Maggio 21, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | A Miami la Ferrari si assicura un primato che scaccia i fantasmi del passato

A Miami la Ferrari non vince, eppure si porta a casa il record per il pit stop più veloce con la monoposto di Charles Leclerc.

La Ferrari sta pian piano cercando di ritrovare le vecchie glorie del passato. La scuderia ha toccato il fondo quando, nel 2020, è arrivata sesta nel campionato costruttori e da allora sta gradualmente cercando di tornare al top. Dal nuovo team principal, ai tecnici provenienti da altre squadre fino agli stessi pit stop. In particolare, quello fatto sulla monoposto di Charles Leclerc a Miami è stato il più veloce della corsa.

Ferrari Miami
Il pit stop velocissimo della Ferrari nel corso del GP di Miami (crediti: @ScuderiaFerrari)

Proprio negli ultimi anni, infatti, la crisi del cavallino rampante era visibile anche nei pit stop stessi che sono stati più volte lenti e imprecisi, costando cari ai due piloti. Ecco allora che il processo di “guarigione” della rossa ha toccato anche questo ambito cruciale.


Leggi anche: F1 | GP Imola: evento Ferrari da non perdere per incontrare i piloti


Già nella scorsa stagione la scuderia italiana si è dimostrata decisamente più consistente assicurandosi dei pit stop più veloci rispetto al periodo 2020-2022. Tra il 2023 e il 2024 appena iniziato, si sono addirittura raggiunti i livelli della Red Bull che si è spesso e volentieri aggiudicata il pit stop più veloce della gara.

Ma non questa volta. A Miami la più efficace è la Ferrari con la monoposto #16 di Charles Leclerc. Il monegasco è stato uno dei primi piloti tra quelli nelle prime posizioni a fermarsi al giro 18 per montare le hard. Ed è lì che i meccanici del suo box hanno compiuto la magia: solo 1.94 secondi il tempo impiegato per cambiare le gomme. Battuto di pochissimo il tempo della Red Bull che, con Sergio Perez, si è assestato a 1.95 secondi.

Risultato poco significativo in chiave gara, dato che la Safety Car ha poi leggermente svantaggiato il monegasco, ma certamente importante in ottica futura. A partire dalle “piccole” cose, la Ferrari sta cercando di riconquistare una vittoria che manca ormai da più di 15 anni. Ora non ci resta che aspettare gli aggiornamenti di Imola che potrebbero essere un altro piccolo passo verso quella direzione.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti immagine di copertina: @ScuderiaFerrari

Articoli Correlati

F1 | Lando Norris sta perdendo lucidità, dopo le qualifiche del GP del Messico?

Antonio Spina

MotoGP | Dall’Igna: “Ducati 2024? Non sarà quella che abbiamo presentato”

Luigi Belfiore

F1 | Continua l’avventura in F1 per Alfa Romeo: la casa del biscione rinominerà i motori Haas

Federico Palmioli

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.