Maggio 22, 2024
Paddock News 24
Automotive

Ferrari | Depositati i brevetti per un folle 6 cilindri rivoluzionario

Ferrari è pronta a cambiare per sempre il mondo dei motori endotermici, infatti, ha presentato i brevetti per un 6 cilindri rivoluzionario.

Il futuro dei motori endotermici sembra tutt’altro che definito. Infatti, lo stop dal 2035 sembra andare verso un rinvio e le case automobilistiche non vogliono abbandonare la tecnologia dei motori a combustione interna. Questo perché molte case credono che i “cari e vecchi motori a benzina” siano ben lontani dalla loro massima espressione e con ancora sviluppi applicabili. Tra questi costruttori c’è Ferrari che ha presentato dei brevetti per un 6 cilindri rivoluzionario alimentato ad idrogeno.

Quando si nomina Ferrari il collegamento per antonomasia è quello dei propulsori iconici a 6,8 e 12 cilindri. Nonostante questa tradizione, la casa di Maranello ha in cantiere una vettura completamente elettrica che dovrebbe arrivare tra uno/due anni. Un arrivo confermato dal CEO stesso che però non vuole rinunciare per nulla al mondo alle Ferrari con motore endotermico. Un’idea per raggiungere questo obiettivo proviene dai brevetti depositati, i quali ci forniscono segnali su quelli che sono i concetti che Ferrari sta studiando per mantenere i motori endotermici. Un progetto che si prospetta come una novità assoluta e come qualcosa di mai visto prima.


Leggi anche: Maserati | Test in pista per la MCXtrema prima della consegna – VIDEO


Questi brevetti, scoperti da AutoGuide, sono stati depositati in Europa, Stati Uniti, Cina e Giappone. Alla base di tali brevetti c’è un motore a combustione interna alimentato ad idrogeno che, di per sé, non è rivoluzionario. Questa tecnologia era in fase di studio circa 20 anni fa anche da Mazda e BMW, mentre nel periodo più recente anche Toyota si è interessata a questa sfida.

Ferrari brevetti 6 cilindri motore endotermico rivoluzionario
Lo schema a 6 cilindri con il posizionamento “ribaltato” del motore

Osservando le foto dei brevetti depositati possiamo notare che è un semplice 6 cilindri, una configurazione che non vediamo su di una Ferrari dagli anni ’50. Probabilmente la scelta di questo frazionamento è dovuta alla possibilità di stoccare un maggior quantitativo di idrogeno come vettore energetico. Le cose folli però arrivano osservando l’immagine del motore e no, non è sbagliata l’impaginazione, il nuovo propulsore è “ribaltato”. In poche parole, l’albero motore è in alto, mentre la camera di combustione e la testa sono in basso. Una configurazione che potrebbe portare a delle innovazioni radicali in tema di propulsori, cambio e aerodinamica interna ed esterna.

Ferrari brevetti 6 cilindri motore endotermico rivoluzionario

A sorprendere ulteriormente è il sistema di alimentazione dell’aria. Il progetto prevede una coppia di compressori azionati da un motore elettrico, con l’energia per azionarli recuperata nelle fasi di frenata. Oltre a questo, è presente una seconda idea che prevede un motore MGU-H, di ispirazione F1, che permette di sfruttare il calore che mette in moto le turbine per far girare il motore e ricaricarlo.

Crediti immagini brevetti: AutoGuide, immagine copertina: Ferrari


Rimani sempre aggiornato sul mondo Automotive e Mobilità entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

Lamborghini | Huracan STJ, l’ultima della sua specie in edizione limitata

Francesco Zazzera

Lexus LBX | Il nuovo motore da record offre di più consumando meno – FOTO

Francesco Zazzera

Lavori a Monza in ritardo, salta il MIMO 2024

Francesco Zazzera

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.