Maggio 26, 2024
Paddock News 24
MotoSuperbike

Superbike | Andrea Dosoli a tutto fuoco su Razgatlioglu e sul futuro della categoria

Il weekend del GP dell’Emilia-Romagna si apre con delle dichiarazioni piuttosto accese di Andrea Dosoli (Project Leader Yamaha Superbike).

La Yamaha non sta sicuramente passando un bel momento in questa stagione 2023 della Superbike. La squadra giapponese è rimasta scossa soprattutto dagli scenari di mercato con Toprak Razgatlioglu che ha deciso di abbandonare la barca per accasarsi, nel 2024, nel Team ufficiale BMW.

Superbike Andrea Dosoli
Credit: La Gazzetta dello Sport

Il marchio dei tre diapason sta però soffrendo anche in pista: il divario con Ducati è sempre più ampio e, nonostante una seconda e una terza posizione nella classifica generale, le possibilità di insidiare Alvaro Bautista nella lotta per il titiolo sono sempre meno.

Sono stati soprattutto questi i punti chiavi della conferenza stampa di cui si è reso protagonista Andrea Dosoli (Project Leader Yamaha Superbike) nel Media Day del GP dell’Emilia-Romagna.


LEGGI ANCHE: Superbike | UFFICIALE: Rabat torna con Puccetti, sostituirà Tom Sykes


“La differenza tra le velocità di punta delle moto – ha spiegato Andrea Dosoli – è impressionante. Tutti  si stanno focalizzando sulla velocità di punta, ma, a mio parere, il focus deve essere più ampio. Se contasse solo la velocità nei rettilinei saremmo ultimi nel campionato, invece siamo secondi e terzi. Tutti dovrebbero avere la possibilità di vincere: nessuno vuole vedere un dominio di un binomio moto-pilota.”

“Le supersportive stradali hanno raggiunto un livello molto alto nelle prestazioni – ha aggiunto il Project Leader Yamaha Superbike – e questo comporta che i circuiti non riescano più a stare al passo. È chiaro che sia in MotoGP che in Superbike ci sia un problema di sicurezza legato alle vie di fuga. Il primo punto importante per il futuro sarà quello di introdurre un limite alle prestazioni delle moto per poi pensare ad un sistema di Balance of Performance. Senza una battaglia tra più marchi o più piloti il campionato perde interesse ed investitori.”

Il Project Leader della casa di Iwata ha poi parlato del mercato piloti e della situazione legata a Toprak Razgatlioglu: “Faremo rispettare a Toprak il contratto che ha in essere con Yamaha. Non potrà quindi provare la BMW prima della fine del contratto (30 novembre, ndr). Per il futuro abbiamo tanti piloti pronti a fare il salto nel Team ufficiale: Stefano Manzi e Remy Gardner stanno facendo una grande stagione ma sono convinto anche del fatto che se Franco Morbidelli dovesse venire in Superbike si divertirebbe un mondo. Oltretutto conosce già la R1 avendola usata per correre la 8h di Sepang nel 2019.”

 


Rimani sempre aggiornato sulla MotoGP e sui motori entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

La classifica di Superbike, Supersport e Supersport 300 dopo il GP d’Olanda [Round 3/12]

Riccardo Orsini

La classifica di Superbike e Supersport dopo il GP d’Australia [Round 1/12]

Riccardo Orsini

MotoGP | Espargaró e Viñales sono convinti di poter fare bene con Aprilia nel GP del Portogallo

Samuele Buccoliero

2 commenti

Mouhamed Giugno 2, 2023 at 8:19 pm

Molto interessante

Risposta
Daniele Cabassa Luglio 15, 2023 at 2:24 pm

Alla Yamaha mancherà molto Tobrak
Purtroppo in casa Yamaha nn c’è nessuno della sua caratura

Risposta

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.