Luglio 24, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | Bearman in Haas nel 2025: il team principal Komatsu spiega il perché di questa scelta

La Haas, in data 4 luglio, ha ufficializzato Oliver Bearman come loro pilota per la stagione 2025 di F1.

Il Team Principal della Haas, Ayao Komatsu, ha spiegato il perché della scelta di ingaggiare Oliver Bearman per la stagione 2025 di Formula 1 ribadendo che non è stata una decisione imposta da Ferrari.

Bearman Haas
Oliver Bearman nelle FP1 del GP del Messico 2023 con Haas (Crediti: @HaasF1Team via X)

La squadra americana ha annunciato, in vista del Gran Premio di Gran Bretagna, che Bearman farà il suo debutto come pilota a tempo pieno in F1 nella prossima stagione, firmando un contratto a lungo termine. Il britannico, 19 anni, ha effettuato diverse sessioni di prove libere e test con la Haas facendo un’ottima impressione, e in aggiunta ha partecipato al GP di Arabia Saudita di quest’anno con Ferrari in sostituzione di Carlos Sainz.

Bearman sarà il primo rookie a correre per Haas dal 2021 e Komatsu ha ricordato quanto sia rimasto colpito dal giovane pilota della Ferrari Driver Academy: “Sono rimasto impressionato da Ollie fin dal primo giorno, quando ha guidato per noi nelle FP1 in Messico.

“Non solo la sua velocità, ma anche la sua etica del lavoro, il suo atteggiamento, il modo in cui comunica con gli ingegneri e il modo in cui capisce il programma generale. Capisce perfettamente quello che noi stiamo cercando come squadra, e lui adatta il suo approccio di conseguenza.

“Inoltre, in macchina, impara così velocemente, sia durante le simulazioni di qualifica e sia nei giri ad alto carico di carburante, riuscendo a capire da solo quali errori ha commesso, come rimediare, o come capire le comunicazioni degli ingegneri riuscendo ad assimilarle e applicarle subito nel giro successivo. Quindi, complessivamente, vedo un grande potenziale in questo ragazzo.


Leggi anche: F1 | Chi è Oliver Bearman? Il nuovo pilota Haas per il 2025 e futura promessa Ferrari


Bearman sta faticando durante la sua seconda stagione in Formula 2, ma Komatsu ha ammesso che la Haas non ne ha tenuto conto nella sua decisione. Infatti alle domande riguardanti i suoi risultati in F2 e se fossero stati presi in considerazione, ha risposto: No, non molto.

“Come ho detto prima, non conoscevo la storia completa. Ma quando abbiamo avuto accesso a Ollie, facendo così tante sessioni di FP1, abbiamo avuto un quadro completo su di lui. Cosa fa, cosa non fa, cosa può fare meglio, cosa fa bene e cosa non fa molto bene. Quindi, per me, è stato sufficiente.

La scelta di firmare Bearman è stata imposta da Ferrari?

Ayao Komatsu, che ha preso il posto di Günther Steiner come Team Principal della Haas in questa stagione, ha negato che la Ferrari abbia messo pressione sul team americano, affinché desse al suo giovane pilota dell’Academy un sedile come pilota ufficiale di F1.

È una nostra decisione. Non è che la Ferrari ci abbia imposto Ollie, ha spiegato. “Però l’opinione della Ferrari e il feedback di Gedda sono stati interessanti, e infatti li abbiamo tenuti in considerazione. Ma, sì, era una scelta voluta. Gene Haas e io abbiamo deciso che era un’ottima opzione.

Bearman Haas
Oliver Bearman nei test con la Ferrari a Fiorano (Crediti: @insideFDA via X)

Nonostante ciò il giapponese si aspetta che ci sarà un dialogo costante tra Haas e Ferrari per tutta la durata della permanenza di Bearman nel team, in modo da poter valutare al meglio i suoi progressi.

Sì, penso di sì, ha risposto quando gli è stato chiesto se fornirà alla Ferrari dei feedback su Bearman. “Penso che ogni tanto ci saranno. Ogni volta che avrò un incontro con Fred Vasseur, se mi farà delle domande, ovviamente gli darò un feedback. Quindi, sì, sono sicuro che ci saranno dialoghi informali”.

Komatsu ha anche spiegato che la Haas ha optato per un contratto a lungo termine per garantire a Bearman il tempo necessario per imparare e adattarsi al meglio alle vetture di Formula 1.

“Sì, si tratta di un contratto pluriennale. Non avrebbe senso avere qualcuno per un solo anno, soprattutto se è uno giovane come Ollie”.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti immagine di copertina: @HaasF1Team via X

Articoli Correlati

F1 | Mercedes e l’innovazione LiDAR per la Safety Car

Eleonora M.

F1 | Wolff: “Non è stata la mia assenza a causare gli equivoci tra i piloti Mercedes”

Vanessa Cravotta

F1 | GP Arabia Saudita – I Punti Chiave della gara di Jeddah

Elisa Migliorino

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.