Maggio 24, 2024
Paddock News 24
Automotive

Automotive | Ferrari Purosangue: non chiamatelo SUV

Una Ferrari così non si era mai vista: La Purosangue è infatti la prima Ferrari che combina quattro porte, quattro posti e un assetto rialzato. Mentre le proporzioni sono inedite, le prestazioni sono da vera Ferrari.

 

Nella storia del cavallino rampante di Ferrari da poter usare tutti i giorni ce ne sono state e non sono di certo una novità. L’ultima è stata appunto la Ferrari GTC4 Lusso, una vettura che riesce ad amalgamare quattro posti veri a un bagagliaio di 450 litri e prestazioni da vera sportiva. Ma nessuna però è mai stata come la Purosangue. Lunga 497 centimetri, larga 203 e alta 159, il tutto per un peso a secco di 2.033 kg.

 

Ferrari Purosangue
Vista frontale della Ferrari Purosangue

La tecnica dietro alla Ferrari Purosangue

Contestualizzando i dati e la tecnica si capiscono subito le intenzioni dei tecnici di Maranello, l’obiettivo infatti era quello di dare un’interpretazione delle ruote alte, ma non quello di realizzare un SUV vero e proprio, tant’è che la Purosangue è stata ribattezzata come FUV, ovvero Ferrari Utility Vehicle. Il peso, relativamente contenuto di 2.033 kg, della vettura è stato ottenuto grazie all’utilizzo di leghe leggere d’alluminio, acciai alto resistenziali e compositi di carbonio.  Per la trasmissione è stato adottato un cambio a doppia frizione a otto marce , posizionato al retrotreno per garantire una distribuzione dei pesi pari al 49% all’anteriore e 51% al posteriore. Le sospensioni sono di tipo attivo e presentano degli attuatori elettrici da 48 V all’interno degli ammortizzatori. Grazie a questa adozione il beccheggio, il rollio e l’imbardata sono sempre sotto controllo. I freni sono in carboceramica, con dimensioni dei dischi che vanno da 398 mm all’anteriore e 380 mm al posteriore. Di ultima generazione anche il comande del freno stesso, ovvero by-wire.

 

Ferrari Purosangue
Vista a raggi X della parte anteriore

Il motore Ferrari

Sotto il cofano una bella sorpresa, un V12 aspirato in grado di erogare 725 cavalli e girare sino a 8.250 giri. La cilindrata è di 6,5 litri e le prestazioni da vera sportiva, infatti la Purosangue è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi e raggiungere i 200 km/h in 10,6 secondi. La velocità massima dichiarata supera i 310 km/h. La trazione è affidata al sistema  integrale che fece il suo debutto sulla Ferrari FF e che qui trova il suo apice di efficienza. Presenti anche le quattro ruote sterzanti che derivano direttamente da quelle della 812 competizione.


Leggi anche: Automotive | Ferrari SF90 Hypercar: Test per una versione speciale da oltre 1000 CV? [FOTO E VIDEO SPIA]


Ferrari Purosangue
Il V12 aspirato da 6,5 litri e 725 cavalli

Gli interni della Purosangue

L’abitacolo si rivela un vero e proprio salotto, con i quattro sedili singoli regolabili e elettricamente e l’ampia possibilità di personalizzazione garantita dall’atelier Ferrari. Interni ariosi garantiti anche dal passo di ben 302 cm. Il bagagliaio segna un dato di tutto rilievo, stiamo parlando di ben 473 litri di capacità, un dato mai visto su una Ferrari, inoltre i sedili posteriori si possono abbattere. Presente anche il doppio cockpit, con un display da 10,2″ dedicato al passeggero. Sono presenti i dispositivi di collegamento Android Auto e Apple CarPlay. Le porte posteriori sono ad apertura elettrica, per ribadire ancora una volta il lusso e il comfort di cui è dotata questa vettura.

 

Sezione degli interni e del doppio cockpit

Il contesto

Una domanda comunque rimane, in definitiva che auto è la Purosangue? Sicuramente inedita, ma anche prestazionale e versatile. Come ogni Ferrari inoltre è dotata di una tecnica raffinata che ha del magico, fatta di innovazioni e tecnologie a supporto della guida, che in questo caso servono a muovere in maniera dinamica un peso di oltre due tonnellate. La seduta di guida non è mai stata così alta per una Ferrari, così come lo spazio interno, ma nonostante ciò sono riusciti a conservare quel DNA tipico del cavallino. Per capire l’esclusività della vettura bastano tre dati; il prezzo di 390 mila euro, la lista d’attesa di due anni e la produzione limitata al 20% del totale. 

Vista laterale con l’apertura “a libro” delle porte

 


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

Jaguar: le ragioni dietro alla crisi del marchio

Jacopo Moretti

Jeep Wrangler MY 2024 | Al via oggi gli ordini della versione aggiornata

Francesco Zazzera

Maserati | Grecale Folgore: ecco il prezzo del nuovo suv elettrico

Lucrezia Milanese

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.