Luglio 13, 2024
Paddock News 24
F1MonacoGPPN24

F1 | Il circuito di Monaco può cambiare: ecco come

Durante le interviste post gara, i piloti hanno definito il Gran Premio di Monaco noioso, anche più del solito. Ecco come potrebbe cambiare.

Il Gran Premio di Monaco è uno degli eventi più iconici del calendario di Formula 1. Tuttavia, negli ultimi anni, le gare sul circuito cittadino sono state spesso criticate per la mancanza di sorpassi e di azione.

Monoposto sempre più grandi, un circuito che resta lo stesso. (Immagine: F1world)

Il layout del tracciato monegasco è diventato obsoleto, incapace di offrire emozionanti duelli ruota a ruota. Questo ha portato molti a chiedersi se sia giunto il momento di apportare modifiche significative al circuito per migliorare lo spettacolo.

Le strade strette di Monaco sono state superate dalle dimensioni attuali delle vetture di F1, rendendo i sorpassi estremamente difficili. La gara di quest’anno ha messo in evidenza questi problemi, tant’è che per la prima volta nella storia della Formula 1, le prime dieci monoposto hanno terminato la gara nello stesso ordine in cui erano partite dalla griglia (per ben due volte, considerato l’incidente di Sergio Perez).

Come potrebbe cambiare il circuito di Monaco: le proposte

Tra le idee più discusse vi è la possibile modifica della chicane Nouvelle, rendendola più ampia e stretta per favorire i sorpassi. Un’altra proposta prevede che le auto girino a sinistra a Portier, percorrano le strade lungo la spiaggia e ritornino per un rettilineo più lungo con una zona DRS.

Tuttavia, apportare cambiamenti drastici al tracciato non è solo costoso, ma non garantisce nemmeno un miglioramento significativo delle corse. La storia ha dimostrato che persino su circuiti più ampi, come Imola, i sorpassi possono rimanere limitati.


Leggi anche: F1 | Tutti pazzi per Leclerc! Ecco le reazioni dei media internazionali alla sua vittoria


Una soluzione più semplice e meno costosa potrebbe essere quella di introdurre regolamenti specifici per gli pneumatici. Lewis Hamilton ha suggerito di utilizzare gomme più morbide per l’intera gara, costringendo i piloti a fare più soste e quindi creando più variabilità strategica.

Qui la mescola è troppo dura. Devi trovare il modo di ravvivarlo, magari con tre fermate obbligatorie o qualcosa del genere” ha dichiarato il sette volte campione del mondo.

George Russell ha proposto un approccio simile, suggerendo l’uso esclusivo di gomme morbide per tutto il weekend: “Una gomma morbida non durerebbe tutta la gara. E potresti dover fare due fermate. Penso che avere l’intero fine settimana con le soft risolverebbe molti problemi“.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Fonte immagine di copertina: Scuderia Ferrari

Articoli Correlati

F1 | Caso Hamilton-Mercedes: arrivano aggiornamenti sulla mail anonima

Francesca Brusa

F1 | Marko risponde a Toto Wolff: “Non sa cosa è Wikipedia”

Francesca Anna T

F1 | Verstappen: “Io e Alonso insieme in futuro? Si, ma non in F1”

Francesca Anna T

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.