Luglio 19, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | Andrea Stella rimprovera la FIA dopo il GP d’Austria: “Non vogliamo un altro 2021”

Dopo l’incidente Verstappen-Norris nel GP d’Austria, il TP della McLaren Andrea Stella si scaglia contro la FIA e l’avvisa per il futuro.

L’undicesimo round della stagione ha offerto vari spunti di riflessione nati, in maggioranza, dal contatto tra Verstappen e Norris. Mentre i due piloti se le mandano a dire davanti ai media dopo il GP d’Austria, Andrea Stella riflette su quello che è stato il ruolo della FIA nella faccenda. Per l’italiano, infatti, certi provvedimenti presi contro il suo pilota sono sembrati troppo esagerati. Al contrario, nei confronti dell’olandese, il TP è del parere che la Federazione sia stata troppo clemente. Inoltre, con due piloti competitivi come Verstappen e Norris, la possibilità che non si verifichi una situazione come quella del 2021, non è del tutto scontata.

Andrea Stella GP Austria
Norris e Verstappen lottano per la vittoria (crediti: Autoblind)

Verstappen vs Norris: cosa è successo dopo il contatto

Gli spettatori hanno guardato a bocca aperta il duello tra Verstappen e Norris. Dal 2022 con Charles Leclerc, non è accaduto spesso che qualcuno abbia sfidato l’olandese a corpo a corpo per la vittoria. Tra i primi quest’anno è stato il suo amico Lando Norris. Sfortunatamente per i piloti e le squadre, lo scontro è finito con il ritiro dell’inglese e una foratura per il pilota della Red Bull, che si è dovuto accontentare del quinto posto. Dopo l’accaduto, Andrea Stella ha difeso il suo pilota, il quale aveva anche ricevuto 5 secondi di penalità scontati nel pit stop prima del ritiro. Le lamentele più sentite dell’italiano sono state rivolte alla FIA. Secondo Stella, la gestione della gara da parte della Federazione non è stata ottimale e ciò che è accaduto dovrebbe essere un punto di partenza per migliorare la gestione delle battaglie in pista, assegnando le giuste penalità.

Dove ha sbagliato la FIA nel GP d’Austria secondo Andrea Stella

Questa gara ci ha dato tante informazioni su come migliore alcuni aspetti delle corse, in modo da poterci godere le battaglie in pista fino alla bandiera a scacchi. E’ un gran peccato che non siamo riusciti a vederle negli utlimi sei o sette giri, perche sarebbero state molto emozionanti. Non lo sono state perché le regole non sono state applicate. Sarebbe stato giusto dare a Max un warning [perché si muoveva in fase di frenata], come una bandiera bianco e nera, così non l’avrebbe rifatto e sarebbe stato più prudente a difendersi da Lando” Stella, con Autosport, si riferisce proprio a ciò di cui Lando Norris si lamentava in radio poco prima del contatto. L’olandese, per cercare di fermare gli attacchi del pilota McLaren, ha cercato di confonderlo con questi movimenti che vengono spesso penalizzati, essendo anche pericolosi.

Il TP del team di Woking ha anche preso in causa la penalità data a Norris dopo un’escursione fuori pista fatta durante la lotta per la vittoria:”per quanto riguarda i track limits, se sono fatti per sorpassare un pilota e tu freni un po’ fuori dalla pista, allora mi chiedo: che tipo di gara stiamo avendo se siamo costretti in questa maniera? I piloti non cercheranno di sorpassare perché ‘Oh mi costerà tre delle possibilità [di andare fuori pista] che ho a disposizione'”. Per l’italiano, questo fatto è risolvibile facendo una distinzione tra i track limits fatti per trarre vantaggio in pista e quelli che invece creano solo uno scompenso per il pilota quando sta cercando di attaccare un avversario.


Leggi anche: F1 | Magra consolazione per Norris: I suoi meccanici potrebbero avergli evitato la penalità a Silverstone


Il rischio di un nuovo 2021

La McLaren ha reputato ingiusto il trattamento riservato a Verstappen. Nonostante i dieci secondi dati al campione del mondo per il contatto, è riuscito comunque a continuare la gara e a chiudere in Top 5. Stessa cosa non è accaduta a Norris che, amareggiato e furioso, è sceso dalla macchina dopo essere rientrato ai box negli ultimi giri. Stella chiede allora che ci sia più parità nelle penalità assegnate: “penso che 10 secondi di penalità siano inefficienti. Il pilota che stiamo inseguendo nella classifica ha guadagnato altri 10 punti. Sono sicuro che la FIA studierà l’accaduto per capire come migliorare. Non vogliamo vedere un altro 2021 che, a mio parere, non è stato un bel momento per la F1. Sarà stato emozionante me non per le giuste ragioni”.

Stella inoltre afferma che quello che ha accaduto in Austria, deve essere un’opportunità per migliorare nel rispetto delle regole. Soprattutto perchè alcune di quelle stilate dalla Federazione stessa, non sono messe in atto come dovrebbero.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Immagine in copertina: PlanetF1.com

Articoli Correlati

F1 | Trattative in stato “avanzato” tra Newey e Ferrari

Eleonora M.

F1 | GP Spagna – RISULTATI FP1: ottimo Norris, in difficoltà Leclerc

Vanessa Cravotta

F1 | FP2 Monaco – Telemetria Simulazione di Qualifica – Verstappen meglio di Leclerc nel secondo settore

Lorenzo Terranova

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.