Luglio 23, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | Caso Horner – La notizia shock: Red Bull avrebbe raccolto quasi 100 pagine di dossier contro di lui

Situazione sempre più nera per il TP della Red Bull, Christian Horner: ci sarebbero quasi 100 pagine di dossier ad attestare la sua colpevolezza.

Sono passate ormai tre settimane da quando Red Bull ha aperto un’indagine interna su Christian Horner per “atteggiamenti inappropriati” nei confronti di una dipendente. Eppure, ancora non si sa nulla di certo, se non che la reputazione del team principal inglese è ormai irrimediabilmente compromessa. Giorno per giorno, però, emergono nuovi dettagli scioccanti.

Horner Red Bull
Christian Horner sempre più nei guai: Red Bull avrebbe raccolto più di 100 prove contro di lui (crediti: Autosport)

Secondo AP news, il CEO di Ford Motor Co., con cui Red Bull inizierà a collaborare dal 2026 per la costruzione del motore proprio e della RB, avrebbe esortato la scuderia austriaca a rivelare i progressi dell’indagine.

Jim Farley, CEO Ford, avrebbe inviato una lettera a Red Bull ben 11 giorni fa chiedendo ulteriori chiarimenti sul caso Horner. Chiarimenti, evidentemente, mai arrivati date le dichiarazioni di Farley: “Come abbiamo già detto, senza ricevere risposta, i valori di Ford non sono negoziabili. È fondamentale che i nostri partner condividano e dimostrino gli stessi valori. Siamo frustrati dalla mancanza di completa trasparenza nei nostri confronti. Restiamo insistenti e speranzosi per una risoluzione definitiva”.

Con queste parole del proprio CEO, Ford è il primo dei partner Red Bull a parlare pubblicamente dell’investigazione. Ma anche il corpo governativo della F1, la FIA, si è espressa sulla questione, mettendo pressione a Red Bull affinché il caso venga risolto al più presto.


Leggi anche: F1 | Steiner torna nel paddock di F1: ecco il nuovo ruolo per l’ex TP Haas


Ora emerge un nuovo scenario che, se veritiero, darebbe il colpo di grazia ad Horner. Sempre secondo AP news, durante la deposizione del britannico, sarebbero state introdotte quasi 100 pagine di dossier ad attestare la sua colpevolezza. Prove che, sempre secondo i rumors, Horner avrebbe cercato di nascondere offrendo una somma a sei cifre alla dipendente che resta anonima.

Insomma, uno scenario sempre più critico quello che interessa Horner e che fa pensare a un futuro lontano da Red Bull e dalla F1. Nonostante  la delicatezza della situazione, il team principal è stato presente sia alla presentazione della RB20 il 15 febbraio, che ai test prestagionali tenutosi in Bahrain dal 21 al 23 febbraio. Ora attendiamo ulteriori aggiornamenti su una vicenda sempre più ingarbugliata e, soprattutto, aspettiamo di scoprire se ritroveremo Horner in pista per la prima gara dell’anno.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti immagine di copertina: Il Fatto Quotidiano

Articoli Correlati

F1 | Domenicali: “L’e-fuel? Si potrà tornare ai motori aspirati”

Federico Palmioli

F1 | Qualifiche GP Bahrain – Quarta posizione per Sainz, ma non basta: “Mi sentivo in lotta per la pole”

Sara Bonaduce

DTM | Anteprima e orari test pre-stagionali 2024 di Hockenheim

Alessandro P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.