Maggio 22, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | UFFICIALE | Il presidente FIA Ben Sulayem scagionato dal comitato etico: “accuse infondate”

Il presidente FIA Mohammed Ben Sulayem è stato scagionato dal Comitato Etico: “infondate” le accuse su Las Vegas e sul GP dell’Arabia Saudita 2023

Nelle scorse settimane anche il presidente FIA Mohammed Ben Sulayem è finito sotto inchiesta a seguito di una segnalazione giunta al Compliance Officer FIA: il 62enne degli Emiratri Arabi Uniti era accusato di aver interferito nelle decisioni dei commissari durante il GP dell’Arabia Saudita 2023, nello specifico quelle riguardanti la penalità comminata ad Alonso, e anche di aver cercato di non omologare il circuito di Las Vegas.


Leggi anche:

Le accuse contro il Presidente FIA

La FIA ha quindi pubblicato gli esiti dell’inchiesta, condotta dal Comitato Etico FIA, un organo indipendente (la cui composizione trovate qui), che ha specificamente tra i suoi poteri quello di inquisire il presidente, inviando i risultati al Senato FIA, che può procedere con il caso.

”Le preoccupazioni sulle potenziali interferenze sono state portate all’attenzione del Compliance Officer della FIA e successivamente trasmesse al Comitato Etico della FIA ai sensi dell’articolo 32.2.5 dello Statuto FIA”.

“È seguita una solida e ampia revisione indipendente durata 30 giorni, che ha incluso interviste a 11 testimoni. Le accuse contro il Presidente FIA sono risultate infondate. Sono state presentate prove solide, al di là di ogni ragionevole dubbio, a sostegno della decisione del Comitato etico della FIA”.

“Il Presidente della FIA è stato scagionato da qualsiasi illecito in merito alle accuse (1) di aver interferito con la decisione dei Commissari Sportivi di revocare una penalità aggiuntiva alla vettura 14 [Fernando Alonso, ndr] a seguito di una contestazione di Aston Martin nel GP dell’Arabia Saudita 2023 e (2) di aver tentato di interferire con il processo di certificazione della pista per il Gran Premio di Las Vegas 2023”.

”La certificazione è stata completata e approvata a tempo debito. La completa collaborazione, trasparenza e conformità del Presidente durante tutto il processo di questa indagine è stata molto apprezzata”.

Per Ben Sulayem, giunto nel terzo anno di presidenza, questa è certamente una boccata di ossigeno, visto che ovunque si guardi, non mancano i suoi detrattori, a seguito di una politica talvolta molto oltre le righe del successore di Jean Todt, specie nei rapporti con la FOM.

Copertina: Immagini FIA


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


 

Articoli Correlati

F1 | Ufficiale – Russell rinnova con Mercedes fino al 2025

Maria Grazia De Sanctis

F1 | GP Singapore 2023, Leclerc e Verstappen commentano il nuovo layout

Francesca Anna T

DTM | Gli obiettivi del team Manthey EMA dopo una straordinaria annata: “Siamo i favoriti per il 2024, ma non dobbiamo essere arroganti”

Alessandro P

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.