Luglio 15, 2024
Paddock News 24
PN24

F1 | Il mito Schumacher è ben saldo nel cuore degli italiani: i migliori ricordi del Kaiser

Sono passati 10 anni dall’incidente di Michael Schumacher avvenuto sulle nevi delle Alpi francesi.

Sono passati 10 anni dall’incidente di Michael Schumacher avvenuto sulle nevi delle Alpi francesi. 29 dicembre 2013. Una bella vacanza sulla neve di Méribel cambia totalmente la vita di una famiglia. Schumi decide di divertirsi fuori pista, ma la conseguente caduta e la botta in testa gli sono fatali.

Schumacher
Sportitalia

Da allora, delle condizioni del tedesco non si sa nulla, tutto tace. Solo la famiglia e i medici sono a conoscenza della salute di Michael come voluto dalla moglie Corinna.

Ma perché soffermarci su questo quando abbiamo l’occasione di ricordare il grande Schumi, colui che ha riportato la gloria in Ferrari

Schumacher: La storia di un predestinato

Nato a nelle vicinanze di Colonia, il giovane Schumi inizió a guidare i kart sul circuito di Kerpen, di proprietà dal padre.
Dopo la conquista del mondiale di F3, viene notato dai grandi del Circus.


Leggi anche

Il regalo perfetto esiste e lo porta Babbo Natale a bordo di una BMW – VIDEO


Il primo a credere in lui è Eddie Jordan, il quale lo farà scendere in pista nel Gran Premio del Belgio, a Spa-Francorchamps. Nonostante girasse voce che poteva essere un predestinato, riuscì a stupire tutti con le sue prestazioni. Tanto che attiró l’attenzione di Flavio Briatore, direttore della Benetton, che gli offrì subito un contratto per affiancare Piquet.

Nel 1994 Michael si laurea campione del mondo per la prima volta. Vince 8 gare e conquista il titolo nell’ultima gara in Australia. Nel 1995, ottenne la doppietta Campionato Piloti-Costruttori: 9 vittorie e un distacco finale di 33 punti su Damon Hill.

La rinascita della Ferrari

Nonostante le difficoltà del primo anno con la Rossa, ancora troppo lontana dalla Williams, Schumacher vince ben 4 Gp e sarà terzo al termine del  campionato.

Dal 1999 in poi, però, non ce più storia per nessuno. In quell’anno la Rossa torna a conquistare il Campionato costruttori e, dopo il brutto infortunio nel GP di Silverstone, Michael torna più forte di prima.  Dal 2000 al 2004 la Ferrari conquista la bellezza di  5 Mondiali Piloti e 5 Mondiali Costruttori: un dominio mai visto prima nel circus.

Michael è ancora nei cuori dei tanti appassionati di F1, soprattutto dei ferraristi. Il messaggio della scuderia per i 10 anni dall’incidente sono simbolici di un rapporto che vivrà per sempre.

“Dieci anni dopo, sei sempre nei nostri cuori”, si legge nel post della Ferrari sui social. Poche parole e  una foto di Michael Schumacher sorridente dopo una vittoria con la Rossa. 

Perché per ricordare un grande uomo e un grande pilota non servono iconografie e frasi fatte, ma poche e semplici parole d’amore. Keep fighting, Michael.


Seguici sui social: TelegramTikTokInstagramFacebookTwitter


Articoli Correlati

F1 | Lawson in Williams nel 2024? Ecco il commento del pilota

Matteo Venezia

WEC | 1812 km del Qatar – Podio sfumato per Peugeot, qual è stata la causa?

Alessandro P

F1 | Wolff ha dato ordini per telefono nel corso del GP del Giappone

Victoria L.

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.