Maggio 22, 2024
Paddock News 24
MotoGP

MotoGP | GP Portogallo: Bagnaia entra ancora di più nella storia trionfando nella prima Sprint Race

Bagnaia è il primo vincitore nella storia di una Sprint Race in MotoGP e lo fa nel GP del Portogallo. Il Campione del mondo precede Martin e un granitico Marquez. Fuori dai punti Quartararo.

Credit: Twitter

Entra davvero nel vivo il primo weekend, quello del GP di Portogallo, con la prima Sprint Race della sua storia.

La Sprint Race della MotoGP ha il 50% dei giri della gara canonica della domenica, vedrà comunque tanti punti preziosi assegnati e, a differenza della F1 e della SBK, non porterà a modifiche nella griglia di partenza della gara di domani.

Nelle FP1, dominate da una pioggia leggera ma incessante caduta sul tracciato, il migliore in pista è stat o Alex Marquez, capace di girare in 1.38.782. Lo spangolo di Gresini ha preceduto la Honda di Mir e il compagno di marca Marini. I tre piloti più attesi, Quartararo, Bagnaia e M. Marquez hanno chiuso, rispettivamente, in ottava, nona e decima posizione.

Nella seconda sessione, invece, è stato Jack Miller a tornare subito tra i migliori anche con la nuova moto, segnando il miglior crono in 1.37.709. L’australiano ha preceduto Vinales e l’ex compagno di squadra Bagnaia. Quartararo si è leggermente migliorato con il sesto crono e un passivo di tre decimi, mentre Marc Marquez è sprofondato in quattordicesima posizione, accusando ben sette decimi di ritardo.

nelle, poco utili, FP3 del GP del Portogallo Marco Bezzecchi ha colto la miglior prestazione nei primi dieci minuti, gli unici dove c’è stato time attack, della sessione.

Nelle Qualifiche, dove M. Marquez ha strappato il pass per il Q2 insieme a Miguel Oliveira, è mancato Quartararo che si è qualificato solo per l’undicesima casella.

Nella seconda sessione il protagonista a sorpresa è stato Marc Marquez che, grazie alla scia di Bastianini, ha conquistato la Pole Position davanti al Campione del mondo e a Jorge Martin. Seconda fila per Oliveira, Miller e Bastianini. Terza fila per Vinales e i due piloti VR46 Bezzecchi e Marini. Quarta fila, infine, per Zarco, Quartararo e A. Espargaro. Tra gli assenti ingiustificati compaiono A. Marquez (13°), Mir (14°), il suo ex compagno Rins (16°) e Morbidelli (17°).

Non ha preso parte alle sessioni dopo la caduta nelle FP2 P. Espargaro. Lo spagnolo, infatti, ha subito la frattura della mandibola, di una vertebra dorsale e un trauma ai polmoni.

Sintesi Sprint Race GP Portogallo MotoGP


La prima Sprint Race della storia della MotoGP nel GP del Portogallo si è svolta sotto un cielo sereno, con 24°C di temperatura per l’aria e 40°C per quanto riguardava il tracciato.

Alla partenza scatta bene M. Marquez, con Bastianini che sale secondo alla uno, prima di subire l’ingresso all’interno del compagno di team alla due. A unirsi a Bagnaia anche Martin che torna così in terza posizione. Bagnaia si pone attaccato al posteriore di Marquez che si trova braccato. Mir, invece, subisce una caduta lontano dalle telecamere alla tredici dopo essere andato a contatto con Quartararo. L’incidente verrà analizzato dalla commissione gara nelle prossime ore.

Giro 2 – Sul lungo del rettilineo del traguardo Marquez viene risucchiato dalle altre Ducati. Alla tre Oliveira entra su Bastianini che subisce il sorpasso anche di Miller. Alla sei Marini entra su Bastianini all’interno ma perde l’appoggio all’anteriore e falcia il neo pilota titolare Ducati che è stato poi portato al centro medico per dei controlli.

Giro 3 – Alla quattordici cade Bezzecchi che pone anzitempo la fine alla gara del team Mooney VR46.

Giro 4 – Sul rettilineo Martin si mette a comandare dopo aver preso tutta la scia di Bagnaia. Dietro di loro si trovava Marc Marquez, a due decimi e mezzo da lui Miller, Oliveira, A. Espargaro, Vinales, Zarco, A. Marquez, Binder e R. Fernandez. Quartararo,. dopo il contatto con Mir al primo giro, si trovbava in dodicesima posizione.

