Luglio 24, 2024
Paddock News 24
F1IntervistaPN24

F1 | Horner lancia una sfida particolare: “Sono pronto a giocarmi la casa”

Christian Horner, team principal di Red Bull, sarebbe pronto a giocarsi la casa su un particolare che in pochi hanno notato fino ad adesso.

Christian Horner per la sua sfida si affida ovviamente al suo pilota tre volte campione del mondo, Max Verstappen, dominatore dell’ultimo campionato del mondo con ben 17 vittorie, record più prolifico di sempre.

C’è un particolare in pista in cui il pilota olandese secondo Horner fa la differenza e su cui sarebbe addirittura capace di giocarsi la propria abitazione, follia pura ma che denota la grandissima fiducia che il TP britannico ha nei confronti del tre volte campione del mondo.

horner verstappen
Christian Horner e Max Verstappen al termine del GP del Belgio – Foto: XPB Images

Verstappen e quel primo giro che fa la differenza…

“Non appena iniziamo un fine settimana di gara, il primo giro in pista di Max non ha senso, è spesso due o tre secondi più veloce degli altri”, ha affermato Horner.

“Scommetterei la mia casa su questo. Per lui, questo è un modo per dimostrare che si sta comportando al massimo delle sue capacità e che è autorevole, che è tutt’uno con la sua macchina.”

Horner ha continuato dicendo che l’olandese è arrivato in Formula Uno senza nessuna formazione in una categoria minore. Ad oggi ciò arrivare direttamente nella massima categoria automobilistica mondiale sarebbe follia, come tra l’altro lo era anche quando Verstappen arrivò in Toro Rosso e questo ne dimostra il grandissimo talento.


Leggi anche: F1 | Simone Resta torna in Ferrari, con un ruolo però inaspettato


“Quella forza mentale nei momenti importanti, che si tratti di una qualifica, di un sorpasso o di un giro di uscita, è ciò che brilla. Non ho ancora visto un pilota in grado di gestire la pressione tanto quanto Verstappen quando c’è la posta in gioco è così alta”, ha così terminato il team manager di RB.

Certamente Verstappen ha dimostrato di saper gestire perfettamente la pressione, anche se l’olandese non è stato immune da errori fino al 2021, anno del suo primo titolo mondiale.

Fino a quel momento ha dimostrato di essere “genio e sregolatezza“, ne sono la dimostrazioni i duelli al limite ed anche oltre con Hamilton proprio nel 2021.

Gli ultimi due anni invece Max è stato perfetto di certo per il suo talento, ma non dimentichiamo che non è mai stato messo in difficoltà realmente da qualcuno, sperando che nel 2024 ci sia lotta vera per dimostrare ancora una volta di essere un campione.

Credit copertina: rossomotori.it


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

FIA GT World Cup 2023 | Podio con polemiche per Mortara: “Non so cosa stesse facendo Maro alla ripartenza”

Alessandro P

IMSA | Roar Before the 24 – Anteprima e orari dei test per la 24 Ore di Daytona

Francesco Zazzera

F1 | Hill attacca Verstappen: “Non sa perdere, se un tuo collega sbaglia non hai il diritto di insultarlo”

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.