Maggio 26, 2024
Paddock News 24
MotoSuperbike

Supersport | GP Emilia Romagna – Gara1: Bulega fa il cosplay di Bautista e vince dominando e in solitaria

Nicolò Bulega continua a dominare e lo fa anche in Gara1 del suo GP di casa, quello dell’Emilia Romagna Supersport. Podio tutto italiano completato con Manzi e Caricasulo.

Credit: Twitter

Quinta prova stagionale per la Supersport che, in terra italiana a Misano per il GP di Emilia Romagna, potrebbe vedere affermarsi in maniera definitiva Bulega che, già in Gara1, punta a imporsi nella pista di casa.

Bulega, prima della gara, godeva di 33 punti di vantaggio su Schroetter che non ha mai dato seriamente l’impressione di poter fornire la costanza di risultati ad altissimo livello che gli permetterebbe di entrare in lotta con il pilota ufficiale Ducati. Terza posizione, a quota 116 e con  36 punti di ritardo, Stefano Manzi.

Lucas Mahias corre ancora, e sembra che lo farà a lungo, sostituendo anche in questo weekend Oncu in Puccetti. Confermato per la seconda gara consecutiva Alvaro Diaz con il team Arco Yart. Debutta in stagione Marco Bussolotti, impegnato grazie a una Wild Card fornitagli dal team Axon Seven. Ratthapong Wilairot sostituisce il connazionale Wongthananon nel team Yamaha Thailand. Infine, Johan Gimbert sostituisce Debise in GMT 94.

Gli italiani sono tanti in Supersport e, tradizionalmente, a Misano si scatenano; la Supersport 2023 non fa differenze. Montella è il più veloce in pista, girando in 1.38.229, seguito da Bulega, Caricasulo e Corsi. Schroetter, primo dei non italiani, ha chiuso con il quinto tempo, seguito da altri due italiani come Manzi e la Wild Card Bussolotti..

Leggi anche:

Superbike | Andrea Dosoli a tutto fuoco su Razgatlioglu e sul futuro della categoria

La seconda sessione cambia l’ordine degli addendi, ma non il risultato: Bulega segna il miglior giro in 1.37.267, seguito da Corsi e Caricasulo a sette e otto decimi di distacco. Il pilota Aruba, dunque, inizia a mostrare i muscoli sin dal venerdì. Sofuoglu da segnali di conferma riguardo la sua crescita centrando il quarto crono e precedendo una pattuglia italiana composta da De Rosa e Montella.

Stamene, la Superpole ha consegnato questa griglia di partenza: Bulega in Pole Position grazie a un giro completato in 1.36.495, rifilando sei e otto decimi ai compagni di fila Caricasulo e Montella. Seconda fila per Schroetter, Van Straalen e Sofuoglu. Hanno segnato un tempo valido per la terza fila Mahias, Corsi e Navarro, mentre sono scattati dalla quarta fila Tuuli, Manzi e Bussolotti che, per dare un riferimento riguardo al crono di Bulega, ha girato un secondo e mezzo più lento.

Sintesi Gara1 GP Emilia Romagna Supersport


Gara1 del GP dell’Emilia Romagna Supersport dsi è svolta sotto un cielo sereno, con temperatura atmosferica di 25°C e asfalto che misurava 45°C.

La partenza vede Caricasulo scattare molto bene. Montella parte altrettanto bene, mentre Bulega impenna e perde due posizioni ai danni dei piloti già citati. Alla Quercia Montella prende l’interno di Caricasulo, ma rinuncia. Schroetter, che aveva già superato Bulega alla Quercia,  Al tramonto sopravanza anche Montella. In uscita dalla stessa curva, Abe finisce rovinosamente a terra. Mentre le telecamere indugiavano sul giapponese, Montella finisce in quarta posizione.

Giro 2 – Alla variante del parco Caricasulo esce male e viene superato all’approccio della prima del Rio viene superato da Bulega, e alla curva successiva, perde la posizione anche ai danni di Schroetter. Alla Quercia, invece, finisce a terra Sofuoglu. Il turco è poi ripartito in ultima posizione.

