Maggio 22, 2024
Paddock News 24
MotoMotoGPPN24

MotoGP in mano a Liberty Media: devono essere apportati cambiamenti? La voce del paddock

Liberty Media deve apportare cambiamenti alla neo-acquistata MotoGP per arrivare al mercato americano? Ecco cosa ne pensano illustri personaggi del paddock.

La società americana Liberty Media ha da poco acquistato il motomondiale per più di 4 miliardi di dollari e già si iniziano a discutere i cambiamenti che potrebbe apportare alla MotoGP. Questi ultimi sarebbero prevalentemente finalizzati al successo nel mercato statunitense, dove la categoria è oggi ancora uno sport di nicchia.

Il pilota e designer di moto americano Roland Sands crede che sia necessario puntare tutto sulla creazione di personaggi. Dice infatti che agli americani non bastano le semplici gare, ma hanno bisogno di interessarsi a tutto ciò che si cela dietro la MotoGP. Dai retroscena del lavoro che fanno i team, alle storie personali dei protagonisti del motomondiale.

Le gare devono trasformarsi in uno spettacolo coinvolgente. Sands afferma che c’è bisogno di un nuovo Valentino Rossi per poter arrivare negli States. L’italiano a suo tempo rese la categoria così tanto popolare grazie al suo essere un vero e proprio personaggio particolare, che destava interesse nel pubblico. In questo senso si dovrebbe lavorare oggi, avvicinando i piloti quanto più possibile ai tifosi, spogliandoli del casco e rendendo la loro storia interessante.

Anche Marc Marquez concorda sull’importanza della creazione di grandi nomi e di grandi storie che li accompagnano, per arrivare a più persone possibili, soprattutto ai giovani.

liberty media motogp cambiamenti
Fonte: @motogp su Instagram

Leggi anche: F1 | GP Cina, Ferrari e Leclerc accusati dalla stampa spagnola


Dan Rossomondo, il direttore commerciale del motomondiale, ha invece un’opinione differente. Ritiene infatti che che non sarà necessario che Liberty Media apporti cambiamenti alla MotoGP, poiché agli statunitensi piacciono da sempre gli sport globali, come dimostrano i casi della Premier League e della F1, e la MotoGP è tale.

Il campione del mondo Bagnaia trova infatti difficile il lavoro della Liberty Media, poiché crede che la massima categoria sia già interessante, grazie alla sua imprevedibilità, ma deve solo diventare più popolare. 

Wayne Rainey, ex pilota statunitense del motomondiale, è consapevole che gli Stati Uniti sono troppo vasti e è molto difficile poter conquistare tutto il mercato. Per lui ciò su cui ci si deve concentrare per aumentare la popolarità è proprio l’intrattenimento, lo spettacolo.


Rimani sempre aggiornato sulla MotoGP e sui motori entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti immagine di copertina: Autosport

Articoli Correlati

F1 | Hamilton: “Continuerò a lottare per i diritti umani, anche se questo dovesse costarmi la galera o la vita”

DTM | Separazione tra Engelhart e Porsche, il team Toksport corre ai ripari

Alessandro P

Formula E | Portland E-Prix – Porsche per rafforzare il primato, Wehrlein: “Dimostreremo la nostra forza”

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.