Luglio 24, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | GP Austria – I punti chiave del Venerdì a Spielberg

Finisce qui il Venerdì del GP di Austria, con il ritorno del format della sprint: conferme positive per alcuni team, negative per altri.

Il GP di Spielberg, in Austria, segna la seconda tappa delle tre ravvicinate targate Spagna, Austria, Gran Bretagna. La giornata del Venerdì ha dettato un copione che sembra ormai essere la prassi delle ultime gare del mondiale 2024.

GP Austria Venerdì
Max Verstappen alla guida della RB20 nel GP di Austria. Credits: Red Bull Racing via X

Red Bull Verstappen dipendente

Al termine della PL1 e della qualifiche sprint, Red Bull è sempre lì davanti, con Verstappen che si è ripetutamente dimostrato il faro della squadra di Milton Keyes. Nelle PL1 del GP di Austria, il pilota olandese aveva già dimostrato una buona messa a punto della sua RB20, cosa non scontata viste le ultime gare. Nel pomeriggio del Venerdì ha dimostrato la forza della sua auto, ma soprattutto la sua qualità di guida riuscendo a conquistare la pole del Venerdì. Se la RB20 al momento è una monoposto che non è più dominante, lo è sicuramente il suo pilota di punta.

Non sorprende ormai il distacco che ha inflitto a Sergio Perez, che nelle SQ2 sembrava poter essere più vicino a Verstappen, ma ha poi lasciato un distacco esorbitante nelle SQ3.


Leggi anche: F1 | GP Austria – I RISULTATI della Qualifica Sprint: Verstappen il più veloce, problemi per Leclerc


Conferma McLaren e Mercedes

Al termine delle prime due sessioni di prove libere del venerdì di Spielberg del GP di Austria, la McLaren sembra avere tutte le carte in regola per portarsi a casa un ottimo weekend. Lando Norris, secondo nelle qualifiche sprint, aveva concluso le PL1 dando un assaggio della propria velocità, ma con Piastri non da meno. Stesso copione nelle SQ1 e SQ2, con addirittura il pilota Australiano davanti a Lando, ma nelle SQ3 il pilota britannico si dimostra l’unico in grado di reggere il passo di Verstappen. Terza posizione per Piastri. 

Mercedes conferma il passo in avanti dimostrato nello scorso GP di Barcellona, avendo ormai agganciato la Ferrari come prestazione. Entrambi i piloti sono stati molto competitivi nelle FP1, soprattutto nel passo gara. Hamilton (sesto) e Russell (quarto) forse credevano di poter fare di meglio, ma se si considera il punto di partenza della W15, è sicuramente una buona performance.

 

Ferrari male

GP Austria Spielberg
Charles Leclerc in pit lane durante le SQ3, con problemi alla SF-24. Credits: F1 via X

Continua i trend negativo della Ferrari. Carlos Sainz ha chiuso in quinta posizione le qualifiche sprint del GP di Austria, con Leclerc addirittura decimo a causa dell’ultimo tentativo mancato. Gli aggiornamenti hanno sicuramente aumentato i punti di carico, a dispetto però di un forte ritorno del bouncing che ne sta compromettendo le prestazioni anche a Spielberg.

La scuderia è passata da essere stabilmente la seconda forza insieme a McLaren, ad essere da due GP il fanalino di coda dei top team analizzando anche il passo gara mostrato nelle FP1, anche se Carlos Sainz è riuscito a mettersi alle spalle una delle due Mercedes, sperando di poter lottare con il team di Brackley.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Fonte copertina: F1 via X

Articoli Correlati

F1 | McLaren annuncia un nuovo pilota di riserva per la stagione 2024

Marco B.

F1 | Ecco quali saranno i punti chiave del nuovo regolamento 2026

Luigi Belfiore

F1 | Perez suona la carica e confessa: “Nel 2024 posso ambire anche al titolo”

Maria Grazia De Sanctis

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.