Giugno 12, 2024
Paddock News 24
F1ImolaGPPN24

F1 | McLaren e il podio mancato da Piastri nel GP di Imola. Tutta colpa dell’impeding

McLaren ha ammesso di doversi “assumere la responsabilità” riguardo all’impeding che ha causato la perdita di tre posizioni in griglia e che ha rovinato le speranze di podio di Oscar Piastri nel Gran Premio dell’Emilia Romagna.

Piastri ha ricevuto l’intero pacchetto di aggiornamenti sulla sua MCL38, gli stessi che hanno portato Lando Norris alla vittoria a Miami. E anche a Imola, la McLaren, è emersa ancora come la più vicina sfidante della Red Bull, ma quell’impeding è stato determinante per le speranze di podio e la squadra si è assunta tutta la responsabilità.

Oscar Piastri durante il GP di Imola.
McLaren si assume la responsabilità per il podio mancato da Piastri nel GP di Imola a causa dell’impeding in qualifica. Crediti Immagine: @McLarenF1

In qualifica, Piastri è stato davanti al suo compagno di squadra Norris garantendosi la seconda posizione in griglia dietro a Max Verstappen per soli 74 millesimi, aiutato dalla scia di Hulkenberg. Ma dopo aver ostacolato Kevin Magnussen nelle ultime fasi del Q1, Piastri non ha potuto partire in prima fila a causa della penalità.

Durante la gara si è rivelata fondamentale la posizione in pista, perché come prevedibile è stato difficile effettuare sorpassi. Piastri è riuscito a recuperare una posizione su Carlos Sainz durante la sosta ai box, ma non è riuscito a mettere pressione su Charles Leclerc per il terzo posto.

Credo che Oscar abbia spinto al massimo in questa gara“, ha commentato Andrea Stella. “Lo dico perché, guardando i suoi dati e parlando con i suoi ingegneri abbiamo visto che alla fine stava spingendo al limite, quindi non credo che avrebbe potuto andare più veloce“.

Credo che nella gestione complessiva, Leclerc sia stato un po’ più bravo di Oscar e abbia potuto conservare il podio“.


Leggi anche: F1 | GP Imola – Norris arriva secondo: ecco le sue dichiarazioni


Stella ha ammesso che l’ostruzione di Piastri nei confronti di Magnussen è dovuta al fatto che la squadra non ha comunicato a sufficienza con il pilota. “È un peccato per Oscar, perché con la prestazione di ieri avrebbe potuto giocarsi il podio“.

Noi ce ne assumiamo la responsabilità, perché il motivo della penalità è un impeding e questo fa parte del lavoro del team, non si tratta di un errore del pilota, ma di una situazione che gestisce la squadra. Ma sono sicuro che Oscar avrà altre opportunità in futuro“.

Piastri, alla fine, si è dovuto accontentare del quarto posto, ma Norris è riuscito nuovamente a mettere in mostra il potenziale della macchina realizzando così il terzo podio consecutivo, lasciando ottimismo anche per il futuro.

La McLaren ha rafforzato la terza posizione nel campionato costruttori con 154 punti, posizionando ora il team di Woking a 58 punti da Ferrari e a 114 da Red Bull.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Crediti Copertina: @McLarenF1

Articoli Correlati

F1 | Ufficiale il rinnovo decennale di Silverstone

Lorenzo P

F1 | GP Monaco: Tutte le novità tecniche introdotte dai team per la gara più corta dell’anno

Francesco Zazzera

F1 | Hannah Schmitz: chi è la stratega dietro i successi della Red Bull?

Elisa Migliorino

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.