Giro 5 –  M. Marquez sbaglia l’ingresso sul rettilineo, si fa sverniciare in staccata da Miller e, in percorrenza della uno, da Oliveira che è in grande spolvero con la sua nuova moto firmata Aprilia. Martin nel giro arriva a mettere due decimi su Martin che va in gestione gomma. Miller, liberatosi di Marquez, si porta subito alla coda di Bagnaia.

Giro 6 – Alla curva sei Miller compie un sorpasso calibratissimo su Bagnaia e prende la seconda posizione. Marc Marquez inizia a staccarsi da Oliveira che va sul lungo all’attacco di Bagnaia che sfrutta al massimo i cavalli del desmodromico per difendersi dal portoghese.

Giro 7 – Martin fatica con la temperatura dell’anteriore duro che ha montato e Miller, che all’anteriore aveva una soft, ne approfitta e si prende la prima posizione alla tredici. Martin si ritrova subito braccato da Bagnaia e Oliveira.

Giro 8 – Martin, nella seconda parte del rettilineo, si difende su Miller e torna in testa alla gara. La bagarre del giro precedente ha portato M. Marquez a riaccodarsi e le due Aprilia ufficiali ad essere a meno di quattro decimi dai primi. Miller ha percorso il giro attaccato a Martin ma senza affondare mai il sorpasso.

Giro 9 – Miller si affianca a Martin sul rettilineo ma rispedisce al mittente gli attacchi grazie a un’ottima staccata. Nel corso del giro Martin arriva a mettere qualche decimo su Martin. All’ultima curva Miller va largo e apre le porte a Bagnaia.

Giro 10 – In staccata della uno Bagnaia non se lo fa dire due volte e prende la seconda posizione ai danni del suo ex compagno di squadra australiano. Nelle prime fasi del giro si è aperto un duello tra i due Aprilia che occupavano la sesta e settima posizione, con A. Espargaro che mantiene la migliore posizione. Martin, grazie anche all’errore di Miller del giro precedente,  si porta a sei decimi da Bagnaia, suo primo inseguitore.

Giro 11 – Alla uno Oliveira prende l’interno di Miller che, per difendersi, va lungo e imbroglia il portoghese che, anch’esso, prende una traiettoria larga in uscita della prima curva. A ringraziare e a passare entrambi è Marc Marquez che rientra in terza posizione.  Questa bagarre ha permesso a Bagnaia di arrivare a un secondo su Marc Marquez e a un solo decimo da Martin. Lo spagnolo di Pramac va largo alla quattordici e Bagnaia si francobolla definitivamente.

Ultimo giro – Una curva quindici presa bene da Martin permette allo spagnolo di rimanere in testa ala gara ma, alla sei, va leggermente largo e Bagnaia non perde tempo a inserirsi in prima posizione. Oliveira alla uno riprende la posizione su Marquez ma, alla undici, sbaglia completamente la calibrazione della traiettoria e finisce fuori dal tracciato, rientrando solo in settima posizione, dietro le due Aprilia ufficiali. Nelle ultime curve Martin ci prova in tutti i modi a sopravanzare Bagnaia che, però, è perfetto e passa per primo sul traguardo.

Francesco Bagnaia vince la prima Sprint Race nella storia della MotoGP nel GP del Portogallo! Il Campione del mondo in carica precede un Martin degno di nota e un granitico Marc Marquez.

Rimane fuori dal podio con l’amaro in bocca Jack Miller che precede il terzetto Aprilia composto da Vinales, A. Espargaro e Oliveira. Ottava l’altra Pramac di Zarco che precede A. Marquez che chiude la zona punti.

Rimane a secco di punti Quartararo che precede i seguenti restanti piloti a traguardo in ordine: R. Fernandez, Binder, Rins, Morbideli, Nakagami e Di Giannantonio. Tra i piloti non arrivati a traguardo, insieme ai già citati, anche il debuttante Augusto Fernandez.

Sprint Race Portogallo MotoGP
motogp.com

La MotoGP torna in pista domani alle 14 per la canonica gara che porrà termine al GP del Portogallo.


Rimani sempre aggiornato sulla MotoGP e sui motori entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento sotto questo articolo per interagire con gli altri appassionati e diventare il lettore più attivo. Presto novità!


Articoli Correlati

MotoGP | Martin lascia la Pramac nel 2025? Borsoi: “Credo che il suo tempo con Pramac sia giunto al termine”

Sara Bonaduce

MotoGP | Futuro in Ducati per Quartararo? Il francese è al varco…

Luigi Belfiore

MotoGP | GP Argentina – Condizioni della pista non ottimali, allarme sicurezza?

Matteo Balboni

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.