Luglio 23, 2024
Paddock News 24
AustrianGPBreaking NewsF1PN24

F1 | GP Austria – McLaren presenta protesta per il risultato della qualifica

Il team McLaren ha fatto un reclamo ufficiale per ripristinare l’ordine originario della Qualifica d’Austria che vedeva Piastri terzo.

A poche ore dalla fine della Qualifica del GP d’Austria arriva la notizia: La McLaren protesta contro i risultati finali della sessione. In particolare, il team chiede che sia ripristinato il tempo cancellato ad Oscar Piastri in Q3, facendolo retrocedere dalla terza alla settima posizione.

Qualifica Austria McLaren
I track limits che hanno penalizzato Oscar Piastri facendolo retrocedere dalla terza alla settima posizione (crediti: @F1)

Con un Verstappen super in forma, la McLaren era l’unica macchina che poteva cercare di avvicinarsi. In questo senso il secondo e il terzo posto in griglia non erano particolarmente in discussione. Del resto, prima in gara Sprint e poi in Q1 e Q2, i due piloti papaya non avevano deluso le aspettative.

Piastri in particolare, si era assicurato il secondo posto in gara Sprint e si prospettava essere uno dei protagonisti in classifica. La batosta per l’australiano arriva alla fine della Q3: subito dopo aver fatto segnare il terzo miglior tempo, esso viene cancellato per track limits in curva 6 e il pilota scala in settima posizione.


Leggi anche: F1 | GP Austria – Griglia di partenza: Verstappen imprendibile, errore per Leclerc


Piastri si è dimostrato subito scontento della decisione presa. A fine sessione queste sono state le sue parole a Sky Sport F1: “Per me è imbarazzante, facciamo tutto questo lavoro sui limiti della pista, mettiamo la ghiaia in alcuni punti e non sono nemmeno uscito di pista, sono rimasto in pista”.

Immediatamente il team principal della McLaren Andrea Stella ha fatto visita ai commissari per capire meglio la decisione. Da allora la squadra di Woking si è mossa per far ripristinare il giro del proprio pilota. “Abbiamo chiesto chiarimenti, in particolare, volevamo esaminare le prove che dimostravano che l’auto era oltre i limiti della pista oltre ogni ragionevole dubbio”, ha dichiarato ai media l’italiano.

Non posso dire che l’oltre ogni ragionevole dubbio sia soddisfatto. Ci sono un paio di principi: uno è che il sistema utilizzato deve avere una risoluzione adeguata, e il secondo è che la metodologia utilizzata per un’auto deve essere applicabile a tutte le auto”.

“Normalmente siamo molto favorevoli alla FIA, riconosciamo sempre che tutti stanno facendo del loro meglio. Ma in questo caso, non potevamo essere d’accordo sul fatto che la macchina fosse oltre il limite della pista oltre ogni ragionevole dubbio e soddisfacesse le due condizioni che ho detto prima, quindi la discussione è ancora in corso”.

Queste le considerazioni di Stella mentre un rappresentante del team McLaren è stato chiamato dai commissari alle 19:35 ora locale. Si attendono, quindi, notizie che confermino o meno l’ordine stabilito a fine sessione. Se il team di Woking dovesse avere ragione allora Piastri partirebbe nuovamente dalla terza piazza, mentre Sainz e Leclerc scalerebbero rispettivamente in quinta e settima.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti immagine di copertina: @McLarenF1

Articoli Correlati

F1 | GP Spagna – Qualifiche, Verstappen firma la pole: “La macchina andava sui binari”

Federico Palmioli

F1 | GP Singapore, Leclerc: “Ho dovuto proteggere Carlos, sapevo che la gara sarebbe andata così”

Federico Palmioli

F1 | Ferrari: come sarà la convivenza ed il rapporto tra Hamilton e Leclerc?

Luigi Belfiore

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.