Maggio 18, 2024
Paddock News 24
Automotive

Automotive | Guida all’installazione legale dei cerchi aftermarket

Una delle modifiche più effettuate sulle autovetture è la sostituzione delle ruote. Ecco a voi una guida per installare in modo legale i cerchi aftermarket e quali rischi si corrono se non sono omologati.

Tra gli appassionati di auto la personalizzazione del veicolo è un rito piuttosto diffuso. Uno degli interventi più effettuati è la sostituzione dei cerchi per migliorare l’aspetto estetico. Vediamo in questa guida, come si possono montare, in modo del tutto legale i cerchi aftermarket.

Cerchi aftermarket guida legale
Cerchio aftermarket della marca italiana OZ, Credits: OZWheels

Cerchi aftermarket per migliorare estetica e prestazioni

Le motivazioni che spingono i car enthusiast alla sostituzione di alcune delle parti della propria vettura sono diverse. La principale è legata all’aspetto estetico, utile per rendere più aggressiva l’auto anche da ferma. Questo perché i cerchi aftermarket offrono un design più accattivante e personalizzato rispetto a quelli di serie. Dopo l’aspetto estetico, un motivo per cui vengono sostituiti è l’incremento, seppur lieve, delle prestazioni. Questo dipende principalmente dal materiale con cui sono realizzati. Infatti, possiamo trovare cerchi in lega o in acciaio, e, a seconda del materiale, avremo prestazioni diverse. Tra i benefici principali ci sono la riduzione del peso, una rigidità maggiore e una migliore evacuazione del calore generato dai freni.

Porsche Taycan Cross Turismo con i cerchi aftermarket della MAK, Credits: MAKWheels

Leggi anche: I piani di Porsche per il futuro: Cayenne elettrica e nuovo Maxi-SUV


Ogni cerchio aftermarket è legale?

Cerchi Aftermarket legale guida
Cerchi in carbonio della Koenigsegg Agera R, Credits: Koenigsegg

Uno degli aspetti più sottovalutati è la legalità di queste componenti aftermarket. Infatti, non tutti i cerchi sono idonei al montaggio sulle autovetture e la legge italiana dice che devono rispettare alcune norme. Prima fra tutti è l’omologazione di queste parti e il rispetto delle norme di sicurezza europee. Inoltre, i nuovi cerchi devono avere misure compatibili con quelle inserite nel libretto di circolazione. Se ciò non viene rispettato, l’automobilista potrebbe incorrere in delle multe, e in caso di incidente non ci sarebbe più la copertura assicurativa. Per essere più specifici si deve far riferimento al Decreto n. 20 del 10 gennaio 2013, o decreto Ruote, il quale dice che nel mercato italiano possono essere venduti solo cerchi omologati.

Le omologazioni approvate sono due:

  • OMOLOGAZIONE ECE
    ECE R-124 è riconosciuta da tutti i paesi dell’Unione Europea. Le ruote ECE sono tutte contrassegnate da una marcatura «E» seguita dal numero di omologazione e deve essere ben visibile. Queste possono essere montate sulla vettura se l’omologazione ECE prevede le misure già presenti a libretto
  • OMOLOGAZIONE NAD
    L’omologazione NAD è prettamente Italiana, e viene regolamentata dal Decreto 20. Consente di installare nel veicolo le misure di pneumatico inserite nel certificato di conformità relativamente all’accoppiata ruota/veicolo. Le ruote omologate NAD possono essere installate anche se non è presente a libretto la misura dello pneumatico.

Installare in modo legale i cerchi non a libretto

Nuovo set di cerchi nella gamma Maserati, Credits: Maserati

Nel precedente paragrafo abbiamo visto che esistono due tipi di omologazione, il primo non prevede l’installazione di cerchi non a libretto, la seconda sì. Infatti, per montare i cerchi di tipo NAD vanno aggiunti alcuni elementi per essere definiti legali. Al momento della scelta del cerchione, il gommista dovrà fornire una serie di ruote con cui è possibile fare questa omologazione in base alle richieste del cliente. Dopo aver scelto quale set montare, il gommista dovrà fornire due documenti fondamentali. Il primo è il certificato di Conformità (COC) e l’Allegato E (Allegato di corretta installazione). Se la misura prevista nel COC è presente a libretto, la carta di circolazione non deve essere aggiornata. Inoltre, è necessario tenere a bordo del veicolo l’allegato E unito al COC.

Quali rischi si corrono se non sono legali?

Se non installati dei componenti non omologati si può incorrere in diverse infrazioni. Queste sono stabilite dal Codice della Strada, all’articolo 72-comma 13, e all’articolo 77-comma 3-bis.

Il primo recita “Chiunque circola con uno dei veicoli citati nel presente articolo in cui alcuno dei dispositivi ivi prescritti manchi o non sia conforme alle disposizioni stabilite nei previsti provvedimenti è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma ((da € 87 a € 344))”. Oltre alla multa è previsto anche il sequestro della parte non omologata.

Il secondo si rivolge a chi commercializza, e dice quanto segue “Chiunque importa, produce per la commercializzazione sul territorio nazionale ovvero commercializza sistemi, componenti ed entità tecniche senza la prescritta omologazione o approvazione ai sensi dell’articolo 75 comma 3-bis, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 168 € a 678 €”. Inoltre, “è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 845 € a 3.382 € chiunque commetta le violazioni di cui al periodo precedente relativamente a sistemi frenanti, dispositivi di ritenuta ovvero cinture di sicurezza e pneumatici”. Anche in questo caso, alla sanzione vanno aggiunti il sequestro e la confisca degli parti non omologate.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento sotto questo articolo per interagire con gli altri appassionati e diventare il lettore più attivo. Presto novità!


 

Articoli Correlati

MIMO 2023 | La parata inaugura la terza edizione in grande stile

Jacopo Moretti

Automotive | Volvo rinomina XC40 e C40 Recharge

Lucrezia Milanese

Come fare per lavorare nel settore motorsport? Ce lo dicono i ragazzi di Squadra Corse PoliTo con una intervista ESCLUSIVA

Simone Dicanosa

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.