L’iberico, come del resto tutti i migliori dodici nel sabato di Lexington, ha inaugurato la sessione sulle dure. Rasmussen è l’unico che ha scelto un treno di dure mai rodate. Dopo lo spagnolo, il ritmo si velocizza, ponendosi subito sul minuto e 06″.

La tenuta degli pneumatici consente ancora di girare sul minuto e 06″ basso, tant’è che O’Ward è in grado di segnare un riferimento di 1’06″1205. Subito dietro, c’è Rasmussen, in 1’06″1659. Il confronto per la Fast 6 – negli ultimi due minuti – si gioca sulle morbide. Le alternate mai rodate portano Palou a segnare un primato in 1’05″3189. O’Ward non è lontano e in 1’05″3608 si assicura la seconda piazza.

Per il resto, scaduto il tempo, Herta si conferma terzo, poi Malukas, Armstrong e Marcus Ericsson. Nelle posizioni dalla settima alla dodicesima, si sono classificati McLaughlin, Alexander Rossi, Rasmussen, Lundgaard e Grosjean.

Il confronto per la pole position di Mid-Ohio

Nella nona Fast 6 del 2024, Palou effettua il primo tentativo sulle morbide usate. Armstrong, sulle dure (l’unico) usate. Per Ericsson, invece, alcune difficoltà nell’avviamento, lo lasciano a lungo in corsia dei box. Lo spagnolo stacca un giro in 1’06″0156, migliorato da O’Ward e da Malukas.

Il nevralgico cambio delle mescole è il momento più delicato. Il primato, in effetti, è rimasto in bilico negli ultimi novanta secondi. Sono tutti sulle alternate rodate, con l’ultimo tentativo che sarebbe arrivato a tempo ormai scaduto. Palou ferma il cronometro sull’1’05″3511.

L’unico che sembrerebbe sfidarlo è O’Ward. Il messicano, però, paga del sottosterzo nel tratto misto delle Esses e non va oltre un 1’05″3535, ponendosi comunque secondo. Terzo Malukas, davanti a Herta, Armstrong (comunque penalizzato) e Ericsson.

La graduatoria delle qualifiche della Honda Indy 200 at Mid-Ohio

Di seguito – con Alex Palou in pole position – la graduatoria delle qualifiche della Honda Indy 200 at Mid-Ohio, il nono evento ‘valido’ per il Campionato 2024 dell’IndyCar. Si ricordano le sei posizioni di penalità di Marcus Armstrong, Felix Rosenqvist e Pietro Fittipaldi. La classifica è tratta direttamente dal sito ufficiale della serie.

IndyCar Mid Ohio Qualifiche
Alex Palou ha ottenuto la miglior prestazione nelle qualifiche di Mid-Ohio,  regalando al Chip Ganassi Racing la pole position del nono evento stagionale dell’IndyCar Series – Official NTT IndyCar Series Credits

Segui il nostro canale Telegram dedicato all’IndyCar

Seguici sui social: Telegram – TikTok – Instagram – Facebook – Twitter


Copertina: Paul Hurley/Official NTT IndyCar Series Credits

Articoli Correlati

F1 | GP Gran Bretagna – Norris duro dopo l’Austria: “E’ stato un incidente patetico”

Elisa Migliorino

F1 | Nuovo scossone nei ranghi della FIA: un altro nome lascia la federazione

Elisa Migliorino

Ferrari avrebbe già fatto delle proposte a Newey! Le parole di Pino Allievi

Luigi Belfiore

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.