Giro 3 – Bulega si mette subito a comandare con un grande ritmo. Alla variante del Parco Montella e Caricasulo bisticciano, con Montella che passa. Alla prima del Rio Caricasulo risponde a Montella che viene superato anche da Manzi.

Giro 4 – Sul traguardo la classifica era la seguente: Bulega, Schroetter, Caricasulo, Manzi, Montella, Corsi, Huertas, Mahias, Van Straalen, Tuuli, Spinelli, Navarro, Bayliss, Bussolotti e Mantovani. All’inizio del giro Sofuoglu è rientrato ai box per ritirarsi.

Giro 5 – Nel giro precedente si è fermato in pista per un problema tecnico Tom Booth-Amos. Sul rettilineo, invece, si spegne sul rettilineo la moto di Bussolotti.

Giro 6 – Problemi per Bayliss che, navigando nelle posizioni meno nobili della zona punti, finisce due volte in breve tempo lungo in uscita dalle curve e finisce lontano dalle posizioni utili.

Giro 7 – Termina a terra Samoon, thailandese titolare del team Yamaha Thailand. Van Straalen supera Mahias alla Quercia e sale in ottava posizione.

Giro 8 – Manzi si francobolla e supera Schroetter alla Quercia. In questa maniera, il pilota Ten Kate si porta in seconda posizione e mette nel mirino Bulega, con qualcosa in più di mezzo secondo di vantaggio.

Giro 10 – Schroetter non ha avuto modo di rispondere al sorpasso di Manzi che si è messo a caccia di Bulega che, però, godeva di due secondi e due. Il pilota MV, invece, viene superato anche da Caricasulo che lo distacca subito in pochi settori dal sorpasso.

Giro 12 – La classifica era la seguente:  Bulega, Manzi, Caricasulo, Schroetter, Montella, Corsi, Van Straalen, Huertas, Navarro, Mahias, Tuuli, Spinelli, Bayliss, Mantovani, McPhee. Alla Quercia Navarro sopravanza Huertas e si mette alla caccia di Navarro. Al carro si ferma e finisce anzitempo la gara di Alvaro Diaz, vittima di una rottura sulla sua moto.

Giro 14 – Al curvone Huertas continua la rimonta prendendosi la l’ottava posizione su Navarro.

Giro 16 –  Navarro ritorna davanti a Huertas che viene superato anche da Tuuli. Cambia, dunque, l’antagonista della gara di Navarro.

Giro 18 – Caricasulo segna il giro veloce, si stacca da Schroetter e si avvicina a Manzi che, comunque, rosicchia qualcosa a Bulega che, per la prima volta, scende sotto il secondo e otto di vantaggio sul diretto inseguitore.

Ultimo giro – McPhee finisce a terra, mentre davanti Manzi e Caricasulo chiedono il tutto per tutto alle loro moto. Caricasulo al Carro chiede l’impossibile ai suoi freni. Il pilota Althea sopravanza Manzi ma finisce largo e permette l’incrocio del pilota Yamaha.

Bulega domina, come ormai da abitudine, anche Gara1 del GP dell’Emilia Romagna Supersport. Doppietta, dunque, per Ducati nelle due classi maggiori del panorama delle derivate dalla serie. Podio tutto italiano completato da Manzi e Caricasulo.

Schroetter si accontenta della quarta piazza, mentre Montella e Corsi sono i diretti inseguitori della MV numero 23. Van Straalen, Navarro, Tuuli e Mahias completano la top dieci. Piazzamento a punti anche per Huertas (precipitato nel rendimento nel corso degli ultimi due giri), Spinelli, Bayliss, Mantovani e Fuligni.

Gara1 Emilia Romagna Supersport
worldsbk.com

La Supersport torna in pista domani a mezzogiorno e mezzo per Gara2 del GP dell’Emilia Romagna sul tracciato Marco Simoncelli di Misano.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

MotoGP | Bagnaia torna a Barcellona dopo l’incidente del 2023: le sue parole…

Luigi Belfiore

MotoGP | GP Gran Bretagna – Sprint race: Alex Marquez vince la sua prima gara Sprint

Samuele Buccoliero

MotoGP | GP Americhe 2024, FP1 – I risultati della sessione: sorpresa Vinales!

Luigi Belfiore

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.