Luglio 22, 2024
Paddock News 24
F1PN24

F1 | Ecco tutte le monoposto della stagione di F1 2024 – FOTO

Presentata la RB20, tutti i team hanno tolto i veli alle nuove vetture. Tante le novità e… il nero nelle livree. Ecco un recap delle F1 che scenderanno in pista nel 2024.

La presentazione della RB20 ha lasciato senza parole tecnici e tifosi. A far parlare non è una nuova livrea ma le nuove forme. Non mancano, tuttavia, le novità sugli altri team. Basteranno a mettere fine al dominio del team di Milton Keynes? Per avere la risposta è necessario aspettare. Nell’attesa ecco un recap delle F1 che scenderanno in pista nel 2024.

Haas VF24

L’ ultima ad annunciare la data di presentazione, la prima a mostrarsi. Il 2 Febbraio la Haas ha tolto i veli alla VF24, dando il via alle danze per le presentazioni delle monoposto. La livrea non cambia molto rispetto al passato e conserva gli stessi colori. Domina la scena il nero, assieme al bianco del logo Haas e al rosso di Money Gram. Alla guida per la stagione F1 2024 il tedesco Nico Hulkenberg con il #27 e il danese Kevin Magnussen con il #20. Nuovo il team principal. Alla guida della scuderia ci sarà Ayao Komatsu.

Kick Sauber C44

Tra le grandi assenti della stagione che partirà il 2 Marzo ci sarà Alfa Romeo. Nel recap delle vetture F1 2024, tuttavia non manca la Sauber. Il team svizzero, che dal 2026 prenderà le vesti di Audi, ha scelto come main sponsor per il post Alfa Romeo la piattaforma di streaming Kick.com, già presente come sponsor nella stagione 2023. Confermato il co-title sponsor Stake. Il cambio di rotta è ben visibile.

A far parlare, tuttavia, non tanto sono le novità portate dal team quanto una insolita livrea. Ecco così che la C44 mette sul nero della fibra di carbonio in bella vista…il verde. L’ effetto ha diviso il popolo social, ma è certo che la livrea ha portato una ventata di freschezza e innovazione nel paddock di Formula 1. Alla guida il finlandese Valterri Bottas con il #77 e il cinese Zhou Guanyu con il #24. Il 2024 si annuncia ricco di side per il team Stake F1 Team Kick Sauber

Williams FW46

Il 5 Febbraio la Williams ha presentato a New York la FW46. Anche in questo caso, come per Haas, la livrea mantiene lo stile degli scorsi anni. Il blu acceso domina la scena. Aumenta però la fibra di carbonio a vista per portare a minimo il peso. Resta l’ormai noto sponsor duracell sull’air scope. Trovata interessante tra pubblicità e tecnica. Sulla fiancata trovano poi posto gli sponsor Komatsu, Myprotein e Gulf. Interessanti anche le pance in stile Red Bull ed il muso rastremato. Alla guida thailandese Alexander Albon con il #23 e lo statunitense Logan Sargeant con il #45

Alpine A524

Dopo la presentazione Williams è stata la volta di Alpine. Il 7 Febbraio il team francese ha tolto i veli alla vettura della stagione di F1 2024. Domina la livrea, ancora una volta, il nero. Spezzano il monocromo gli inserti blu e rosa, di sfondo al marchio BWT. I colori sono gli stessi della A424 LMDh che vedremo in pista per il WEC 2024. Come per lo scorso anno, anche qui vedremo una livrea diversa per alcuni GP. La seconda colorazione prevede più rosa e meno blu assieme, ovviamente, al nero e sarà usata in 8 tappe.

Tra le principali novità, la A524 vanta un nuovo disegno delle meccaniche ed una nuova distribuzione dei pesi. La batteria dell’ibrido è stata portata indietro. Le sospensioni mantengono lo schema push-rod. Interessante il muso con il nose cone che arriva fino al mainplane. Per la nuova stagione servono risultati e risposte, dato che Alpine ha chiuso la stagione 2023 al sesto posto, dietro Aston Martin. Alla guida i francesi Esteban Ocon #31 e Pierre Gasly #10.

VISA CASH APP RB VCARB 01

Tra le novità più interessanti del recap delle vetture della stagione di F1 2024 c’è senza dubbio la VCARB 01. La scuderia di faenza, ex Alpha Tauri, si lega a Visa e Cash App e mostra a Las Vegas un look tutto nuovo. Il blu scuro di Alpha Tauri lascia spazio ad un blu lucido. Completano la livrea il bianco ed i dettagli in rosso. Il toro sul cofano torna nella stessa posizione di quelli Red Bull. Impossibile non notare poi il logo Honda in rosso sullo sfondo bianco, a richiamare la bandiera del marchio.

