Luglio 23, 2024
Paddock News 24
F1PN24SpanishGP

F1 | La dura critica di Alonso all’Aston Martin dopo il GP di Spagna

Fernando Alonso ha rilasciato una “forte” dichiarazione sull’Aston Martin dopo le sue performance nel GP di Spagna della F1.

Aston Martin ha lasciato con l’amaro in bocca Alonso alla fine di un deludente GP di F1 in Spagna, portando il pilota ad ammettere che il team dovrebbe parlare di meno e agire di più.

F1 Alonso GP Spagna
Il parere di Alonso sull’Aston Martin: “Dovrebbe parlare di meno e agire di più” (Credit: @astonmartinf1, Instagram)

Lo spagnolo, dopo aver conquistato l’undicesima casella in griglia sabato durante le qualifiche, ha tagliato il traguardo nella sua gara di casa in dodicesima posizione. Il quarantaduenne non si è risparmiato parlando ai media nelle interviste post-gara dicendo che il team non si meritava di segnare alcun punto.

Le dure parole di Alonso riguardo all’Aston Martin arrivano dopo un periodo difficile per lo spagnolo, dove è riuscito a guadagnare punti solo una volta negli ultimi quattro GP.

Quando gli è stato chiesto durante le interviste post-gara della sua prestazione in Spagna ha risposto: Sono un po’ deluso perché non siamo finiti a punti questo weekend”.

Anche se ci meritavamo di non prendere nessun punto questo weekend perché ci è mancato il passo gara fin dal venerdì. In pista oggi era tutto complicato”.

“Quando scivoli così tanto in curva, consumi enormemente le gomme. Quindi ti ritrovi con due problemi. Non hai ritmo e in più ti ritrovi con molto degrado.

Quindi per noi è stata un gara estremamente lunga. Dobbiamo migliorare e questo lo dobbiamo fare soprattutto per noi”.


Leggi anche: F1 | GP Spagna – Russell quarto a Barcellona: “Ho incanalato il mio Alonso 2012 interiore”


Alonso ha spiegato come alla AMR24 manca carico aerodinamico e che questo lo farà soffrire ancora di più in piste come quelle dell’Austria e di Silverstone. In più ha aggiunto come la sua scuderia deve smettere di dire che ha fatto dei miglioramenti se poi questi non vengono dimostrati sul circuito.

“Questa situazione è frustrante ma non c’è niente che si può fare ora se non pensare alla prossima gara, ossia l’Austria. Bisogna immediatamente concentrarsi su cosa si può fare di diverso rispetto alla gara precedente e partire da lì.

“Ma credo che anche al Red Bull Ring sarà una pista dolorosa per noi perché ha molte caratteristiche simili a quelle di Barcellona, con curve lunghe. Sarà un altro lungo fine settimana e probabilmente anche Silverstone lo sarà”.

Non possiamo pensare troppo agli errori fatti durante questo Gran Premio. Bisogna lavorare di più, parlare meno e agire di più. Questo è quello che dobbiamo fare”.

L’opinione di Alonso sugli aggiornamenti dell’Aston Martin

Un altro difetto della monoposto dell’Aston Martin è l’insuccesso del pacchetto di aggiornamenti portati per entrambe le vetture. Queste modifiche non sembrano aver migliorato la prestazione dell’AMR24 e lo spagnolo ha detto che questo deve assolutamente cambiare.

“Abbiamo modificato molto la macchina ma sembra che i risultati non arrivino. Ora la questione è solo di trasferire il duro lavoro fatto in sede anche sulla pista.

“Come ho detto precedentemente, dobbiamo continuare a lavorare duro e migliorare ad ogni occasione. Ma tutto questo deve avvenire senza parlare troppo o fare promesse che non si sa se si possono avverare”.

Quando durante l’intervista gli è stato chiesto perché gli aggiornamenti non stessero funzionando lui ha ribattuto dicendo: Sono un pilota, non un meccanico.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Credit immagine di copertina: @astonmartinf1, Instagram

Articoli Correlati

F1 | Andrea Stella: “McLaren non si deve fare distrarre dai risultati”

Riccardo Callegari

F1 | GP Miami – Wolff guarda ad Imola: “Spero che faremo un passo avanti con gli aggiornamenti”

Marco Cesaroni

F1 | Andretti scalpita: già pronto il modello per la galleria del vento

Lorenzo P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.