Maggio 21, 2024
Paddock News 24
Breaking NewsIndyCarPN24

IndyCar | La risposta del Team Penske alle squalifiche di Saint Petersburg

Con un breve comunicato, il Team Penske ha accettato le penalità dell’IndyCar con riferimento a Saint Petersburg, spiegando l’errore che ha causato l’infrazione

Il Team Penske non farà ricorso contro l’IndyCar, accettando le squalifiche comminategli per i ‘fatti’ di Saint Petersburg.

Conseguentemente, Josef Newgarden ha perso un successo che si era costruito autorevolemente. Scott McLaughlin, il terzo posto. Will Power – da quarto – è salito secondo, pur con la cancellazione di dieci punti, rispetto a quelli che avrebbe incasellato. Alla fine, la vittoria della Florida è andata a Pato O’Ward.

Nonostante il ‘danno’, la squadra con base a Mooresville (nel North Carolina), ha comunque spiegato i motivi che hanno poi portato all’infrazione. Se non altro, per cancellare qualsiasi legittimazione nei confronti del dolo. Incredibilmente, l’errore si sarebbe rilevato un problema in relazione allo sviluppo dell’ibrido.

La spiegazione del Team Penske

Per mezzo del suo massimo vertice, Tim Cindric, la storica compagine ha rilasciato un comunicato ufficiale. Il documento è stato pubblicato pochi minuti dopo il verdetto dell’IndyCar, sul sito e su tutti i profili sociali del Team Penske.

In questo, si legge: “Purtroppo, il software push-to-pass non è stato rimosso come avrebbe dovuto, in seguito ai test per l’ibrido recentemente completati sulle vetture IndyCar del Team Penske. Questo software ha permesso di utilizzare il push-to-pass durante le ripartenze del Gran Premio di San Pietroburgo, quando non avrebbe dovuto essere permesso. La vettura numero 2 di Josef Newgarden e la numero 3 di Scott McLaughlin hanno entrambe utilizzato il push-to-pass durante una ripartenza. Dunque, c’è stata la violazione delle regole dell’IndyCar. Il Team Penske accetta le sanzioni applicate dall’IndyCar“.

IndyCar Saint Petersburg Penske
Nonostante Josef Newgarden abbia perduto la vittoria, il Team Penske ha accettato il verdetto dell’IndyCar per le violazioni di Saint Petersburg, ma ha anche voluto fornire i dettagli sui motivi dell’infrazione – Chris Owens/Official NTT IndyCar Series Credits

Segui il nostro canale Telegram dedicato all’IndyCar

Seguici sui social: Telegram – TikTok – Instagram – Facebook – Twitter


Copertina: Chris Owens/Official NTT IndyCar Series Website Credits

Articoli Correlati

F1 | GP Giappone – Sainz elogia la SF-24: “Quest’anno guardi sempre in avanti anziché indietro”

Simona Puleo

F1 | La Formula 1 non può essere la cavia per testare nuovi circuiti dopo i fatti del Qatar

Antonio Spina

F1 | Colpo di scena: Verstappen potrebbe andare in Mercedes nel 2025!

Luigi Belfiore

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.