Giugno 14, 2024
Paddock News 24
F1MonacoGPPN24

F1 | GP Monaco 2023 – Anteprima Pirelli – Isola: ” Potrebbero debuttare le Cinturato Blue Full Wet senza termocoperte”

Il tris di mescole più morbido della gamma Pirelli sarà protagonista nel Gran Premio di Monaco 2023.

 

Pirelli Monaco
credits Pirelli

 

Pirelli porta al Gran Premio di Monaco 2023 le C3 come P Zero White hard, C4 come P Zero Yellow medium e C5 come P Zero Red soft.

Dopo la cancellazione del Gran Premio di Imola per il maltempo che ha devastato la zona, la Formula 1 riaccende i motori nel Principato di Monaco.

Mario Isola ha rivolto ancora un pensiero alla situazione che sta vivendo l’Emila Romagna: “È una vigilia del Gran Premio di Monaco diversa da quella che ci aspettavamo. Doveva essere il secondo di tre appuntamenti consecutivi in Europa. Sarà invece il primo a causa della cancellazione della gara di Imola. Abbiamo ancora negli occhi le immagini delle zone devastate dal maltempo. Vogliamo esprimere ancora una volta la nostra solidarietà ai familiari delle vittime e a chi in questa tragedia ha subito perdite enormi“.

A Imola avrebbero dovuto debuttare i nuovi pneumatici da bagnato estremo che non hanno più bisogno di essere riscaldati con le termocoperte. I nuovi Cinturato Blue Full Wet potranno quindi essere utilizzati dal GP di Monaco e per tutte le gare successive della stagione.

Isola ha confermato: “Saltata la gara di Imola, Monaco vedrà il potenziale debutto, dipende dalle condizioni meteorologiche, un altro fattore di imprevedibilità di questo fine settimana, delle Cinturato Blue Full Wet senza termocoperte”.

Isola: “La posizione in griglia è quasi sempre determinante per la classifica finale”

La gara di Monte-Carlo ha la velocità media più bassa di tutto il campionato (circa 150 km/h). Il livello di aderenza dei pneumatici è molto basso e l’usura contenuta. Le mescole più morbide consentono un buon grip adesivo in trazione – limitato, invece, quello meccanico – che tuttavia non impedisce lo scivolamento, determinante nella formazione del graining sulla superficie delle gomme.

Pirelli Monaco

Isola ha dichiarato: “Monaco è un capitolo a sé stante nel romanzo del campionato di Formula 1. Le caratteristiche del tracciato, rimasto sostanzialmente immutato da più di settant’anni, lo rendono un unicum. Spesso, ha offerto sorprese sia perché mai come su questa pista il talento del pilota può compensare le carenze tecniche di una vettura sia perché basta un episodio per sparigliare le carte e sovvertire il pronostico. Se è vero che la gara può risultare poco spettacolare a causa dell’estrema difficoltà di sorpassare, nel bilancio delle emozioni del weekend il sabato assume un peso mai così rilevante. La posizione in griglia è quasi sempre determinante per la classifica finale. Come spesso accade per i circuiti cittadini, Pirelli mette a disposizione delle squadre il range di mescole più morbido della gamma. Una delle particolarità di Monaco è che il tracciato viene aperto al traffico privato ogni notte al termine delle sessioni agonistiche. Ciò impedisce sostanzialmente la formazione di una traiettoria più gommata, rendendolo ancor più scivoloso”. 

Pirelli Monaco
credits Pirelli

L’edizione 2022, caratterizzata da condizioni meteorologiche variabili, ha visto le squadre utilizzare tutte e tre le tipologie di pneumatici nel corso della gara: le Cinturato Blue Full Wet, Cinturato Green Intermediate e le gomme da asciutto. Su una pista asciutta la strategia ad una sosta è praticamente obbligatoria. Nel 2022, la maggior parte dei piloti fece tre pitstop.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

F1 | GP Monaco 2023 – Tabelle Power Unit: 6 piloti con la parte elettrica nuova

Davide Allegretti

Formula E | Partita la vendita dei biglietti per Misano

Alice Mattei

IndyCar | Le ‘ultime’: O’Ward in F1, Canapino confermato, Rasmussen esordirà con Ed Carpenter Racing

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.