Giugno 21, 2024
Paddock News 24
Automotive

Vacanze estive | Quali controlli fare prima di mettersi in viaggio con l’auto?

Il periodo delle vacanze estive è sempre più vicino e molti italiani stanno per mettersi in viaggio con la propria vettura. Ma quali sono i controlli da fare alla propria auto prima di partire per le vacanze estive?

Si sa, l’automobile è il mezzo preferito dagli italiani, specialmente se con un bagagliaio capiente. Molti di questi tengono alla loro auto e sono estremamente attenti alla loro manutenzione. Le vacanze estive rappresentano per la maggior parte degli italiani un appuntamento per delle gite al mare, in città d’arte o in montagna, mete raggiunte spesso con la propria vettura. Prima di partire però è sempre bene verificare la salute della propria vettura. Vediamo insieme quali sono i controlli da fare alla propria auto prima di mettersi in viaggio per le vacanze estive. In questo articolo prenderemo in considerazione le motorizzazioni esclusivamente termiche, in quanto le più diffuse.

Tesla guida autonoma
La pressione degli pneumatici è fondamentale per controllare al meglio la vettura, Credits: Tesla

Pressione penumatici

La pressione delle gomme è fondamentale, in quanto è l’unico elemento che mette in contatto la vettura con l’asfalto. Questo, se non gonfiato correttamente, potrebbe portare a grossi problemi. Infatti, se uno pneumatico si trova nella pressione specificata sulla spalla o nel libretto, restituirà un maggior controllo del mezzo. Ciò assume ancora più valore se il veicolo è carico con valigie e diverse vivande per il viaggio. Dopotutto, con macchina più pesante, il guidatore dovrà prestare molta più attenzione ai movimenti della vettura ma con gli pneumatici alla giusta pressione, l’auto meno imprevedibile. Per cui è altamente consigliabile il controllo di tutte le gomme e i vari kit di emergenza schiuma o ruotino (sempre più raro).

Livello di tutti i liquidi

Controlli auto vacanze estive
Credits: GettyImages

Se il viaggio in macchina si preannuncia composto da centinaia, se non migliaia, di Km è sempre bene controllare il livello del lubrificante. Questo perché potrebbe verificarsi che nel viaggio la vettura arriverà a consumare dell’olio, facendo accendere la spia. Per limitare il più possibile le possibilità di accensione della spia, si può aggiungere un piccolo quantitativo di olio. Un gesto così, seppur minimo, permetterà al motore di soffrire meno, soprattutto con queste temperature elevate. Accoppiato al lubrificante c’è il liquido del radiatore che in estate risulta fondamentale per un più efficace scambio termico per via delle temperature. Questo liquido, se sotto al livello minimo indicato nel serbatoio dedicato rischia di evaporare ulteriormente e provocare seri danni al motore. Per ultimo ma non per importanza il livello del liquido lavavetri che può letteralmente cambiare il modo di vedere la strada davanti.


Leggi anche: Mazda MX-5 | L’ibrido colpisce anche la roadster più venduta al mondo


Aria Condizionata

Questo elemento non è fondamentale per il corretto funzionamento della vettura ma serve agli occupanti. Infatti, l’entrata in funzione dell’aria condizionata rappresenta solo uno sforzo per il motore che si ritrova a far girare un ulteriore elemento. L’elemento chiave è il gas compresso che viene utilizzato per condizionare l’aria presente in abitacolo. Importantissimo per il comfort a bordo è controllarne il quantitativo ed eventuali perdite prima della partenza ed intervenire per aggiungerlo o riparare la/le perdite presenti.

I documenti

Partendo dal presupposto che il veicolo sia in regola, è sempre bene controllare tutti documenti necessari per la circolazione su strada, tra cui libretto e assicurazione. Nel primo è apposto il tagliando della revisione, che verifica il corretto funzionamento delle componenti essenziali della vettura (freni, ammortizzatori, sterzo). Il secondo invece potrebbe tornare molto utile nel caso in cui il veicolo è coinvolto in un sinistro.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

Come si vende una supercar? Intervista a Trezzani Riccardo di “da 0 a 100”

Matteo Beretta

Ford conferma la fine produzione della Focus, c’è la data

Lucrezia Milanese

Lavori a Monza in ritardo, salta il MIMO 2024

Francesco Zazzera

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.