Maggio 23, 2024
Paddock News 24
F1JapaneseGPPN24

F1 | GP Giappone – Sintesi: Verstappen torna a dominare e la Ferrari si riprende

Se vi siete persi il GP del Giappone ecco una sintesi per voi. In questa gara abbiamo visto diverse lotte in pista, ma il risultato finale è stato la conseguenza delle scelte prese riguardo alla strategia.

Dopo il GP del Giappone questa è la nostra sintesi. Verstappen torna a dominare seguito da Perez. Abbiamo visto non poche difficoltà per i piloti a causa del degrado. Non li ha avuti Leclerc questi problemi, che con la strategia differenziata (ad una sosta) rispetto al resto della griglia è riuscito a rimontare dall’ottava posizione di partenza.

GP Giappone sintesi
L’incidente tra Albon e Ricciardo – Fonte: @F1 (X)

1 – 10

Partenza senza sorprese per quanto riguarda le posizioni di testa. Alonso è l’unico a partire con gomma Soft: parte bene ma si deve accodare al duo Norris Sainz.

Subito bandiera rossa in pista. Ricciardo e Albon hanno avuto un contatto all’ingresso di curva 2 e sono finiti a muro, dunque le barriere dovevano essere riparate. La gara ricomincia con la partenza dalla griglia. Gomma nuova per le due Mercedes che vanno sulle Hard e per le Ferrari. Buona partenza di Norris che non ha ricevuto attacchi da Sainz, e di Leclerc che ha preso una posizione su Hamilton.

Il degrado è elevato, tanto che i piloti nelle fasi iniziali della gara si concentrano sulla gestione più che sul battagliare in pista. Tsunoda si ferma al giro 8 ai box per montare gomma Hard. Leclerc, intanto, si avvicina a Piastri, così come Sainz lo fa su Norris.

11 – 20

Al 12° giro si ferma Norris, che monta gomma bianca nuova, e rientra in P10. Due giri dopo a fare il pit stop è il compagno di squadra, che segue la strategia di Norris e monta le Hard nuove.

Ritiro per Zhou, e intanto arriva l’ordine di scuderia di scambiare le posizioni in Mercedes, con Russell che passa davanti. Per difendere la posizione su Piastri, Alonso effettua il pit stop montando la gomma gialla.

Al giro 16 si ferma Carlos Sainz preceduto da Perez, ed entrambi montano gomma gialla: usata per la Ferrari, nuova per la Red Bull. Al passaggio successivo è Verstappen ad effettuare la sosta, rientrando con gomma media davanti al duo Norris Hamilton. Il pilota McLaren si prende un sorpasso all’esterno di curva 1 sul britannico, che nei giri successivi perde due posizioni: su Perez e su Sainz.

Al giro 20 la Top 10 è: Leclerc, Verstappen, Norris, Perez, Russell, Sainz, Hamilton, Alonso, Piastri, Magnussen.

21 – 30

Verstappen si riprende la leadership, e Sainz arriva negli scarichi di Russell prendendosi la quinta posizione. Perez passa nuovamente davanti a Norris e Russell fa il pit stop montando la gomma dura. Che traffico all’uscita dalla pit lane! Cinque piloti nelle retrovie sono entrati ai box, e al giro successivo è Hamilton ad effettuare la sosta.

Perez arriva su Leclerc, dopo un giro di difficoltà per Perez ad attaccare, il monegasco va in ghiaia e perde la posizione. Si ferma dunque in pit lane insieme a Norris che lo segue. Al rientro si presenta una situazione perfetta per Leclerc: esce davanti a Russell, che precede Norris.


Leggi anche: F1 | GP Giappone – Sintesi qualifiche: Verstappen è in pole.


31 – 40

Al giro 33 si ferma Piastri, e al successivo fanno lo stesso Perez e Alonso. Nella lotta di centro gruppo, intanto, Tsunoda si prende un gran sorpasso davanti ai tifosi giapponesi entrando in zona punti. 35° giro e si ferma Verstappen.

Perez passa Norris, e finisce negli scarichi di Leclerc sorpassando anche lui. Sainz inizia ad accusare degrado, e al giro 37 si ferma ai box rientrando dietro Hamilton. Lo spagnolo sorpassa il pilota Mercedes e si mette a caccia di Norris, mentre Russell effettua la sua sosta montando le gialle. Hamilton al giro 40 effettua un altro cambio gomme montando, come il compagno di squadra, le Medium.

41 – 50

Bandiera gialla che però non neutralizza la gara a causa di un errore di Sargeant che va in ghiaia ma rientra in pista.

Respira Leclerc grazie ad un bloccaggio di Norris, in questo modo è Sainz ad avere l’opportunità di attaccare, e lo fa sul rettilineo principale. A questo punto lo spagnolo va a caccia di Leclerc per il podio. L’ingegnere di Charles lo avvisa “gareggiate, ma non prendete rischi”.

Si prende il sorpasso Sainz all’esterno di curva 1 entrando in zona podio. Il pilota Ferrari si accende e segna il giro veloce in 1.33.841 togliendolo a Sergio Perez. Nelle retrovie, intanto, è on fire Stroll, che si prende tre sorpassi uno dopo l’altro.

Russell si avvicina a Piastri, e quest’ultimo fa lo stesso verso Alonso. All’ultima chicane arriva l’attacco del pilota Mercedes, che tira una staccata potentissima ed entra sull’australiano. Piastri taglia la curva ed è sotto investigazione.

51 – 53

Verstappen si riprende il giro veloce, e intanto il trio Alonso, Piastri, Russell è sempre più vicino. Piastri blocca all’ultima curva al penultimo giro, dunque George riesce ad avanzare ai danni dell’australiano.

Max Verstappen vince il GP del Giappone! E’ doppietta Red Bull a Suzuka ed è Sainz a completare il podio. Che gara di Leclerc, che con un’ottima gestione delle gomme conclude quarto seguito da Norris. Dietro di lui Alonso, Russel e Piastri impegnati nella lotta finale. Concludono la zona punti Hamilton e il padrone di casa Tsunoda.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter

Fonte copertina: Red Bull Content Pool


Articoli Correlati

DTM | Sospetti sulle prestazioni della Lamborghini di Bortolotti, cosa hanno chiarito le analisi dei motori?

Alessandro P

Formula E | Londra E-Prix – Finale ad alta efficienza: Limite di energia ridotto

Federico B

F1 | GP Bahrain – Max Verstappen trionfa alla prima gara: RISULTATI

Vanessa Cravotta

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.