Luglio 14, 2024
Paddock News 24
F1I Punti ChiaveJapaneseGPPN24

F1 | GP Giappone – I Punti Chiave delle Qualifiche di Suzuka

Sargeant manda la sua carriera a fanc*lo, Verstappen manda tutti a fanc*lo, insomma, ecco i Punti Chiave delle Qualifiche del GP del Giappone di F1.

F1 | I Punti Chiave delle Qualifiche del GP del Giappone – In un tripudio di sfanc*lamenti, Max Verstappen strappa la pole position, le macchine Papaya volano e la TD018… Che fine ha fatto la TD018?

Singapore? Quale Singapore?

F1 GP Giappone Punti Chiave Qualifiche
Max Verstappen sfoggia tutta la sua simpatia dopo le qualifiche – @redbullracing on X

Max Verstappen lo si ama o lo si odia per due motivi. Il primo è che è maledettamente dominante, quantomeno da due anni a questa parte. Il secondo è che è una delle persone con meno peli sulla lingua che abbia calcato i circuiti di Formula 1 negli ultimi anni. Riferendosi alla gente che ha timidamente avanzato l’ipotesi che la TD018 abbia danneggiato Red Bull, l’olandese più calmo del mondo li ha gentilmente mandati a fanc*lo in conferenza stampa.

D’altronde, cosa si può dire ad un pilota che rifila sei decimi al secondo in griglia, a Suzuka? Magari gli si può suggerire di essere più diplomatico e delicato, ma la Formula 1 non ha bisogno di un altro Lewis Hamilton, finché l’originale è ancora in griglia. Ben vengano le sue uscite a gamba tesa, se il finale di ogni weekend è comunque scontato. Se “Singapore non è mai successo“, come detto da Max, lo sapremo con certezza domani. Intanto, Verstappen eguaglia le pole di Juan Manuel Fangio.

La Stella d’Inghilterra

Oscar Piastri partirà ancora una volta dalla prima fila, nel GP del Giappone – @McLarenF1 on X

La notizia non è soltanto che le McLaren sono in seconda e terza posizione a Suzuka. La notizia è che, se Verstappen non fosse un androide, Oscar Piastri e Lando Norris avrebbero potuto persino occupare tutta la prima fila. Ve le ricordate le vetture Papaya di inizio stagione? Nessuno avrebbe puntato un singolo centesimo su una McLaren di cui neanche i freni riuscivano a funzionare correttamente. E ora sono lì, pronte a sfruttare un (improbabile, ma possibile) malfunzionamento di quell’androide per azzannare la prima posizione.

Andrea Stella ha fatto un lavoro encomiabile, a Woking. Ha trasformato una vettura destinata a lottare per il penultimo posto costruttori in una possibile contendente per la vittoria, su uno dei tracciati più complessi del calendario. Un plauso va a lui e agli ingegneri McLaren, augurando loro che, per il 2024, possano trovare competitività fin da subito. Anche perché, siamo onesti, le sfide per il Mondiale Ferrari vs McLaren mancano un po’ a tutti.

Buongiorno, Ferrari!

Ferrari può essere soddisfatta (e fiera) del lavoro fatto a Suzuka – @ScuderiaFerrari on X

Alla fine il venerdì, in cui Charles Leclerc sembrava riuscire persino ad impensierire Verstappen in qualifica, si è rivelato un dolcissimo sogno. Su una pista come questa, un po’ di difficoltà doveva essere preventivata. Poco male, la Ferrari può comunque cercare di limitare i danni e, perché no, puntare al podio. Carlos Sainz non è particolarmente ottimista a riguardo, ma a Suzuka tutto può succedere.

Il lato davvero positivo di questa qualifica è che la SF-23 è riuscita a mettersi alle spalle non solo la Red Bull di Perez, ma anche le due Mercedes e Fernando Alonso. Se anche su uno dei circuiti più avversi alla vettura di Maranello, Leclerc e Sainz riescono a lottare per il podio, allora la strada è quella giusta. La gara della domenica sarà complessa e l’esito non è affatto scontato, ma i ferraristi possono guardarla con animo rilassato: qualunque siano le posizioni d’arrivo, le Rosse stanno migliorando eccome.

E buonanotte, Logan!

F1 GP Giappone Punti Chiave Qualifiche
Yuki Tsunoda e Daniel Ricciardo saranno la coppia AlphaTauri 2024 – @AlphaTauriF1 on X

Ancora una bandiera rossa, per quel pilota che più che avvicinarsi ad Albon, sembra sempre più tendere verso Latifi. Un percorso al contrario, un trend positivo del tutto invertito dopo Zandvoort, che vede l’americano schiantarsi (di nuovo) contro le barriere, in qualifica. Il rinnovo non sembra lontano, anzi, potrebbe essere ufficializzato nella prima tappa statunitense. Di questo passo, però, Logan rischia di festeggiarlo spiaccicato contro un muretto, piuttosto che con un solido piazzamento nei punti.

Il collega Lance Stroll, invece, neanche fa più notizia. Alonso lotta in Q3, lui affonda in Q1. Parlare della sua superba tattica di approccio al giro lanciato, seconda soltanto ad un ragazzino che prova a giocare a F1 2023 sulla Play per la prima volta, lascerebbe il tempo che trova. Però fa riflettere che, proprio questa mattina, un altro pilota abbia, difatti, perso il sedile: Liam Lawson non guiderà una F1 nel 2024. E questo Punto Chiave può terminare qui.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


 

Articoli Correlati

IndyCar | Nashville GP – La grande occasione di Lundqvist, sostituto di Pagenaud

Lorenzo P

F1 | Kubica e quell’immenso dolore dopo che non riuscì ad arrivare in Ferrari

Alessia Malacalza

Formula E | Portland E-Prix – Felix da Costa tiene alta la bandiera TAG Heuer Porsche

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.