Luglio 22, 2024
Paddock News 24
MotoSuperbike

Superbike | Round Australia – Sintesi Gara 1: Bulega vince all’esordio, caduta per Alvaro Bautista

Esordio da sogno per Nicolò Bulega che vince Gara 1 del Round d’Australia della Superbike. Andrea Locatelli ed Andrea Iannone completano un podio tutto italiano. Caduta nelle prime fasi per Alvaro Bautista.

Neanche il miglior regista avrebbe probabilmente potuto scrivere un inizio migliore per la storia di Nicolò Bulega nella Superbike: l’italiano vince Gara 1 del Round d’Australia. Una vittoria che arriva nel giorno dell’esordio assoluto nelle classe regina delle moto derivate dalla serie.

Per una Ducati che festeggia c’è però una Panigale V4R ufficiale in crisi: quella di Alvaro Bautista. Lo spagnolo rovina la sua gara nelle prime fasi con una scivolata che gli fa raccogliere solamente la quindicesima posizione.

Nicolò Bulega Gara 1 Australia
Credit: WorldSBK.com

Il podio di Phillip Island è poi caratterizzato da un’unica bandiera: quella italiana. Al secondo e al terzo posto arrivano infatti Andrea Locatelli, magistrale nella gestione degli pneumatici e Andrea Iannone che raccoglie subito un podio al ritorno alle gare.

Completano la top cinque Alex Lowes e Toprak Razgatlioglu con il turco che finisce dietro all’inglese per via di una penalità assegnatagli per non aver rispettato il tempo minimo per effettuare il cambio gomme.

Altro protagonista autore però di una gara estremamente negativa è Jonathan Rea. Il nuovo arrivato in casa Yamaha raccoglie una mesta diciassettesima posizione, addirittura alle spalle di Bautista.

SINTESI DELLA GARA

Al via di Gara 1 della Superbike in Australia il miglior spunto è di Andrea Iannone che curva in testa alla Curva 1 precedendo un Alvaro Bautista autore di uno scatto straordinario ed Alex Lowes. Il pilota della Kawasaki attacca e passa Bautista alla Curva 6 per poi passare in testa alla gara con un attacco all’interno di Iannone alla Curva 9. Partenza a gambero per Nicolò Bulega sceso al quinto posto alle spalle di Toprak Razgatlioglu.

Si riprende la vetta della classifica nel secondo giro Iannone mentre Razgatlioglu si prende un posto sul podio sopravanzando Bautista.

Il terzo giro è un caos totale: Bautista esce male da Curva 6 e viene infilato da Bulega. Il sorpasso dà coraggio a Sam Lowes che si butta all’interno dello spagnolo portandolo largo. Il rallentamento crea una mischia da cui paga il conto Remy Gardner che viene centrato da Axel Bassani alla Curva 10. Nella stessa curva, poco più avanti, Bulega passa Razgatlioglu per la terza posizione.

Le scaramucce con Sam Lowes fanno perdere concentrazione e posizioni a Bautista. Lo spagnolo prova a risalire il gruppo fin da subito ma forza troppo la staccata della Curva 10, perde l’anteriore e finisce a terra.

Per una Ducati ufficiale fuori ce ne è una che continua a risalire posizioni: Bulega alla Curva 1 attacca e passa Alex Lowes per la seconda posizione.

Il giro successivo il campione del mondo Supersport in carica ripete la manovra su Iannone e conquista la vetta della gara. Il passaggio in prima posizione di Bulega è un campanello d’allarme per tutti ed infatti Alex Lowes prende la seconda posizione ai danni di Iannone. Penalità, nel frattempo, per Bassani reo di aver causato la caduta di Gardner.

Prima dell’inizio della girandola dei pit stop Iannone si riporta in seconda posizione con un attacco in Curva 1 ai danni di Alex Lowes.


LEGGI ANCHE: Supersport | Round Australia – Sintesi Gara 1: Stretegia vincente per Yari Montella


La fine della fase dei pit stop porta ad una nuova classifica: Bulega rimane in vetta ma ha ora un margine di tre secondi su Iannone, Razgatlioglu e Lowes in lotta tra loro per la seconda posizione. Una lotta a cui si unisce anche Andrea Locatelli, ultimo pilota ad effetture il cambio gomme. Proprio dal cambio gomme arriva un penalità per Razgatlioglu per non aver rispettato il tempo minimo della durata del pit stop.

Il turco, in ogni caso, è il pilota meno in forma tra quelli in lotta per la piazza d’onore e viene superato sia da Lowes che da Locatelli. Il pilota lombardo, al contrario, è piuttosto in palla e sopravanza Lowes alla staccata della Curva 4.

Nella stessa curva, ma al giro successivo, Locatelli ripete la manovra su Iannone per portarsi in seconda posizione. La lotta termina poi con un lungo di Iannone alla Curva 4 che riesce comunque a mantenere distanti Razgatlioglu e Lowes.

Gli ultimi giri hanno il sentore di passerella per Nicolò Bulega che transita in solitaria sul traguardo di Phillip Island per prendersi la vittoria di Gara 1 del Round d’Australia. Andrea Locatelli e Andrea Iannone completano un podio tutto italiano.

Toprak Razgatlioglu riesce a difendere in pista la posizione su Alex Lowes ma finisce poi dietro per via della penalità.

Dominique Aegerter, Micheal van der Mark, Danilo Petrucci, Garrett Gerloff e Xavi Vierge completano la top dieci. Raccoglie un punticino nonostante la caduta Alvaro Bautista. Rimane fuori dalla zona punti Jonathan Rea (17°).

I RISULTATI DI GARA 1 DEL ROUND DI AUSTRALIA DELLA SUPERBIKE

Superbike Gara 1 Australia risultati
Credit: WorldSBK.com

Rimani sempre aggiornato sulla MotoGP e sulla Superbike entrando nel canale Telegram specifico.

Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

MotoGP | Martin sul suo mancato approdo in Ducati: “qualcuno ha cambiato idea”

Gioele Natoli

MotoE | GP San Marino – Gara2: Spinelli trionfa per la prima volta in un campionato mondiale

Mattia Lisa

Supersport | UFFICIALE: Adrian Huertas passa nel Team Aruba.it Ducati

Riccardo Orsini

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.