Maggio 21, 2024
Paddock News 24
F1PN24SaudiArabianGP

F1 | GP Arabia Saudita – Sintesi gara: vince Verstappen, seguono Perez e Leclerc.

Oggi si è tenuto il Gran Premio d’Arabia Saudita sul circuito di Jeddah. Il vincitore è Verstappen, il secondo posto va al compagno, Perez, e la terza posizione insieme al giro veloce vanno a Leclerc.

Il passo gara della Red Bull oggi, non è stato una sorpresa. Le due RB20 si sono sfidate per il giro veloce, oltre che per i primi due posti, fino all’ultimo. La vera sorpresa è il passo della Ferrari che ha eguagliato la Red Bull in certi momenti della gara. Di certo la SF-24 è stata la seconda vettura più veloce in gara.

GP Arabia Saudita Sintesi
GP Arabia Saudita 2024 – Doppietta Red Bull e terzo Leclerc, ecco la sintesi della gara
(Immagine: formularace.it)

La gara della Scuderia Ferrari

Già dalla qualifica di ieri c’erano grandi aspettative in casa Ferrari per il GP di oggi. Charles Leclerc si è piazzato terzo e Ollie Bearman – in sostituzione di Carlos Sainz – si è preso la settima posizione.

Dire che la gara di Bearman è stata impressionante è dire poco. Già dall’inizio del Gran Prix, il giovane pilota ha attaccato per conquistare posizioni. Appena Stroll è andato a muro alla curva 22-23 (al settimo giro) facendo uscire la SC (Safety Car), Bearman è entrato ai box e ha messo le gomme hard.

Alla ripartenza dettata da Norris, prende la posizione su Tsunoda – che era davanti a lui da inizio GP – e, dopo qualche giro (14/50) riesce a superare anche Zhou che non aveva ancora fatto il pit-stop.

A questo punto, inizia la caccia del giovane pilota britannico per prendere la posizione occupata da Nico Hulkenberg nella Haas. Una volta sorpassato Hulkenberg nell’ultima zona DRS, si ritrova nuovamente dietro la Haas dopo il rettilineo di inizio gara. Questo fa imparare un’ottima lezione al 18enne della Ferrari e, poco dopo, ricambia il favore a Hulkenberg sorpassandolo nello stesso punto.

La SF-24 di Bearman era più veloce della Haas, però non trovando la traiettoria giusta, e con l’esperienza di Hulkenberg, ci ha messo qualche giro ad andare a buon fine con il sorpasso.

Con la nona posizione in pugno, Bearman inizia a girare con tempi molto vicini a quelli del compagno monegasco. Con il passare dei giri però, la sua stanchezza da “rookie” si fa sentire. Riesce comunque a finire settimo, posizione conquistata grazie ai pit-stop di Norris e Hamilton fatti a pochi giri dalla fine. In più guadagna il titolo di Driver of the day con il 46% dei voti.

Per Charles Leclerc, invece, le cose sono andate diversamente. Dopo un primo scontro con Perez per la seconda posizione, la sua gara fila abbastanza liscia.

Si fa sentire in radio però quando, in occasione del pit-stop sotto SC, Perez non ha rispettato il delta. Secondo Leclerc, infatti, il messicano sarebbe andato più lento per consentire alla squadra di fare un doppio pit-stop.

Dopo qualche problema con il pit-stop, dovuto al traffico, esce dietro Hamilton – che riesce a sorpassare poco dopo (15/50) – e verso il 21esimo giro era già a caccia di Norris per la terza posizione. Per il sorpasso sulla McLaren si dovrà aspettare fino al 27esimo giro.

Alla fine, oltre al terzo posto, prende anche il giro veloce strappandolo alle due RB20.

GP Arabia Saudita Sintesi
GP Arabia Saudita 2024 – Leclerc arriva terzo e Bearman settimo, ecco la sintesi della gara
(Immagine: Formula1.it)

Piastri VS Hamilton

Durante gran parte del Gran Premio d’Arabia Saudita, Piastri nella sua McLaren è rimasto piantato dietro la Mercedes di Hamilton.

Anche se Lewis Hamilton ha avuto qualche problema dalla ripresa dopo la SC (non avendo effettuato il pit-stop) per scaldare le sue gomme medie, si è difeso per più di 25 giri da Oscar Piastri.

All’inizio la McLaren n.81 ha provato a replicare il sorpasso di Leclerc su Hamilton avvenuto poco prima, ma, non trovandosi nella stessa posizione del monegasco, va fuori dal circuito e rientrando deve ridare la posizione al pilota britannico.


Leggi anche: F1 | GP Arabia Saudita – Leclerc terzo al traguardo: “Red Bull troppo veloce ma..”


Anche dopo che Hamilton aveva perso il DRS di Leclerc, il pilota australiano non è riuscito a superare la Mercedes di Hamilton fino al giro 35. Viene subito sorpassato dalla vettura n.44, però, per essere andato troppo lungo in curva 1.

Finalmente, al giro 37 di 50, Hamilton entra nei box per il pit-stop e lascia la McLaren di Oscar Piastri libera di far vedere tutto il suo passo.

Alla fine, Piastri si piazza quarto a +13.368 da Leclerc, mentre Hamilton si posiziona nono a +1.210 da Norris.

Il Gran Premio per la RB20

La monoposto Red Bull ha nuovamente confermato quanto sia una vettura solida. Oggi sul circuito di Jeddah, Verstappen prende la sua 56esima vittoria e Perez, che l’anno scorso aveva vinto su questo circuito, si accontenta della seconda posizione.

Sul circuito cittadino più veloce nel calendario di F1 2024, le due vetture del team Red Bull Racing riescono a fare un’ottima gara, anche se alla fine non erano troppo distanti dalle altre vetture (com’è successo in Bahrain).

Subito dopo l’uscita della SC, Perez e Verstappen entrano ai box seguiti da Leclerc. Perez era riuscito a prendere la seconda posizione sul monegasco e era a caccia del suo compagno di squadra.

Fortunatamente per il n.11 della Red Bull, Leclerc è stato trattenuto dal traffico e non è riuscito a riprendersi il secondo posto nella pit lane.

Però, proprio in quell’occasione, il team fa un “unsafe release” con la vettura di Perez, costringendo Fernando Alonso nell’Aston Martin a rallentare. Per questo, più avanti nella gara, viene assegnata una penalità a Perez di 5 secondi.

Lando Norris – pilota McLaren –, che non aveva fatto il pit-stop, detta la ripartenza una volta finita la Safety Car. Non ci vuole molto per Verstappen e Perez per superarlo. Appena anche il messicano supera il pilota britannico della McLaren, inizia la sua caccia per il primo posto.

Verstappen però non lo fa avvicinare troppo e detiene per gran parte della gara anche il giro veloce. Verso la fine, infatti, anche Perez cerca il giro veloce. Alla fine lo ottiene Leclerc e Perez finisce in seconda posizione a +13.643 (con la penalità) da Verstappen.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Immagine copertina: Fanpage

Articoli Correlati

F1 | Honda pronta a supportare Tsunoda anche oltre il 2026

Matteo Pera

F1 | Bearman bocciato al primo esame per la patente: ecco perché

Luigi Belfiore

Finali Mondiali Ferrari 2023 | Il Mugello più rosso di sempre con 499P e F1 – FOTO

Nicolas Mangano

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.