La livrea è tra le migliori del paddock e rimanda subito alla Toro Rosso degli anni 2017-2019. Visa Cash App RB è chiamata a portare a casa dei risultati migliori per risalire verso la zona del midfield. Il legame e l’influenza di Red Bull è evidente. Le pance e l’ingresso dei radiatori richiamano quelle della RB19. Tante le somiglianze anche per il muso. Alla guida il giapponese Yuki Tsunoda con il #22 e l’australiano Daniel Ricciardo con il #3


Leggi anche: F1 | Aggiornato regolamento tecnico e sportivo: ecco cosa cambia per la stagione 2024


Aston Martin AMR24

Il 12 Febbraio Aston Martin ha tolto i veli alla AMR24. Mentre le prime vetture mostravano a vista la fibra di carbonio, la Aston Martin mantiene la sua identità. La AMR24, quindi, si mostra di colore verde metallizzato e solo lungo i canali delle pance è lasciato il carbonio a vista. Completano la livrea i dettagli verde fluo. Tante le novità tecniche. Le pance e gli ingressi ai radiatori sono di derivazione Red Bull, mentre i canali nelle pance riprendono le filosofia della vecchia Aston Martin. Interessante la regione di attacco delle sospensioni, con la carrozzeria frammentata ed il vanity panel più ampio. Il nose cone, a differenza delle altre fino ad ora presentate si ferma sul primo elemento dell’ala. Alla guida lo spagnolo Fernando Alonso con il #14 ed il canadese Lance Stroll con il #18 

Ferrari SF24

Dopo una lunga attesa per i tifosi, il 13 Febbraio la Ferrari ha mostrato la SF24. La presentazione, a differenza degli scorsi anni, è avvenuta in via telematica. Un breve video di un minuto è stato sufficiente a mostrare la nuova vettura del cavallino e a ravvivare nei tifosi la fiamma che animava Enzo Ferrari. Subito dopo si è scesi in pista per lo shakedown, come da tradizione sulla pista di Fiorano. La SF24 mantiene il rosso opaco degli ultimi anni. Compare sull’ala posteriore la scritta del marchio. Lungo le fiancate corrono due strisce, una bianca e una gialla, come omaggio alla città di Modena. Guardando la SF24 salta subito alla mente la 499P, regina di Le Mans. Confermati gli sponsor della passata stagione, a cui si aggiunge Peroni.

Il progetto 676 prende spunto dalla RB19. L’ ingresso dei radiatori richiama quello della vettura di Milton Keynes. Il cono anti intrusione viene poi annegato nel fondo. Le nuove forme permettono di avere canali con il fondo più ampi. Tornano le pance scavate e diventa più evidente la zona del “bazooka”. Cambia il muso, ora più largo. Il nosecone si ferma sul primo elemento dell’ ala. Proprio sul muso ritorna il tricolore, visto per l’ultima volta SF-1000. Alla guida il monegasco Charles Leclerc con il #16 e lo spagnolo Carlos Sainz con il #55.

Mercedes W15

Nel giorno di San Valentino la Mercedes si mostra agli appassionati. La W15 è una vettura completamente nuova rispetto alla W14, nel tentativo di superare i limiti della scorsa stagione. Sulla livrea torna l’argento, assente dal 2021, ed il rosso di sfondo allo sponsor Ineos diventa più evidente sull’airscope. L’ argento sfuma poi nel nero e lungo tutto il profilo della vettura corre il classico motivo verde acqua. Forte è il richiamo alla W10 e alla W11.

Completamente diverso il design. La nuova vettura della stella a tre punte abbraccia una filosofia aerodinamica più tradizionale. Più corto il muso rispetto alla W14. Il nose cone, come per Ferrari, si ferma sul primo elemento dell’ala. Inedita la forma dei profili dell’ala e quella dell’ingresso ai radiatori. Portata indietro la seduta. Alla guida gli inglesi Lewis Hamilton con il #44 e George Russell con il #63

McLaren MCL38

Anche McLaren ha tolto i veli alla vettura di F1 2024 nel giorno di San Valentino. Il team britannico aveva mostrato già ai primi di Gennaio la livrea per la nuova stagione. Confermati i colori degli ultimi anni, papaya e antracite. Cambia, tuttavia, la grafica che ora richiama quella delle gloriose F1 degli anni ’90.

A differenza delle altre vetture non si ha una rivoluzione rispetto al progetto 2023. La MCL38, dunque, si presenta come una evoluzione della MCL37. Il team ha lavorato su tutti i fronti, dall’aerodinamica alla power unit Mercedes nel tentativo di migliorare i punti deboli della vettura precedente. Alla guida l’inglese Lando Norris con il #4 e l’australiano Oscar Piastri con il #81.

Red Bull RB20

Chiude il recap delle F1 che scenderanno in pista nel 2024 la Red Bull RB20. La livrea resta quella classica degli ultimi anni. Il blu opaco fa da sfondo ai dettagli in rosso e in giallo. Presente ancora l’inconfondibile logo Oracle sulle fiancate, assieme a quello di Bibit e alla fascia rossa che scorre lungo tutto il profilo.

Con 21 vittorie su 22 GP il team di Milton Keynes ha dominato la stagione di F1 2023. L’ obiettivo 2024 è chiaro. La RB20 nasce come evoluzione della RB19, una vettura quasi perfetta. Newey però ha portato novità in diverse aree. Nuovo il muso, ora più largo. Di derivazione Mercedes la parte alta della vettura. La RB20, infatti, richiama nel cofano la W14. Lo stesso vale per l’ingresso alla zona dei radiatori. La RB20 mantiene la forma delle pance della RB19 ma vede la zona di ingresso completamente nuova con gli inlet estremamente ridotti. Alla guida l’olandese Max Verstappen con il #1 e il messicano Sergio Perez con il #11.


Leggi anche: F1 | Al via la stagione 2024: ecco tutto ciò che c’è da sapere


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


 

Articoli Correlati

F1 | GP Brasile – Williams vuole consolidare il settimo posto, Albon: “In Brasile può succedere di tutto”

Simone Dicanosa

F1 | La condanna di Hamilton alla FIA dopo la figuraccia con i Wolff

Francesca Anna T

F1 | Punto Mercato Piloti: Norris e Leclerc da Red Bull in ottica 2025?

Vanessa Ciriaco

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.