Maggio 21, 2024
Paddock News 24
MotoGP

MotoGP | Beirer sul numero di gare: “abbiamo già raggiunto il limite”

Il direttore sportivo del team Red Bull KTM Factory Racing Pit Beirer si è espresso sul numero di gare presenti in MotoGP, facendo anche un confronto con la Formula 1.

La stagione scorsa è stata la prima che ha visto i piloti della classe regina essere impegnati anche in gare sprint durante il sabato. Un tema che sta tenendo molto banco in questo periodo è sicuramente la quantità di gare che i piloti e i rispettivi team devono sostenere, sia in MotoGP che in Formula 1. A tal proposito si è espresso, il direttore tecnico del team di MotoGP Red Bull KTM Factory Racing, Pit Beirer che ha rilasciato alcune dichiarazioni a Motorsport-Total.com.

Beirer Red Bull KTM MotoGP
Pit Beirer, direttore sportivo del team di MotoGP Red Bull KTM Factory Racing, nel box insieme a Jack Miller nel 2017. credit: @KTM_Racing on X

Leggi anche: MotoGP | GP Qatar 2024 – Anteprima e orari TV Sky e TV8 del GP di Losail


Le dichiarazioni di Beirer

Preferirei se non si superasse il limite delle 20 gare e se si allentasse un po’ la pressione rinunciando a una o due gare. Ma secondo me il format dei weekend di gara non dovrebbe cambiare” ha affermato l’ex pilota tedesco.

Basti pensare che, senza le cancellazioni dei GP di Kazakistan e Argentina, la stagione 2024 di MotoGP avrebbe avuto ben 22 gare. Pit Beirer ha però detto di essere favorevole alle Sprint ma non nello stile della Formula 1.

Non amo le Sprint fatte in alcune gare e non in altre. Penso che le Sprint ci debbano essere in ogni weekend, ma non ci dovrebbero essere più di 20 appuntamenti. La dimensione ottimale che vorremmo come costruttore sarebbe quella di avere 18 gare e non 22. In nessun caso vorremmo quello che si sta verificando in Formula 1 con 24 gare. Sarebbe troppo. Non perché non ci piacciano le corse, ma perché a quel punto subentra il fattore umano”.

Beirer ha inoltre parlato di sé stesso e in generale di come si sentiva la squadra al termine della stagione: “Da scapolo è interessante fare il giro del mondo, ma quando si hanno una relazione stabile e dei figli la situazione cambia, è bello avere mamma o papà a casa per un fine settimana Questo è emerso in modo molto evidente nelle ultime gare all’estero della scorsa stagione quando la squadra era al limite”.

“Ci sono state un paio di persone con le lacrime agli occhi perché a loro piaceva molto far parte della squadra, ma non riuscivano più a conciliare le due cose. Per questo diciamo che abbiamo raggiunto il limite”.


Rimani sempre aggiornato sulla MotoGP e sui motori entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti copertina:  Motosport.com

Articoli Correlati

MotoGP | Marquez assente anche nel GP di Spagna: “Troppo rischioso dopo aver visto la TAC”

Gaia Assogna

MotoGP | GP Spagna – Bagnaia: “Miglior progresso dell’anno”

Samuele Buccoliero

MotoGP | GP Stati Uniti, Sintesi Prove 1 e 2 – Martin di un soffio su Bagnaia, Bezzecchi costretto al Q1

Elia Aliberti

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.