Luglio 14, 2024
Paddock News 24
Automotive

Red Bull | Newey svela alcuni dettagli della RB17

Il 2024 dovrebbe essere l’anno del debutto della Red Bull RB17, con Adrian Newey che ha svelato alcuni dettagli sulla Hypercar.

L’olimpo delle Hypercar presto dovrà accogliere la nuova nata di casa Red Bull. Una vettura, chiamata RB17, che sfrutterà tutte le tecnologie delle più recenti Formula 1 per dominare in pista. Con l’avvicinarsi del suo debutto, Adrian Newey ha fornito alcuni dettagli sull’imminente arrivo della Red Bull RB17.

Red Bull RB17 Adrian Newey dettagli
La Red Bull si appresta a lanciare la prima Hypercar con soluzioni inedite – Crediti: Red Bull

Il responsabile tecnico della squadra di Milton Keynes ha rivelato alcune novità che vedremo a bordo della prima Hypercar firmata Red Bull. Durante il podcast della squadra anglo-austriaca, il tecnico inglese ha rivelato che verranno implementate diverse soluzioni vietate nella Formula 1. Questo, parola di Newey, permetterà alla RB17 di raggiungere le prestazioni delle monoposto più veloci al mondo, se non oltrepassarle.

Sarà quindi una vettura priva di compromessi, sia dal lato power unit che aerodinamico. Gli ingegneri che stanno sviluppando questo nuovo prodotto avranno il solo limite della fantasia e potranno creare una delle vetture più estreme in circolazione. Inoltre, sarà frutto dell’esperienza maturata con la Valkyrie e sfrutteranno alcuni principi presenti sulla T50S di Gordon Murray. Vendendo alle soluzioni vietate, la prossima RB17 dovrebbe sfruttare il principio del diffusore soffiato, il quale utilizza i gas di scarico per incrementare la deportanza generata dal fondo. Dopo questa chicca, Newey ha parlato di un ulteriore dettaglio.


Leggi anche: BMW | Restyling di sostanza per la M4, diverse le novità presenti – FOTO


Lo scopo delle sospensioni attive è quello di fornire una piattaforma aerodinamica molto stabile, mantenendo al contempo tassi di molla ragionevolmente morbidi, in modo da non essere sballottati da un bump all’altro“, ha spiegato. “Non è nemmeno lontanamente rigida come un’attuale vettura di Formula 1 o di Le Mans”. Si tratta quindi di una tecnologia che aveva permesso alle Williams degli anni 90, da lui progettate, di dominare.

Successivamente, Adrian Newey ha anche spiegato ulteriori dettagli della RB17. “È incredibile che quest’auto, pur essendo una biposto, riesca a produrre questo tipo di prestazioni”, ha continuato. “Il risultato è stato ottenuto grazie ai soliti parametri chiave. Per quanto riguarda il peso, sarà inferiore a 900 chili. Inoltre, avrà 1.000 cavalli di potenza, in gran parte erogati da un V10 ad aspirazione naturale. Avrà un suono fantastico”.

Non mancherà la parte elettrica, con un motore da 200 cavalli che svolge diverse funzioni. Ovviamente si tratta di 200 cavalli in più, ma anche di una coppia più fluida, di un cambio più fluido, di una retromarcia, di una prima marcia, di un cambio di marcia che può essere effettuato senza il motorino di avviamento”.

Le gomme che calzerà la nuova RB17 sono frutto di un lavoro congiunto tra Michelin e Red Bull e saranno con una mescola speciale per sopportare i mostruosi valori di carico.


Rimani sempre aggiornato sul mondo Automotive e Mobilità entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

Nuova Porsche 911 ibrida, le quattro importanti novità al debutto con il sistema T-Hybrid

Francesco Zazzera

Automotive | Ford Mustang Mach-E GT: La Shelby ritocca il SUV elettrico [FOTOGALLERY]

Francesco Zazzera

Addio a Marcello Gandini, il papà di alcune mitiche Lamborghini

Francesco Zazzera

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.